Sondaggio AVM: non c'è un'età per giocare e la piattaforma preferita è il PC

Sondaggio AVM: non c'è un'età per giocare e la piattaforma preferita è il PC

Secondo i risultati del sondaggio promosso dalla società berlinese responsabile dei router FRITZ!Box i gamer europei hanno prevalentemente tra i 18 e i 40 anni e amano giocare sul PC. Interessanti anche i dati sulla qualità delle connessioni europee.

di Redazione pubblicata il , alle 13:56 nel canale Videogames
Avm
 

AVM ha sottoposto negli scorsi mesi un sondaggio a tutti i giocatori: su oltre 15.000 partecipanti, sono stati 12.616 gli utenti che hanno risposto in modo dettagliato alle domande riguardanti le loro preferenze ed abitudini, le infrastrutture in uso ed i relativi problemi e comunicato le proprie aspettative in merito al router perfetto per i gamer.

La stragrande maggioranza dei quali risulta di genere maschile (96%) e di età compresa tra 18 e 40 anni. Quanto alla "quota rosa”, ha prevalentemente un'età compresa tra i 40 e i 49 anni e si concentra principalmente nei Paesi Bassi con il 7%, seguiti dalla Germania col 3,7% e dall'Italia col 2,6%.

Tornando alle fasce d'età, il sondaggio ha evidenziato un fattore comune: non esiste un'età specifica per il gioco. Il 29% dei partecipanti che ha indicato la propria età ha tra i 18 e i 29 anni, il 23% ha dai 30 ai 39 anni, il 22% ha invece dai 40 ai 49 anni mentre il 14% appartiene alla fascia d'età 50-59. I minori di 18 anni e gli over 60 e 70 hanno totalizzato complessivamente il 12%.

Un altro risultato omogeneo riguarda la piattaforma di gioco prediletta, ossia il PC, menzionato da oltre l'82% dei partecipanti. Per quanto riguarda l'infrastruttura in uso, l'opzione primaria è rappresentata dalla connessione cablata via LAN o Powerline (63%), laddove però la maggior parte degli utenti wireless si trova in Italia, portando alla conclusione che le tecnologie Powerline nello specifico non godano nel nostro Paese della stessa diffusione di cui beneficiano altrove, un risultato indubbiamente aperto a variazioni nel corso del tempo.

Relativamente alle abitudini di gioco, la maggior parte dei partecipanti ha dichiarato di giocare per meno di 5 ore alla settimana (33%), 3.643 partecipanti giocano tra le 5 e le 10 ore settimanali, seguiti a breve distanza da un 23% che trascorre dalle 10 alle 20 ore a settimana con i videogiochi. I partecipanti che dedicano invece oltre 20 ore settimanali rappresentano solamente il 15% del totale. Un dato interessante: coloro che giocano per più ore utilizzano solitamente il PC (il 91% gioca per oltre 20 ore a settimana), mentre i giocatori che fanno uso esclusivo di console e/o dispositivi mobili giocano per meno di 5 ore. Oltre a ciò, i partecipanti che hanno dichiarato di giocare a 4 o più diversi generi di videogames (6%) si dilettano solitamente per oltre 20 ore settimanali.

Per quanto riguarda i generi di gioco preferiti, troviamo in testa alla classifica i giochi d'azione, scelti dal 45% dei partecipanti, seguiti dai giochi sparatutto (scelti dal 44% dei partecipanti totali e dal 63% di quelli appartenenti alla fascia d'età 18-29), strategia (43%) e giochi online (36%). Relativamente ai giochi online, tipologia classificatasi al quarto posto tra i generi preferiti, i gamer preferiscono la modalità multiplayer e giocano tra le 10 e le 20 ore settimanali.

Le differenze riscontrate tra le preferenze appaiono strettamente legate all'età dei partecipanti al sondaggio: mentre i gamer fino ai 39 anni di età prediligono i generi sparatutto, azione e online, questa preferenza tende a diminuire dopo i 40 in favore dei giochi di strategia e di ruolo.

Il sondaggio includeva anche domande riguardanti la qualità della connessione, fattore decisamente essenziale per i gamer. Oltre il 70% dei partecipanti ha lasciato un commento sul tema ma solo il 20.3% ha riportato una qualità della connessione a volte o quasi sempre scarsa: un'incoraggiante valutazione riguardo all'attuale livello di connettività di cui gli utenti possono beneficiare. Si nota tuttavia una significativa discrepanza tra i valori registrati nell'Europa settentrionale e quanto indicato dagli utenti italiani: oltre il 73% dei giudizi negativi (il 14% dei gamer che hanno risposto a questa domanda) provengono dall'Italia e rappresentano oltre 1/3 degli italiani che hanno risposto a questa domanda (4.008).

