StarCraft II non sarà rilasciato nel 2007

StarCraft II non sarà rilasciato nel 2007

Blizzard conferma che StarCraft II non sarà pronto entro la stagione natalizia.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:30 nel canale Videogames
Blizzard
 
In occasione della presentazione della scorsa settimana di StarCraft II, Blizzard non aveva voluto fornire informazioni sulla possibile data di rilascio dell'attesissimo RTS, non sbilanciandosi oltre il canonico "quando sarà pronto". Adesso, invece, viene esclusa la possibilità che il gioco possa essere pronto entro la stagione natalizia.

La notizia proviene da un'intervista rilasciata a MSNBC da Rob Pardo, VP of game design di Blizzard. "Alcune persone hanno sperato, per via del fatto che il gioco sembra già in una fase avanzata, che saremmo stati pronti per la stagione natalizia, ma ciò non accadrà".

"Abbiamo iniziato a pensare a StarCraft II nel 2003, ma il progetto è entrato in produzione un anno dopo", continua Pardo. "[Entrare in produzione] vuol dire avere un team di dimensione significativa con programmatori, artisti e designer che lavorano 40 ore per settimana su quel progetto". Pardo rivela che attualmente stanno lavorando 40 persone su StarCraft II e che questo team è uno dei più piccoli tra quelli di Blizzard. La compagnia con base nella California, infatti, annovera oltre 2.000 impiegati che lavorano nelle varie sedi internazionali. La maggior parte dei dipendenti Blizzard è attualmente impegnata su World of WarCraft.

"Le compagnie hanno approcci differenti sul tempo da spendere per i singoli progetti. Penso che abbiamo team di sviluppo più piccoli rispetto ad altri, e che questo comporti tempistiche di sviluppo più prolungate. Il nostro approccio è di tipo iterativo: guardiamo il gioco nelle varie fasi del processo di sviluppo e possiamo anche stravolgere interamente alcune parti del progetto".

"Ciò che è successo con WarCraft III ne è un esempio: dopo due anni di lavoro, abbiamo cambiato radicalmente una grande porzione del gioco perché pensavamo di stare andando in una direzione sbagliata. Possiamo fare cose del genere perché impieghiamo piccoli team di sviluppo e diamo loro il tempo di rendersi conto di ciò che stanno facendo e di modificarlo all'occorrenza. Molte compagnie, invece, pensano solamente alla data di rilascio, con team composti da 100, 200 o più persone, e in quel caso sei su un treno che sfugge al controllo. Devi rispettare la data di rilascio e devi accettare delle cose per le quali non sei felice al 100%: noi impieghiamo l'approccio contrario".

Sugli elementi che consentiranno a StarCraft II di distinguersi dalla massa di RTS: "Si distinguerà per il gioco online. Lo stiamo costruendo in modo che sia l'RTS più competitivo sul mercato", chiarisce Pardo. "Speriamo, comunque, di inserire più innovazioni nel single player rispetto a quanto abbiamo fatto con i giochi precedenti, ma non posso fornire più dettagli al momento. La storia e il mondo che abbiamo costruito con StarCraft sono superiori a quelli dei rivali".

Blizzard non ha ancora deciso se applicare un modello di abbonamento a pagamento per il gioco online, sullo stile di World of WarCraft. "Facciamo quel che è giusto in base al gioco. Abbiamo pensato WoW sin dall'inizio come un gioco con abbonamento. Con StarCraft II è più probabile che seguiremo il modello dei tradizionali giochi in scatola, ma prenderemo decisioni precise in seguito su questo".

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marezza01 Giugno 2007, 15:33 #1
se lo fanno a pagamento perderebbero tutta la stima che nutro per loro...starcraft e diablo sono nati per essere cosi....b.net e via andare...
Trykx01 Giugno 2007, 15:43 #2
Come non quotarti, ma la strada intrapresa da un pò di tempo a sta parte è verso il modello a pagamento...
sommojames01 Giugno 2007, 15:44 #3
Qualcuno ha per caso voglia di farmi copia ed incolla del testo della notizia? Magari in PM. Il firewall dell'uni non sembra gradire la parola videogiochi nell'URL
Grazie in anticipo.

EDIT: Grazie Layenn
karplus01 Giugno 2007, 15:50 #4

Se lo fanno a canone mensile tutti si trasferiranno sui server pvpgn et similari... e io non lo comprerò.
DVD_Italia01 Giugno 2007, 15:51 #5
OT

X sommojames

Giocavi per caso a starcraft ?
sommojames01 Giugno 2007, 15:55 #6
Originariamente inviato da: DVD_Italia
OT

X sommojames

Giocavi per caso a starcraft ?


Si ma solo in single (rifinito l'ultima volta qualche hanno fa con l'espansione, IMHO le storie ed i personaggi che crea la bliz in single sono irresistibili), quindi se hai conosciuto uno con quel nick era un omonimo.
ABCcletta01 Giugno 2007, 15:59 #7
Questa news dimostra che di spazio per manovrare a livello di implementazione ce n'è ancora parecchio. Certo che così come ho goduto alla visione del filmato del gameplay in HD, ci rimarrei tremendamente male per un eventuale multiplayer a pagamento. In quel caso Blizzard riceverebbe tutto il mio disprezzo.
JohnPetrucci01 Giugno 2007, 16:22 #8
Non posso che concordare.
Marko9101 Giugno 2007, 16:24 #9
"Abbiamo iniziato a pensare a StarCraft III nel 2003, ma il progetto è entrato in produzione un anno dopo", continua Pardo. "[Entrare in produzione] vuol dire avere un team di dimensione significativa con programmatori, artisti e designer che lavorano 40 ore per settimana su quel progetto". Pardo rivela che attualmente stanno lavorando 40 persone su StarCraft II

Credo sia StarCraft 2
imayoda01 Giugno 2007, 16:25 #10
QUOTO ABC!!!
40 persone per un gioco così.. si dovrebbero vergognare imho.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^