Star Citizen: Alpha 2.0 sul PTU

Star Citizen: Alpha 2.0 sul PTU

Cloud Imperium ha rilasciato sul PTU la Alpha 2.0, ma soltanto per i 1000 backer che si sono dimostrati più attivi nella segnalazione dei bug.

di Paolo Conflitti pubblicata il , alle 18:31 nel canale Videogames
Star Citizen
 

Giovedì 19 Novembre la CIG ha festeggiato il terzo anniversario della fine della campagna di crowd funding originale di Star Citizen con un lungo livestream dalla durata di 3 ore. Durante lo stream, Chris Roberts, Sandi Gardiner, Ben Lesnick e tutto il team Cloud Imperium sono intervenuti parlando del lavoro di sviluppo fatto finora ed illustrando le novità future in arrivo per il gioco.

L'evento è iniziato con la presentazione delle nuova campagna di vendite che ha avuto inizio il 20 Novembre e durerà fino al 29 Novembre. Per festeggiare questa ricorrenza, la CIG ha difatti deciso di rimettere in vendita tutte le astronavi uscite in passato, comprese alcune edizioni limitate, come la 350r o la Caterpillar, fornendo al contempo uno sconto sul merchandise fisico presente nello store. Alle vecchie navi se ne aggiungono però anche di nuove: sempre durante il livestream sono state presentate la nuova piattaforma di riparazione, la Anvil Crucible (423$), il minicaccia P-52 Archimedes (36$) e due nuove varianti per la Avenger, denominate Titan (60$) e Warlock (102$).

Star Citizen

La Anvil Crucible è una nave da riparazioni in volo caratterizzata dalla presenza di un'officina sganciabile, al cui interno sarà possibile ospitare caccia monoposto da riparare 'al chiuso'.

La capacità di questa officina di distaccarsi dal resto dello scafo è presto spiegata: la Crucible è stata progettata per essere in grado di effettuare operazioni di riparazione su qualsiasi nave, a prescindere dalle sue dimensioni. Pertanto, nel caso si debba riparare un'astronave di dimensioni medie, sarà possibile aprire l'officina ed avvicinare la Crucible alla zona danneggiata per svolgere in EVA tutte le operazioni necessarie.

Nel caso delle mastodontiche navi ammiraglie, invece, sarà possibile distaccare del tutto l'officina, che così potrà raggiungere in maniera più semplice ed immediata le porzioni dello scafo che necessitano di intervento immediato.

Star Citizen

L'Archimedes P-72 è invece il modello di lusso del minicaccia Merlin P-52, che viene fornito di serie con le RSI Constellation. Più precisamente, l'Archimedes sarà inclusa nella variante extra-lusso della Constellation, la Phoenix, ma probabilmente potrà anche essere stivata nel modello base della Constellation, previo acquisto separato.

Il P-72 si distingue dal fratello minore per la maggiore capacità offensiva (quattro cannoni di dimensione uno, contro i due della Merlin), e per il fatto che sacrifica il cannone Gatling inferiore a vantaggio di un ultracapacitore che permetterà alla nave di ricaricare autonomamente il carburante di boost, funzione assente sul P-52. Inoltre, l'Archimedes dovrebbe essere in grado di raggiungere delle velocità di punta ben maggiori di quelle della Merlin.

Star Citizen

Venendo alle varianti dell'Avenger, questo velivolo è una vecchia conoscenza dei fan di lunga data di Star Citizen, dato che fa parte delle navi della prima ondata presentate proprio durante la campagna Kickstarter, ma successivamente era stata lasciata da parte a favore dei velivoli più recenti. Si tratta di un mezzo pensato per l'interdizione ed il pattugliamento, in quanto è dotato di una capacità offensiva media e di un modulo prigionieri in cui custodire i criminali catturati. Ora, con l'introduzione delle varianti Titan e Warlock, i suoi campi di azione sono stati notevolmente ampliati. La Titan trasforma il modulo prigionieri in un'unità cargo standard, mentre la Warlock dispone di un sistema di generazione di impulsi EMP in grado di disattivare qualsiasi sistema o componente elettronico nelle vicinanze.

