Siege of Dragonspear, un'espansione per Baldur's Gate a 17 anni dall'uscita del gioco originale

Siege of Dragonspear, un'espansione per Baldur's Gate a 17 anni dall'uscita del gioco originale

Adventure Y è un nome in codice utilizzato da Beamdog per quella che adesso viene presentata come l'espansione di Baldur’s Gate Enhanced Edition.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:31 nel canale Videogames
 

Lo studio canadese Beamdog e Wizards of the Coast, proprietaria dei diritti su Dungeons & Dragons, hanno annunciato Baldur’s Gate: Siege of Dragonspear. Precedentemente conosciuta come Adventure Y, sarà l'espansione di Baldur’s Gate: Enhanced Edition con oltre 25 ore di gioco aggiuntive, nuove aree, nuovi mostri da affrontare e nuovi tesori da scoprire.

Baldur’s Gate: Siege of Dragonspear

Rappresenterà un ampliamento della precedente Enhanced Edition con una nuova storia contestualizzata tra gli eventi del primo e del secondo Baldur's Gate. Ci saranno nuovi compagni d'avventura, oggetti magici personalizzabili e una nuova intefaccia utente. Siege of Dragonspear sarà rilasciato nel corso dell'anno sulle piattaforme PC, Mac, Linux e iOS.

Beamdog ha trovato una formula vincente in grado di rendere appetibili ancora oggi dei titoli che irrimediabilmente appartengono al passato. Li adatta in certi casi alla modernità, visto che i suoi Baldur's Gate sono oggi giocabili anche sui dispositivi mobile, andando ad attrarre anche il pubblico più giovane. Il tutto senza perdere il fascino classico e la profondità di questi splendidi, e per certi versi unici ancora oggi, giochi di ruolo.

"Non abbiamo ancora finito con Baldur's Gate, e pensiamo che anche i fan si aspettino altri rilasci", ha detto Liam Nessler di Beamdog. "La gente chiede nuovi episodi di Baldur's Gate fin dai tempi dell'uscita di Throne of Bhaal nel 2001, e anche noi di Beamdog siamo dei fan irriducibili della serie. Non potevamo lasciarsi sfuggire l'opportunità di aggiungere una storia del tutto nostra alla serie".

"Può sembrare assurdo rilasciare un'espansione di un gioco uscito 17 anni fa, ma in realtà ha senso", ha aggiunto Greg Tito, direttore della comunicazione. "Beamdog ha fatto un grande lavoro per aggiornare il vecchio codice ai nuovi sistemi operativi e ai nuovi dispositivi, e questo vale sia per Baldur's Gate che per Icewind Dale. Oltre alla capacità tecnica del team guidato da Trent Oster, bisogna sottolineare che tutti i suoi componenti sono fan sfegatati di D&D e amano la tradizione dei Forgotten Realms. Per loro è davvero emozionante poter aggiungere una storia a D&D".

Un elemento importante della storia, contestualizzata all'interno della seconda edizione di D&D (oggi è giunto alla quinta), riguarda il fatto che è incentrata sul castello di Dragonspear, un avamposto storicamente dominato da creature demoniache e umanoidi malvagi.

Dentro il castello si trova anche un tempio dedicato al dio della guerra Tempus, che rappresenta il principale legame tra la storia di Beamdog e la tradizione di D&D. Un guerriero conosciuto come Shining Lady sta conducendo una crociata nel nord, precisamente nella Costa della Spada (Sword Coast nella versione originale), ovvero la location dove si svolgono la maggior parte degli avvenimenti dei giochi ambientati nei Forgotten Realms. Figlia di un dio come il personaggio interpretato dal giocatore, la Shining Lady sarà protagonista di uno scontro epico tra le rovine del castello di Dragonspear.

Il castello in questione è un posto iconico per tutti i fan di Dungeons & Dragons, ed è tornato più volte al centro delle vicende. Non è la prima volta che appare in un videogioco, visto che era presente in Baldur’s Gate: Dark Alliance II e nel gioco mobile Dungeons & Dragons: Arena of War.

