StarCraft II Free-to-Play e le altre novità del Blizzcon 2017

StarCraft II Free-to-Play e le altre novità del Blizzcon 2017

Insieme alla nuova espansione di World of Warcraft, Battle for Azeroth, e a quella di Hearthstone, Coboldi & Catacombe, insieme ai nuovi eroi di Overwatch ed Hearthstone, è la novità più rilevante del BlizzCon che si è svolto nel fine settimana

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:21 nel canale Videogames
BlizzardWorld of WarcraftOverwatch
 

StarCraft II diventerà Free-to-Play a partire dal 14 novembre. Questo vuol dire che a partire da quel giorno si avrà libero accesso alla campagna Wings of Liberty e alla ladder classificata delle competizioni multigiocatore di alto livello di StarCraft II, inclusi le unità più recenti e gli aggiornamenti al bilanciamento dell'ultimo capitolo della serie, Legacy of the Void. Inoltre, si avrà accesso alla modalità cooperativa di StarCraft II e ai comandanti cooperativi.

L'iniziativa è dunque valida solo per la campagna Wings of Liberty: mentre, coloro che volessero acquistare le altre campagne, possono farlo a 14,99 € per quanto riguarda Heart of the Swarm, Legacy of the Void e Nova: Operazioni Segrete, oppure tutte insieme con l'Edizione Campagne (39,99 €). Tramite lo shop Blizzard poi si potranno fare altri acquisti digitali come ulteriori comandanti cooperativi, annunciatori, e altro. Per un tempo limitato, inoltre, i giocatori che possiedono già Wings of Liberty (al 31 ottobre 2017) ma non hanno ancora acquistato Heart of the Swarm potranno ottenere quest'ultima campagna gratuitamente connettendosi all'applicazione desktop di Battle.net e riscattando la propria copia omaggio di Heart of the Swarm tra l'8 novembre e l'8 dicembre 2017.

World of Warcraft: Battle for Azeroth, invece, è la nuova espansione dell'intramontabile MMORPG. Introdurrà due nuovi regni: Zandalar, dove i campioni dell'Orda saranno chiamati a convincere i Troll a sostenere lo sforzo bellico con la loro potenza marittima; e Kul Tiras, patria di Jaina Marefiero, dove i difensori dell'Alleanza dovranno incoraggiare gli abitanti del luogo a combattere per la tua causa.

Ci saranno anche nuove Razze Alleate giocabili, ognuna con abilità razziali specifiche. Si tratta dei Tauren di Alto Monte, degli Elfi del Vuoto e dei Nani Ferroscuro. Sarà, poi, possibile accedere e razziare le Isole finora inesplorate di Azeroth in battaglie che prevedono gruppi di tre giocatori. I Fronti di Guerra cooperativi, invece, sono sessioni di gioco con 20 giocatori in cui bisogna conquistare una posizione strategica chiave. Blizzard la descrive come una "nuova modalità PvA ispirata alle classiche battaglie RTS di Warcraft".

Una missione speciale di Battle for Azeroth permetterà, invece, di mettersi sulle tracce dell'Azerite, una risorsa dal valore inestimabile scoperta dopo il passaggio della Legione. Sarà possibile usarla per infondere il Cuore di Azeroth, una collana leggendaria che è stata affidata a ogni eroe da Magni Barbabronzea, così da personalizzare l'equipaggiamento con nuovi poteri e abilità.

Il nuovo livello massimo si spinge in là fino al 120, ma come è sempre successo con le ultime espansioni sarà subito possibile giungere al livello 110, in modo da provare senza attese i nuovi contenuti di Battle for Azeroth. E ci sarà anche la nuova Comunità multi reame. Tutte le informazioni sull'espansione si trovano sul sito ufficiale.

World of Warcraft Classic è un'iniziativa che permetterà ai nostalgici di riscoprire World of Warcraft così com'era alle origini, o di ritornare a una delle precedenti espansioni. C'è chi ritiene, ad esempio, che l'apice del titolo sia stato raggiunto con Wrath of the Lich King (2008), e questo ha portato al proliferare di tutta una serie di server non ufficiali, con cui i giocatori vogliono tornare a cimentarsi con il maggiore livello di difficoltà di WoW agli esordi. Le nuove opzioni per i server classici all'interno di World of Warcraft Classic renderanno tutto questo possibile in via ufficiale.