Star Citizen

Sempre rimanendo in tema di marketing, Cloud Imperium ha inoltre annunciato che in occasione del prossimo livestream, quello per gli auguri natalizi che si terrà il 16 Dicembre, partiranno i preorder dell'HOTAS componibile attualmente in sviluppo da Saitek, il cui prezzo oscillerà tra i 150$ ed i 400$ a seconda che si desideri soltanto l'HOTAS, i componenti aggiuntivi o l'intero pacchetto.

Per quanto riguarda invece le tematiche più strettamente inerenti al gioco, la CIG ha mostrato per la prima volta il ruolo che Mark Hamil (Luke Skywalker in Star Wars) ricoprirà in Squadron 42, mostrando anche un brevissimo filmato che lo vede salire a bordo di un caccia Gladius. Hamil interpreterà il ruolo del veterano 'Old Man' Colton, che ci accompagnerà in parte della campagna single player del gioco.

E' stato inoltre confermato il doppiaggio di Squadron 42 in Francese, Tedesco ed in Spagnolo, possibilmente con gli stessi doppiatori che prestano la voce nelle varie lingue agli attori del cast di SQ42. Per l'Italiano al momento sono previsti soltanto i sottotitoli, ma non è certo che usciranno contemporaneamente al lancio stesso del gioco.

Infine, l'ultima sezione del livestreaming è stata dedicata ai contenuti che potremo toccare con mano di qui a breve. Innanzitutto, la CIG ha mostrato il Club Milione di Miglia: una zona speciale, cui avranno accesso i cento, facoltosi fortunati che durante la campagna Kickstarter acquistarono il pacchetto Wing Commander comprensivo di tutto; tuttavia, sembra che in futuro anche gli altri Cittadini avranno modo di guadagnarsi l'accesso al locale, sebbene non sia ancora stato spiegato come.

Questa area si configura come una specie di sala relax riservata extra-lusso, con maxischermo, bar e personale dedicato, costituito da un buttafuori e dal barista. Per il momento, questa funzionalità, che è indirizzata al gameplay sociale di Star Citizen, in particolar modo quello legato alle Org, non aggiunge nulla di nuovo in termini di giocabilità: si tratta di un altro esempio tecnico del livello e della portata qualitativa degli ambienti che ci troveremo ad esplorare nel PU.

Ciò nonostante, il Club Milione di Miglia costituisce il primo, vero test dell'AI degli NPC, che per la prima volta fanno la loro comparsa nei moduli di Star Citizen lontano dalle battaglie spaziali e dalle astronavi. Si tratta dunque della prima applicazione del sistema della Sussitenza, l'algoritmo che regolerà il comportamento delle AI a terra, che in futuro verrà integrato anche nel modulo Sociale.

A conclusione dello stream, Cloud Imperium ha anche annunciato che il tanto atteso Star Citizen Alpha 2.0 è adesso disponibile sul PTU, sebbene il primo rilascio sarà ad accesso extra limitato. La CIG ha difatti selezionato circa 1000 backer, i più attivi a segnalare bug e problemi di gioco alla casa americana, invitandoli a provare in anteprima assoluta la build Alpha 2.0. Questa decisione è stata dettata dal fatto che, purtroppo, il mini-PU presenta svariati problemi che necessitano ancora di una soluzione, e la CIG ha bisogno di effettuare una serie di stress test della piattaforma prima di poterla rilasciare definitivamente al pubblico. Pertanto, questo rilascio in PTU nasce dalla necessità di testare in maniera più rigorosa ed estesa la nuova patch di Star Citizen, necessità per la quale Cloud Imperium si è rivolta direttamente alla comunità. Non è noto quanto tempo durerà questa fase di test, ma una volta che la build sarà giudicata matura, questa verrà direttamente rilasciata direttamente sui server live per tutti i backer.

