Senso è un nuovo guanto per la VR con feedback aptico e simulazione della temperatura

Senso è un nuovo guanto per la VR con feedback aptico e simulazione della temperatura

Questo nuovo dispositivo di input per la realtà virtuale funziona tramite un sistema IMU privo di telecamera.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Videogames
Oculus RiftHTCVive
 

I guanti per la realtà virtuale possono risolvere molti dei limiti di interfacciamento di questi sistemi e aumentare ulteriormente il coinvolgimento. Non a caso diversi produttori stanno studiando delle soluzioni di questo tipo, e così è anche per Senso. Si tratta di un dispositivo di input che offre feedback aptico gestito in maniera indipendente per ogni dito e simulazione della temperatura tramite un sistema basato su IMU, unità di misura inerziale.

Senso VR

Nelle ultime settimane i sistemi come Senso si sono moltiplicati: alcuni di essi sono Control VR, GloveOne di NeuroDigital, PowerClaw e Manus VR, del quale abbiamo parlato qui. E adesso arriva Senso: in lavorazione da due anni, promette tracciamento posizionale a sei livelli di libertà e vibrazione separata per ogni dito.

In ogni guanto troviamo 7 sensori IMU e 5 motori di vibrazione, uno per dito. I guanti sono anche in grado di trasmettere all'utente la situazione climatica vigente nella realtà simulata.

La peculiarità della soluzione di Senso è proprio il fatto che funzioni tramite IMU senza aver bisogno di rilevatori esterni. Gli altri dispositivi di realtà virtuale, come Oculus Rift e HTC Vive, notoriamente fanno affidamento su fotocamere o fotorilevatori esterni. Secondo gli esperti queste ultime soluzioni sono le uniche a poter garantire la precisione nella riproduzione dei movimenti, mentre i dispositivi basati su IMU solitamente sono parecchio più imprecisi.

Senso però sostiene di aver risolto questi limiti grazie all'ottimizzazione del suo software, che garantisce che non ci siano derive nella rilevazione della posizione in nessun momento dell'esperienza di realtà virtuale. Il guanto è in grado di trasmettere informazioni posizionali 150 volte al secondo: una frequenza interessante che potrebbe renderlo una periferica di gioco adatta anche alle esperienze più intense. Questo riduce la latenza al di sotto dei 10ms. Si parla di un'autonomia di circa 10 ore consentita dalla batteria che è stata installata in ciascun guanto.

Il guanto per la VR è stato mostrato già al MWC di Barcellona e al GDC di San Francisco. La compagnia che ne è responsabile sta lavorando sulla versione finale del dispositivo, che dovrebbe avere un costo al pubblico di $300 per ogni paio di guanti. Per altri dettagli vi rimandiamo al sito ufficiale.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick28 Dicembre 2016, 19:03 #1
Sono l'unico a cui è venuto in mente questo?

https://cdn0.vox-cdn.com/thumbor/jQ...erglove.0.0.jpg
ciocia28 Dicembre 2016, 19:33 #2
Bello, ma prezzo alto a parte, nei 3/4 mesi estivi come si fa? Già non trovavo la voglia di mettermi il visore del vive, ancora meno muovermi per giocare sudando, figuriamoci mettersi dei guanti...
NighTGhosT29 Dicembre 2016, 07:20 #3
Originariamente inviato da: ciocia
Bello, ma prezzo alto a parte, nei 3/4 mesi estivi come si fa? Già non trovavo la voglia di mettermi il visore del vive, ancora meno muovermi per giocare sudando, figuriamoci mettersi dei guanti...


Volere potere si diceva una volta

E' un po' dispendioso.....ma puoi sempre compensare con la climatizzazione dell'ambiente di gioco.

Abbassi la temperatura....e usi i guanti.

O mi vorresti dire che a te piace montare il tutto e giocare "en plein air" sotto al sole.....
cudido29 Dicembre 2016, 11:46 #4
Originariamente inviato da: Rubberick
Sono l'unico a cui è venuto in mente questo?

https://cdn0.vox-cdn.com/thumbor/jQ...erglove.0.0.jpg


OLD.

Non nel senso di vecchio te ma di vecchia la tua citazione... usata milioni di volte.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^