Star Citizen raggiunge i 17 milioni di dollari

Star Citizen raggiunge i 17 milioni di dollari

Roberts Space Industries annuncia che l'Hangar Store è adesso disponibile, in largo anticipo rispetto al lancio del nuovo gioco di combattimento spaziale di Chris Roberts.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Videogames
 

Su Roberts Space Industries è adesso disponibile una lettera di Chris Roberts, il direttore del progetto Star Citizen oltre che di altri grandi giochi dello stesso genere come Wing Commander e Freelancer, con cui si ringraziano gli utenti che hanno finanziato il nuovo simulatore spaziale, portando il computo dei fondi sin qui ottenuti a 17 milioni di dollari, che era uno dei traguardi che Rsi si era imposta.

Star Citizen

"Vorrei porgere i miei più sentiti ringraziamenti a ognuno di voi!", scrive Roberts, non nascondendo una certa euforia. "Abbiamo raggiunto il nuovo traguardo in meno di 7 giorni dal precedente traguardo dei 16 milioni di dollari. La forza di questa community è semplicemente incredibile!"

"Abbiamo ancora molta strada da fare prima di essere completamente finanziati dalla community, ma se teniamo questo passo potremmo farcela entro la fine dell'anno! Ci state seguendo con grande entusiasmo e questo spinge il team di sviluppo a creare la migliore simulazione spaziale di sempre!"

Ciascuno dei donatori, con il raggiungimento del traguardo dei 17 milioni, ottiene uno speciale "ship upgrade pack", mentre presto arriverà anche un nuovo modificatore per il motore. Sbloccano, inoltre, un'ulteriore classe di nave pilotabile, l'enorme incrociatore da battaglia.

Coloro che aiuteranno a raggiungere il prossimo traguardo, quello dei 19 milioni di dollari, otterranno: un manuale sugli stili di combattimento in formato PDF, la possibilità di competere per conquistare e gestire le stazioni spaziali, mentre il "museo Rsi" inizierà ad andare in onda a cadenza mensile, mostrando ogni volta una diversa feature del gioco.

Rsi annuncia anche che l'Hangar Store è adesso disponibile, consentendo di acquistare crediti in-game ma anche elementi per le navi come laser extra. Ma il team di Roberts ci tiene a precisare che: "Attenzione, l'acquisto di uno stock di laser extra non fornirà alcun grande vantaggio quando Star Citizen verrà lanciato. Quando il gioco sarà disponibile ci sarà molto da scoprire e le armi e i potenziamenti migliori si otterranno solo giocando molto e recandosi nei pianeti appropriati. In ultima analisi, tutti gli elementi oggi acquistabili nello store in futuro saranno acquistabili tramite gli UEC guadagnati nel gioco. Al di fuori del primo pacchetto di navi tutto sarà acquistabile tramite UEC nel gioco finale. In Star Citizen non si potrà vincere pagando!"

Star Citizen è un simulatore di combattimenti spaziali che mutua alcuni elementi della struttura di gioco del precedente gioco di Roberts, Freelancer, in cui il giocatore doveva spostarsi di pianeta in pianeta per vendere merci e arricchirsi per migliorare le sue navi spaziali, ma il tutto è calato nel contesto del gioco multiplayer di massa su mondo persistente.

La tecnologia CryEngine 3 consente a Star Citizen di renderizzare in tempo reale navi spaziali lunghe un chilometro mantenendo un alto livello di dettaglio. Se si esegue lo zoom in qualsiasi punto del mezzo, infatti, si possono ammirare i particolari come sconnessioni e appendici aerodinamiche.

Altri dettagli su Star Citizen si trovano qui.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ciocia02 Settembre 2013, 16:33 #1
Tecnicamente incredibile. Calcolando che e' stata confermata la lingua italiana, sara' un Must. Ma per il momento io passo. Non ho voglia di comprare e concentrarmi su un gioco che uscira' tra 1 anno e molto probabilmente a suo tempo non avro' + il tempo per giocarci.
mau.c02 Settembre 2013, 23:00 #2
non lo so, a me pare una sòla. ho l'ipressione che tutti gli sforzi siano per rastrellare dollaroni piuttosto che creare codice.

è comunque curioso che mostrino dei work in progress così indietro nello sviluppo esponendosi facilmente a essere copiati e anticipati. è tutto molto inusuale e un pochino sospetto a mio avviso, questo anche considerando l'originalità della proposta.

alla fine potrebbero tranquillamente uscire con un freelancer senza storia (che tra l'altro era il suo aspetto più coinvolgente e interessante) senza alcuna aggiunta significativa, cioè riproporre un anacronistico gioco di 10 anni fa.
Gigamez03 Settembre 2013, 00:20 #3
ci saranno due modalità di gioco: una online su un mondo persistente, ed un'altra come campagna single player con 50 missioni.

Personalmente ho già acquistato il gioco, facendo parte dei "finanziatori". Fino ad ora si è visto molto poco, ma sono fiducioso che se alla fine il risultato sarà costituito anche solo dalla metà di quello che dichiarano verrà fuori un capolavoro.
Mookas03 Settembre 2013, 01:38 #4
Io ci credo. Dal creatore di quel capolavoro di freelancer non può uscire una giofeca!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^