Sei milioni di utenti per un World of Warcraft che adesso parla anche spagnolo

Sei milioni di utenti per un World of Warcraft che adesso parla anche spagnolo

Blizzard ha annunciato di aver raggiunto il traguardo dei sei milioni di utenti per il suo grande capolavoro World of Warcraft. Per l'occasione viene annunciato che il gioco sarà tradotto anche in spagnolo.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:20 nel canale Videogames
BlizzardWorld of Warcraft
 

Blizzard ha annunciato di aver raggiunto la ragguardevole cifra di sei milioni di utenti per il suo fortunatissimo World of Warcraft, il che fa del MMORPG in questione il più venduto e giocato dell'intera storia del videoludo. La cifra dei cinque milioni di utenti era stata raggiunta solamente un paio di mesi fa, precisamente il 19 dicembre scorso.

Il gioco fu lanciato per la prima volta nel novembre del 2004 in USA, Nuova Zelanda e Australia, ma poi ha raggiunto anche Corea, Cina, Singapore, Europa, Taiwan, Hong Kong. In Italia fu lanciato per la prima volta nel febbraio del 2005.

World of Warcraft: Burning Crusade

L'altra notizia del giorno riguarda l'aggiunta dello spagnolo fra le lingue supportate ufficialmente. Questo si aggiunge alle altre lingue ufficiali, ovvero inglese, francese e tedesco. La localizzazione in spagnolo non riguarderà semplicemente il gioco, ma anche il supporto offline.

Ci sarà un team dedicato alla comunità di lingua spagnola e un sito ufficiale del gioco completamente localizzato in questo idioma. Questa nuova versione del gioco, per il momento, è attesa solo in Europa, ma ne è possibile il rilascio anche in Nord e Sud America.

World of Warcraft: Burning Crusade

Non deve sorprendere la scelta dello spagnolo in luogo della nostra lingua, in quanto si tratta di un idioma sempre più diffuso, sia in Europa che nel Nord America. Speriamo solamente che Blizzard pensi anche a noi italiani, regalandoci una traduzione nel breve periodo.

Ricordiamo, infine, che qualche settimana fa venne annunciato lo sviluppo della prima espansione ufficiale di World of Warcraft, chiamata Burning Crusade. Questa innalzerà il livello massimo di esperienza al settantesimo e introdurrà due nuove razze, un continente (Outland) e una nuova professione. Il rilascio di Burning Crusade è previsto nel corso del 2006. Le foto che vedete in questa pagina fanno riferimento proprio a questa edizione di World of Warcraft.

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JJSTr02 Marzo 2006, 12:33 #1
beh che dire , io ci sto giocando da mesi ed è il piu bel gioco online che abbia mai giocato ( e ne o visti tanti....)

in ogni caso de gustibus come su tutte le cose
JJSTr02 Marzo 2006, 12:42 #2
asd scusate doppio post ma ho scritto ho senza h prima e mi si è accapponata la pelle ^^
soft_karma02 Marzo 2006, 12:44 #3
Incredibile, batte record su record.......
T_M_P02 Marzo 2006, 12:45 #4
E' peggio della droga, io ho smesso per fortuna..
marcos02 Marzo 2006, 12:49 #5
Bhe...dopo lo Spagnolo io spero vivamente che introducano anche la versione Italiana.

Non che non sia comprensibile, ma se dovessero tradurlo in Ita...bhe non mi dispiacerebbe affatto!!!!
m4nticore02 Marzo 2006, 12:50 #6
Concordo, peggio della droga, nn mangiavo per livellare o per questare con la gilda!! Fortuna che anche io son riuscito a smettere ^_^ Cmq, gioco stupendo ^_^
rekjasdsadsae3kkklnsadds02 Marzo 2006, 12:58 #7
Io ci ho giocato per qualche mese.

Se non si e` in una gilda piuttosto grande, ma soprattutto se non si ha TANTISSIMO tempo a disposizione, agli alti livelli il gioco diventa rapidamente noioso, se non ci si diverte in modi alternativo facendo ad esempio role-playing.
Il problema e` la ripetivita`: per diventare potenti bisogna passare (buttare via?) decine e decine di ore in gruppo negli stessi dungeon e sperare che dopo migliaia di uccisioni l'epic item di turno spetti proprio a se' stessi. Il gioco, dall'esplorazione passa ad un'alienante ricerca della potenza.

Senza contare il fatto che per combinare qualcosa in WoW si puo` pure dire addio a tutti gli altri hobby ed affini svolti nella vita reale.

Per adesso sto a guardare... magari se esce una versione completamente in lingua italiana mi ci rificco, non tanto per la lingua (per me non fa differenza), ma per l'omogeneita` culturale che permetterebbe di giocarci in maniera "naturale" ... non so se rendo il concetto.

Credo pero` che quest'ultima sia un'eventualita` molto remota.
Nippolandia02 Marzo 2006, 13:31 #8
Una bella inizitiva HWU quella di parlare anche dei giochi.......
Ora che le immaggini si possono ingrandire ancora meglio.
Morkar Karamat02 Marzo 2006, 13:34 #9
Allucinante la Blizzard non dimentichiamociche nel campo MMORPG aveva knowhow pari a ZERO

Trasformano in oro quello che toccano...

Ed anche i membri che se ne sono andati fondando ArenaNet in NcSoft (GuildWars) hanno fatto strabilie partendo davvero dal nulla e creando un prodotto assolutamente complementare a WoW.

Si sono spartiti il mercato...agli altri, anche blasonati e con esperienza nel campo, le briciole

Per me ha dell'incredibile
The Wise02 Marzo 2006, 13:37 #10
Si però durane l'inverno che non c'è molto da fare causa anche stò freddo infame è ottimo :P

Poi certo non ho raggiunto i livelli di un mio amico che quando la morosa gli ha chiesto "dove sei stato fino ad ora??" Lui gli ha risposto "ero a Uldaman..."

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^