La prossima settimana vi mostreremo una serie di immagini e di video riguardanti i nuovi contenuti della Alpha 2.0, provenienti direttamente dal PTU. Per il momento, però, vi possiamo assicurare che l'aggiornamento si trova in condizioni tali da non rendere effettivamente possibile un rilascio a tutti i backer. Il mini-PU sembra soffrire di una serie di problemi, collegati principalmente al GIM, che rendono difficoltoso rimanere in gioco per più di dieci minuti senza sperimentare crash o disconnessioni improvvise. Si tratta di una situazione che si può ritenere normale in una fase di sviluppo così preliminare come quella in cui si trova questo progetto, ma sicuramente questi problemi influenzano in maniera pesantemente negativa la godibilità del titolo, motivo che è sicuramente alla base della decisione della CIG di non rilasciare apertamente la nuova build.

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash8820 Novembre 2015, 18:49 #1
Ancora pubblicità per questa truffa di SC?
floc20 Novembre 2015, 19:17 #2
mah, siamo alle solite, hanno finito 1/10 di quello che avevano promesso all'inizio e continuano ad aggiungere, meccaniche, idee e navi... Sembrano gli sceneggiatori di Lost. E sappiamo tutti com'e' finita.



Marok20 Novembre 2015, 19:58 #3
Originariamente inviato da: floc
mah, siamo alle solite, hanno finito 1/10 di quello che avevano promesso all'inizio e continuano ad aggiungere, meccaniche, idee e navi... Sembrano gli sceneggiatori di Lost. E sappiamo tutti com'e' finita.


Hanno capito che gli bastano i fissati e collezionisti (di navi finte) per far una valanga di soldi.
L'importante è il viaggio non la meta
Noir7920 Novembre 2015, 21:01 #4
Originariamente inviato da: Vash88
Ancora pubblicità per questa truffa di SC?


Ancora che stai qui a scrivere stronzate? Questo gioco attira l'ignoranza piú di ogni altro.

Originariamente inviato da: floc
mah, siamo alle solite, hanno finito 1/10 di quello che avevano promesso all'inizio e continuano ad aggiungere, meccaniche, idee e navi... Sembrano gli sceneggiatori di Lost. E sappiamo tutti com'e' finita.


Cosa avevano promesso della 2.0 che non hanno rilasciato, esattamente? E per l'appunto l'hanno rilasciata sulla PTU, non certo a tutti - proprio perché devono ancora risolvere problemi di stabilitá.
beppe9021 Novembre 2015, 06:51 #5
Qualcuno un po' ferrato sarebbe in grado di spiegare bene cos'è sto gioco?? Da quello che ho capito io adesso sembra una sorta di second Life con i combattimenti nello spazio. Perché dico così, perché non sono solo combattimenti ma ci sono navi solo cargo, navi officina, le navi della polizia stradale, navi prettamente gestionali che non hanno nemmeno una pistoletta, componenti FPS da installare a parte e altre cose che ormai ho dimenticato. Tutto ciò ad'un costo abbastanza folle. Perciò la mia domanda è: che genere di gioco è questo??
kirylo21 Novembre 2015, 08:57 #6
Ma perché la gente parla tanto per parlare senza neanche aver capito il minimo indispensabile? Sapete almeno cosa sia il crowdfunding?
Quando uno investe mette a rischio del denaro per un'ipotetico guadagno, i backer sanno cosa rischiano e sanno già quale sarà l'ipotetico guadagno, dove sta la truffa? Spiegatemelo. Mi sembrate mia nonno che critica gli investimenti in borsa.
ice_v21 Novembre 2015, 10:48 #7
Originariamente inviato da: Vash88
Ancora pubblicità per questa truffa di SC?


Originariamente inviato da: floc
mah, siamo alle solite, hanno finito 1/10 di quello che avevano promesso all'inizio e continuano ad aggiungere, meccaniche, idee e navi... Sembrano gli sceneggiatori di Lost. E sappiamo tutti com'e' finita.


