Sony non è più partner della Fifa e della Coppa del Mondo di calcio

Sony non è più partner della Fifa e della Coppa del Mondo di calcio

Sony sostiene di aver preso questa decisione per motivi finanziari, ma l'annuncio arriva subito dopo le accuse di corruzione all'interno della Fifa.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:39 nel canale Videogames
Sony
 

Sony ha deciso di non rinnovare il suo contratto di sponsorizzazione agli eventi Fifa. Sostiene che questa scelta deriva dal fatto che i costi della partnership sono sempre più alti, e che il precedente accordo non era più conveniente.

Secondo un rapporto Nikkei, il contratto di 8 anni tra Sony e Fifa aveva un valore di 33 miliardi di yen (circa 225 milioni di euro). È stato firmato nel 2005 e ha reso Sony per tutti questi anni uno dei sei partner ufficiali della Fifa. Questo ha fatto in modo che alcuni brand della società, in particolare PlayStation, fossero utilizzati negli spazi pubblicitari di oltre 40 tornei internazionali di calcio, tra cui le Coppe del Mondo 2010 e 2014.

"Questa partnership ci consente di associare i nostri prodotti all'emozione e al pathos dati dagli eventi calcistici Fifa e mostrano a miliardi di persone in tutto il mondo come Sony migliora il loro modo di vivere, di lavorare e di giocare", è la motivazione ufficiale alla base dell'accordo con Fifa secondo quanto si legge sul sito Sony.

Ma evidentemente queste ragioni vengono meno adesso, in un momento finanziariamente molto delicato per Sony, anche alla luce dell'aumento del costo della sponsorizzazione voluto dalla Fifa.

D'altra parte, negli ultimi giorni si sono diffuse diverse indiscrezioni relativamente a presunte corruzioni all'interno della Fifa, legate alle elezioni delle figure di rappresentanza dell'organizzazione e alla scelta dei paesi ospitanti delle future Coppe del Mondo. La situazione si fa ancora più grave a causa delle segnalazioni di violazione dei diritti umani nel Qatar, il paese che ospiterà i Mondiali nel 2022.

Secondo il Daily Mail, Sony ha espresso pubblicamente la sua preoccupazione per il rispetto "dell'etica e del fair play" all'interno della Fifa, appoggiando le posizioni di Emirates, l'altro grande colosso che ha rinunciato all'estensione del contratto con la Fifa.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^