Passando a Hearthstone, Coboldi & Catacombe introdurrà la nuova modalità Spedizioni. Si tratta di avventure sotterranee che si ispirano ai classici dungeon fantasy in cui i giocatori iniziano con un mazzo di base di una classe a scelta, affrontando nemici sempre più difficili, selezionati casualmente tra un nutrito gruppo di boss diversi. Progredendo, miglioreranno il proprio mazzo con le carte sottratte ai boss sconfitti, tra cui tesori esclusivi per le Spedizioni. Ma dovranno essere cauti, perché perdere un solo scontro concluderà il loro viaggio.

Tra le 135 carte di Coboldi & Catacombe ci saranno anche nuove potenti Pietre Magiche e sarà possibile ottenere 9 nuove Armi Leggendarie di classe. Spedizioni è una modalità per giocatore singolo gratuita, mentre il modello di business di Blizzard con questo gioco rimane imperniato sull'acquisto delle buste di carte, che inizieranno a essere disponibili prima del lancio dell'espansione. Che avverrà nel mese di dicembre per Windows, Mac, Android e iOS. Altre informazioni si trovano sul sito ufficiale.

Per quanto riguarda Overwatch, invece, arriva il nuovo Eroe Moira, un supporto. Ci sarà anche la mappa ibrida Blizzard World ambientata in un parco a tema con alcune ambientazioni iconiche dei giochi Blizzard come Azeroth, Tristram e il Settore Koprulu. Non manca il nuovo Corto Animato dedicato a Reinhardt.

Per Heroes of the Storm ci sarà un nuovo update generale che migliorerà diverse meccaniche di gioco e introdurrà i nuovi eroi Alexstrasza e Hanzo. Fra i miglioramenti ci saranno novità per quanto riguarda il sistema di matchmaking, la chat vocale, le inquadrature, le meccaniche sul campo di battaglia. L'Update 2018 di Hots arriverà sul PTR più avanti nel corso di questo mese.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8306 Novembre 2017, 14:29 #1
bene Starcraft 2 gratis, finalmente ci giocheró o meglio lo proverò...

Capitolo WOW... mah vedo enormi complicazioni all'orizzonte e fondamentalmente roba trita e ritrita: sblochci la nuova razza, rilivelli con bonus fino al 120 e la usi in combat PVE e PVA (mah). Il PVP è morto dopo la WOTLK..

Interessante la versione Classic, se sarà gratuita (non credo proprio) o avrà un costo accessibile (tantomeno) potrei pensare di farci un giro, giusto per vedere l'effetto che fa.
Monroo06 Novembre 2017, 20:33 #2
Originariamente inviato da: emanuele83
bene Starcraft 2 gratis, finalmente ci giocheró o meglio lo proverò...

Capitolo WOW... mah vedo enormi complicazioni all'orizzonte e fondamentalmente roba trita e ritrita: sblochci la nuova razza, rilivelli con bonus fino al 120 e la usi in combat PVE e PVA (mah). Il PVP è morto dopo la WOTLK..

Interessante la versione Classic, se sarà gratuita (non credo proprio) o avrà un costo accessibile (tantomeno) potrei pensare di farci un giro, giusto per vedere l'effetto che fa.


Lo potevi provare da anni, la versione "introduttiva" era gratuita.
Hanno reso gratuita tutta la campagna dei Terran, quello sì.
Madcrix06 Novembre 2017, 22:28 #3
Ma SC2 è un pacco, c'è un motivo se non ci gioca nessuno malgrado tutti i dindi sperperati da Blizzard per supportare un e-sport moribondo
La campagna è gradevole ma niente di fondamentale, campagne epiche come SC o Warcraft 3 non se ne vedono più
AnTrA07 Novembre 2017, 11:36 #4
A mio parere una delle edizioni più sottotono della BlizzCon degli ultimi anni. Praticamente zero novità (la trilionesima espansione di WOW non sorprende più nessuno), unica nota positiva il free-to-play di Wings of Liberty. Il vuoto pneumatico riguardo a Diablo conferma quello che si era detto su queste pagine, nella recensione dell'Ascesa del Negromante, sulla maintenance mode del terzo capitolo. No news sulle vociferate remastered di WarCraft III e Diablo II, no news sul vociferato quarto capitolo di Diablo, no news sul secondo film di WarCraft.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^