Costruito da un avventuriero con le fortune raccolte in una vita è stato poi presidiato dalle forze del male, e ha iniziato a eruttare diavoli e creature demoniache. Armate provenienti da Baldur’s Gate e Waterdeep hanno provato più volte a fermare tutto questo, ma il portale che conduce all'inferno non è mai stato chiuso.

Sebbene il castello faccia parte della tradizione Dungeon & Dragons, e per questo non può essere personalizzato più di tanto, le specifiche delle caverne che si trovano sotto di esso non sono determinate. Questo ha lasciato molto spazio d'intervento a Beamdog, che ha potuto esplicitare la propria visione di Dragonspear in questa espansione.

Siege of Dragonspear offrirà anche nuove aree disegnate a mano della Costa della Spada, oltre che nuove opportunità di personalizzazione per l'eroe. Torna il cast originale di personaggi, insieme a quattro nuovi eroi. E Beamdog ha potenziato l'Infinity Engine per poter offrire una nuova interfaccia utente. Ci sarà una nuova classe e una colonna sonora originale realizzata dal compositore di Mass Effect Sam Hulick. Non mancheranno il multiplayer cross-platform tra tutte le piattaforme supportate e una modalità Story Mode che permetterà di vivere la storia in maniera tranquilla con un livello di difficoltà basso per la parte di gioco.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
karrygun10 Luglio 2015, 19:20 #1
bene, un altro gioco da comprare. peccato che la grafica sarà sempre la stessa. potevo capire a dettagli bassi di aver la stessa qualità grafica, ma con pc piu potenti no...

buon divertimento e "ogni eroe ha il suo criceto".

uno dei gridi di battaglia piu belli
fraussantin11 Luglio 2015, 08:02 #2
Originariamente inviato da: karrygun
bene, un altro gioco da comprare. peccato che la grafica sarà sempre la stessa. potevo capire a dettagli bassi di aver la stessa qualità grafica, ma con pc piu potenti no...

buon divertimento e "ogni eroe ha il suo criceto".

uno dei gridi di battaglia piu belli


In effetti visti i soldi chiesti per queste enhanched ci si aspettava un po di più , su un semplice adattamento .
sintopatataelettronica11 Luglio 2015, 15:22 #3
Originariamente inviato da: fraussantin
In effetti visti i soldi chiesti per queste enhanched ci si aspettava un po di più , su un semplice adattamento .


Si, questo è verissimo.
Comunque c'è da dire che, pure a distanza di tutti questi anni, i due BG e (anche se in maniera molto diversa) anche IWD restano a tutt'oggi dei capolavori ineguagliati: son degli strepitosi ibridi RPG/Strategici basati su party e con le meccaniche e il "lore" di D&D che, pur essendo semplici e intuitivi da gestire, hanno poi dietro una complessità del gameplay e un'aspetto "strategico" notevoli che, uniti alla varietà di classi, razze, abilità e incantesimi, li rende incredibilmente stuzzicanti da giocare e rigiocare, anche a 17 anni di distanza..

Tutto quello che è venuto dopo, anche i prodotti della stessa Bioware, ha iniziato a semplificarsi in maniera paurosa, sacrificando del tutto l'aspetto strategico e togliendo varietà al gameplay; NWN, ad esempio, fu un passo indietro ENORME: cioè.. niente più party, solo un personaggio da usare, sempre lo stesso dall'inizio alla fine (non essendo NWN un hack and slash e considerata la sua lunghezza, nonché il fatto che contiene chilometri e chilometri di testo e miliardi di finestre di dialogo con scelta multipla, pur rimanendo linearissimo e ripetitivo, non era proprio divertentissimo da rigiocare.. )..

Anche 17 anni dopo e con la loro grafica obsoleta, i colori spesso smorti, l'audio certamente non cristallino e tantomeno HD (belle le musiche e i suoni, ma decisamente bassa la loro "definizione" ) e i problemi di "pathfinding" .. restano comunque, dal punto di vista del gameplay, più innovativi e "freschi" di tutta la "robba" che è venuta dopo (e anche di quella che esce oggigiorno, purtroppo).
karrygun12 Luglio 2015, 01:15 #4
mi aspettavo un o piu di risposte su un gioco che ha fatto storia e che ne faranno un espansione...
-Maxx-12 Luglio 2015, 17:41 #5
Originariamente inviato da: karrygun
mi aspettavo un o piu di risposte su un gioco che ha fatto storia e che ne faranno un espansione...


