Sony chiude lo studio di MotorStorm e DriveClub

Sony chiude lo studio di MotorStorm e DriveClub

Sony rinuncia alla software house che aveva realizzato i giochi di guida arcade World Rally Championship, MotorStorm e il recente DriveClub.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:03 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Sony ha confermato la chiusura di Evolution Studios, la software house che aveva realizzato alcuni apprezzati giochi di guida, come il titolo di lancio di PS3 MotorStorm. "Negli SCE Worldwide Studios vengono fatte revisioni periodiche al fine di ottimizzare le risorse all'interno di uno scenario competitivo che sia in grado di creare e progetti innovativi, di qualità e commercialmente validi", si legge nel comunicato diramato da Sony.

MotorStorm

"Abbiamo quindi valutato tutti i progetti e i piani in corso per il breve e il medio termine e abbiamo deciso di apportare alcune modifiche alla struttura degli studi europei. Il risultato di questo processo è che Evolution Studios chiuderà".

Con sede nel nel Runcorn, Cheshire, Evolution Studios era stata fondata nel 1999 da Martin Kenwright (Digital Image Design) e Ian Hetherington (Psygnosis). Prima di MotorStorm aveva sviluppato la serie WRC.

Rilasciato nel 2007, MotorStorm prevedeva vari tipi di veicoli come moto, pick-up, camion, quad, auto da rally, buggy, tir e motocross tutti da fuori strada, e si contraddistingueva soprattutto per l'ottima fisica. Il più recente DriveClub, invece, permetteva di guidare una serie di vetture più realistiche in una cornice da titolo online.

La nostra recensione di DriveClub si trova qui.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaulGuru23 Marzo 2016, 09:19 #1
Il riferimento assoluto dell'indecenza applicata ad un titolo di guida automobilistica rimane quindi a NFS.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^