Ma non vi sentite un po' sfigati a continuare con sto repertorio della "truffa"?

Cioè, ci sono ormai i nomi di attori rinomati come Mark Hamill, Gary Oldman e Andy Serkis (solo per citarne alcuni) legati al progetto, e voi ancora qui dare sfogo alla vostra ignoranza...


Lo sviluppo è un po' in ritardo e lo sanno tutti, ma è comunque ben entro i limiti di tempo tipici di sviluppo per questo genere di giochi:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Originariamente inviato da: beppe90
Qualcuno un po' ferrato sarebbe in grado di spiegare bene cos'è sto gioco?? Da quello che ho capito io adesso sembra una sorta di second Life con i combattimenti nello spazio. Perché dico così, perché non sono solo combattimenti ma ci sono navi solo cargo, navi officina, le navi della polizia stradale, navi prettamente gestionali che non hanno nemmeno una pistoletta, componenti FPS da installare a parte e altre cose che ormai ho dimenticato. Tutto ciò ad'un costo abbastanza folle. Perciò la mia domanda è: che genere di gioco è questo??




Hai capito abbastanza poco.

Star Citizen è un mmorpg ambientato nello spazio nell'anno 2600 circa. Si prefigge come un mmorpg abbastanza unico nel suo genere date le dimensioni del progetto, il genere sci-fi (tendenzialmente poco usato nei mmorpg), il fatto che è principalmente un FPS (sebbene si può switchare alla terza persona quando si vuole) e il fatto che il tutto è finanziato senza l'aiuto di un grosso publisher/editore dell'industria videoludica. Il che lo rende tecnicamente un indie game.

IL gioco avrà anche una componente single player (Squadron 42) che coinvolge grossi nomi di attori hollywoodiani come Mark Hamill, Gary Oldman, Mark Strong, Andy Serkis e tanti altri ancora.

Il costo per portare a termine un titolo di questa portata è ovviamente abbastanza alto...ma il costo per accedervi è abbastanza irrisorio: 43€ per uno starter pack che di da accesso a praticamente tutto fatto fin'ora.

...quindi no...non credo lo si possa minimamente comparare a Second Life
Oenimora21 Novembre 2015, 21:13 #8
Originariamente inviato da: beppe90
Da quello che ho capito io adesso sembra una sorta di second Life con i combattimenti nello spazio.

Se fosse come Second Life, potresti crearti tu le tue astronavi e stazioni spaziali (e magari venderle), e creeresti il tuo piccolo MMORPG personale nella tua "sim" spaziale... come in effetti vari utenti di Second Life hanno fatto
Vash8822 Novembre 2015, 05:15 #9
Un attore lavora per soldi, ha un contratto, basta che venga pagato.
Campagna aperta ad Ottobre 2012. Al 22 novembre 2015, dopo 37 mesi esce una versione instabile per 1000 persone e un bar. Avevano promesso una release a Novembre 2014. Io sarò ignorante, ma loro non sanno leggere l'orologio.
Ci sono molti dubbi perfino che sia realizzabile, sicuramente non come lo hanno venduto al pubblico fin'ora. Con 95.500.000$ versati nelle casse devono essere inappuntabili, invece ad ogni report sono in ritardo. Non mi aspetto una versione giocabile del PU prima di altri 24 mesi. Probabilmente Chris Roberts è un visionario, ma fin'ora ha provocato soprattutto allucinazioni collettive

Appena sarà uscito il modulo single player completo avranno i miei soldi. Prima è tutta fuffa.
http://www.polygon.com/2015/11/7/96...hell-spend-more

Intanto un pazzo ci ha speso sopra circa 30000$
tony7322 Novembre 2015, 13:46 #10
Originariamente inviato da: Noir79
Cosa avevano promesso della 2.0 che non hanno rilasciato, esattamente?


Uhm vediamo un po... AH si ci sono! il gioco!!!

Quanti punti ha perso il caro Chris

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^