Per conoscere gli ultimi avanzamenti tecnologici introdotti da AVM nei suoi prodotti leggete la recensione del FRITZ!Box 3490.

AVM survey

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gerko22 Settembre 2015, 14:08 #1
Quando sono arrivato a leggere che le peercentuali superavano di gran lunga il cento per cento ho smesso di leggere.
Bivvoz22 Settembre 2015, 14:12 #2
Aspetta aspetta... dov'era quel post... ah si...

Originariamente inviato da: condor.07
La verità... è che se fosse per le case di Gaming... nemmeno li farebbero più i videogiochi destinati ai PC

Tranne i fanatici Gaming pieni di soldi... ormai al PC non ci gioca più nessuno!

Per non parlare che tutti i giorni per PC sono facilmente scaricabile e giocabile senza modifiche varie e rischio Ban come le Console

Prima la gente giocava molto perchè i giochi erano semplici, non servivano Schede Grafiche costoso (per fare la differenza)... e soprattutto non c'era Internet (o comunque non così diffuso come nell'ultimo decennio)

Basti vedere quanto l'hanno tirata lunga per GTA V, uno dei giochi Nati su PC!

Ormai a parte qualche punta e clicca stile Monkey Island, SimCity, o qualche emulatore per giochi vecchi... non vedo il motivo di giocare su PC

E' probabile che molte case abbandoneranno questa piattaforma in futuro.
Bivvoz22 Settembre 2015, 14:15 #3
Originariamente inviato da: gerko
Quando sono arrivato a leggere che le peercentuali superavano di gran lunga il cento per cento ho smesso di leggere.


E perchè mai?
Uno non può giocare con più di un dispositivo?
scriptors22 Settembre 2015, 14:21 #4
Leggendo il titolo mi sono preoccupato, visti i miei quasi 48 anni ...

... resto in trepidante attesa di Fallout 4

... ovviamente su PC
demon7722 Settembre 2015, 14:23 #5
Originariamente inviato da: Bivvoz
Aspetta aspetta... dov'era quel post... ah si...


Lo stavo cercando pure io!
gerko22 Settembre 2015, 14:29 #6
Originariamente inviato da: Bivvoz
E perchè mai?
Uno non può giocare con più di un dispositivo?


Si ovviamente, ma l'articolo non mi sembra snocciolare bene la questione. Come Ho letto sembra che un 45 gioca a , un'altro 44 gioca a e un'altro 40 gioca a.
Si poteva spiegare meglio la statistica fatta.
ambaradan7422 Settembre 2015, 14:36 #7
Mi pare un sondaggio semplicemente assurdo.

Per il semplice motivo che sicuramente e' stato fatto tramite internet, ovvero il PC.

Quindi 2+2...
Bivvoz22 Settembre 2015, 14:39 #8
Originariamente inviato da: ambaradan74
Mi pare un sondaggio semplicemente assurdo.

Per il semplice motivo che sicuramente e' stato fatto tramite internet, ovvero il PC.

Quindi 2+2...


Probabilmente è vero che un sondaggio via web sia molto più visibile a chi ha il pc ma scrivere oggi "internet, ovvero il pc" quando la maggior parte dei dispositivi che hanno accesso al web sono ormai smartphone e tablet mi sembra un po' esagerato.

Certo se il sondaggio era fatto in flash...
scriptors22 Settembre 2015, 14:46 #9
il frigo mi ha avvisato che, insieme alla lavastoviglie, hanno completato le risposte al sondaggio ... e che il latte sta per finire
AlPaBo22 Settembre 2015, 14:53 #10
Originariamente inviato da: ambaradan74
Mi pare un sondaggio semplicemente assurdo.

Per il semplice motivo che sicuramente e' stato fatto tramite internet, ovvero il PC.

Quindi 2+2...


Se vai sul sito originale (http://it.avm.de/stampa/comunicati-...rativa-europea/ ), cosa che bisognerebbe sempre fare nel caso di dubbi, ti rendi conto che il sondaggio è stato fatto presumibilmente ai possessori di un router Fritz, immagino scegliendo tra i modelli orientato al video gioco. Su 15000 utenti contattati hanno risposto 12616, ottimo risultato per un sondaggio di questo tipo.
C'è sì un effetto di selezione (non viene rappresentato chi non acquista un router Fritz), ma l'effetto non dovrebbe essere molto grande.
Naturalmente, se non ci si informa, si ha la tendenza a diventare complottisti. Vorrei almeno sapere cosa significa quel 2+2, ovvero a che complotto stai pensando.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^