Starbound: una meraviglia in perenne mutamento

Starbound: una meraviglia in perenne mutamento

Starbound, seguito spirituale di Terraria, sa come farsi desiderare. Gioco d'avventura sandbox con una storia, Starbound offrirà al giocatore ampie possibilità di personalizzazione.

di Gioacchino Visciola pubblicata il , alle 09:55 nel canale Videogames
 

Con i famosi aggiornamenti giornalieri, il team Chucklefish non ci concede un attimo di sosta. Update su update, il sandbox spaziale non smette mai di ricevere novità o miglioramenti su alcuni aspetti del gioco.

Starbound

Tutto molto bello, se non fosse che molti si sono stancati, chiedendo a gran voce il rilascio della Beta. Ma c’è un problema che pochi hanno portato alla luce: aggiornare continuamente il gioco con nuove meccaniche giova davvero al prodotto finale?

Prima sono state introdotte le ricette, specifiche per ogni razza; poi siamo passati alle note musicali “abc”; ora al canto, seguito poi dall’introduzione degli asteroidi. Non fraintendetemi, migliorare e “approfondire” le meccaniche di gioco è parte fondamentale; ma l’introduzione in fasi così avanzate dello sviluppo è davvero qualcosa che non comprendo appieno.

A fianco di un aggiornamento e bug fix importante sulle meccaniche di gioco leggo dell’introduzione delle ricette; mi viene lecito pensare: ma a che punto dello sviluppo siamo? Siamo alla limatura del gioco o alle sue fasi iniziali?

Ho come la sensazione che Chucklefish si stia impantanando in un errore tipicamente “da novellini”: il continuo introdurre meccaniche di gioco, senza alcun freno inibitorio. Si tratta di un circolo vizioso che ha distrutto la volontà di tantissimi sviluppatori.

Ricette ed asteroidi dovrebbero andare in secondo piano rispetto alla limatura delle meccaniche base; per non parlare poi della superficialità di queste introduzioni rispetto ad alcuni tagli importanti effettuati per mancanza di tempo: all’inizio dell’avventura si promise una base spaziale, con possibilità di ingrandirla e personalizzarla, cosa che naturalmente ora non è più tanto contemplata dagli sviluppatori (e se credete che i comparti modulari dell’astronave siano la stessa cosa del possedere e costruire una base spaziale, non avete visto abbastanza Star Wars da essere credibili!) Stessa cosa è successa con i Mech, meccanica tanto apprezzata quanto “desaparecida” dai numerosi aggiornamenti.

Ora, se Mister Starbound venisse da me chiedendo cosa vorrei e cosa no, gli direi tranquillamente: lascia stare le tue manie da chef Ramsay e ridammi i Mech e la possibilità di farmi una simil Morte Nera. Voglio assolutamente un robot gigante della morte (scusami Sid, ti rubo la battuta) per portare pace amore e prosperità ai Florian, con annesso lancio orbitale dall’Hangar della mia “Base Spaziale della Morte Gigante” – ci tengo molto alla concretezza di nomi.

Ad ogni modo, quello che sin’ora si è visto di Starbound è molto promettente. Nelle mie intenzioni non voglio assolutamente mettere in dubbio che Starbound sarà un grande capolavoro, ma solo condividere un pensiero.

Altri dettagli su Starbound si trovano qui.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^