Sai com'è, con il settore videoludico che punta maggiormente sul pompare sempre i soliti AAA ci si trova poi in difficoltà nel ridare visibilità a progetti videoludici solidi ma meno chiacchierati: bisognerebbe tornare ad abituare il pubblico dei gamers ad una copertura informativa sul videogaming più varia e meritocratica così come bisognerebbe lasciarsi alle spalle l'abitudine dell'adagiarsi sull'hype generato dalle faraoniche campagne di marketing dei big players dell'industria videoludica.
karrygun12 Luglio 2015, 20:56 #6
su youtube un utente aveva detto che era meglio diablo 3 del 2 e tutti a dargli contro, perchè diablo 2 era di un altra epoca ed è ancora meglio del 3 .

il problema è che l'informazione videoludica è praticamente assente e uno non sa dove poter trovare i giochi un po datati o una bella lista di giochi belli.

pure io non so dove cercare e quali giochi sono interessanti. ma questo vale per tutte le piattaforme
polli07913 Luglio 2015, 09:13 #7
Ho preso quando è uscita la enchanted del primo e sono rimasto un pò deluso, mi è sembrato che in quel caso sia stato fatto veramente poco e si sono solo affidati ai nostalgici.
Temo quindi la possibilità che facendo leva sul marchio, non venga fatto nulla di che.
Aspetto volentieri news per vedere se vale la pena prenderlo oppure no.
-Maxx-13 Luglio 2015, 09:31 #8
Originariamente inviato da: karrygun
su youtube un utente aveva detto che era meglio diablo 3 del 2 e tutti a dargli contro, perchè diablo 2 era di un altra epoca ed è ancora meglio del 3 .

il problema è che l'informazione videoludica è praticamente assente e uno non sa dove poter trovare i giochi un po datati o una bella lista di giochi belli.

pure io non so dove cercare e quali giochi sono interessanti. ma questo vale per tutte le piattaforme


Nell'ultimo paio d'anni mi sono praticamente staccato da qualsiasi cosa legato al mero commerciale e vado avanti facendo scouting di offerte su Steam, se trovo qualcosa di interessante passo a visionare un po' di video su YouTube e a leggere opinioni di utenti sui forum o su Steam stesso: con questo metodo compro giochi divertenti a prezzo ridicolo!

Il sistema dei AAA è legato a doppio filo a quello dell'upgrade di hardware del PC quindi ci sono troppi interessi extra videoludici in ballo perché questa apertura alla varietà diventi realtà col risultato che si escludono fette di pubblico mostruose.

Il successo di Steam è legato anche al fatto che Valve lascia spazio a qualsiasi offerta videoludica (nel bene e nel male si intende!) col risultato che vengono raggiunte tipologie di pubblico molto diverse tra loro ma unite dallo stesso scopo: trovare ciò che è interessante e di giovamento.

Sono convinto che se qualcuno applicasse in maniera virtuosa questo stesso metodo all'informazione videoludica si troverebbe in una posizione di riferimento nel settore!
Max_R13 Luglio 2015, 09:32 #9
Il problema è che sono malauguratamente andati persi gli sfondi (prerenderizzati) madri non compressi. Se così non fosse stato avremmo avuto una qualità da imbarazzare i titoli attuali. Idem per il due. Ed ho visto che per l'espansione ne riutilizzano alcuni invece di farli nuovi da zero
-Maxx-13 Luglio 2015, 10:35 #10
Originariamente inviato da: Max_R
Il problema è che sono malauguratamente andati persi gli sfondi (prerenderizzati) madri non compressi. Se così non fosse stato avremmo avuto una qualità da imbarazzare i titoli attuali. Idem per il due. Ed ho visto che per l'espansione ne riutilizzano alcuni invece di farli nuovi da zero


Peccato, la qualità artistica ne avrebbe sicuramente giovato!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^