Rivenditori britannici rifiutano Bully

Rivenditori britannici rifiutano Bully

Ancora problemi per un gioco prodotto da Rockstar. Si tratta delle versioni XBox 360 e Wii di Bully.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:05 nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 
Non finiscono i problemi con la censura per i giochi prodotti da Rockstar. Dopo il caso Manhunt 2, ultima puntata reperibilie qui, tocca alle versioni XBox 360 e Wii di Bully. Le catene di distribuzione britanniche PC World e Currys, infatti, si sono rifiutate di mettere in vendita il gioco. L'Unione Nazionale degli Insegnanti, inoltre, ha chiesto la censura definitiva nella Gran Bretagna del gioco prodotto da Rockstar.

Bully è in commercio dall'ottobre 2006 unicamente in formato PlayStation 2. In Europa il gioco è stato commercializzato sotto il nome Canis Canem Edit. Le recensioni sono state mediamente positive e le vendite soddisfacenti. Adesso, con il nome di Bully anche in Europa, vengono commercializzate le edizioni XBox 360 e Wii" del gioco.

"Il dialogo sugli effetti del bullismo sembra essere stato ignorato", sostiene il segretario dell'Unione Nazionale degli Insegnanti Steve Sinnott. "Il gioco è un incoraggiamento alla violenza e all'intimidazione, e prodotti del genere hanno un impatto pesante nelle scuole".

Ambientato in un'ipotetica scuola americana conosciuta con il nome di Bullworth Academy, Bully mette il giocatore nei panni di uno scalmanato ragazzo, pronto a fare di tutto per mettere in luce il suo nome all'interno della scuola.

La scuola è contesa da fazioni diverse, e il giocatore deve proprio contrastare le fazioni rivali e favorire quella a cui appartiene. Proprio come accade nei Grand Theft Auto, se si infrangono ripetutamente le regole si è puniti. Ciò accade, ad esempio, se si mancano troppe lezioni consecutivamente o se si eccede nei combattimenti con i colleghi.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dam2122 Gennaio 2008, 13:22 #1
Probabilmente non è una cosa così negativa, forse quei dementi della Rockstar capiscono finalmente di programmare solo giochi che non valgono nulla.
v1nline22 Gennaio 2008, 13:33 #2
eresia!!!!!! dementi? giochi che non valgono nulla??? ma ci hai giocato a qualche gta?
gabi.243722 Gennaio 2008, 13:35 #3
Mah, anche il diritto di espressione se ne sta andando...
pingalep22 Gennaio 2008, 13:36 #4
cavolo mi fa venire in mente un film demenziale, un college di geni che stanno studiando un laser potentissimo che poi viene rubato dai militari, il finale esilarante della casa che scoppia di popocorn, la moneta di ghiaccio secco per fregare le lattine al distributore...
...perchè non fanno un gioco ispirato a goliardate del genere?!
leddlazarus22 Gennaio 2008, 13:37 #5
per carità come giochi non sono proprio educativi.

pero' ritenere che certi giochi possano influenzare cosi' tanto le menti dei giovani, da poterli fuorviare ce ne passa.

Ci considerano troppo pecoroni da non riuscire a distinguere la realtà dalla finzione? forse si, ma forse non è colpa dei giochi ma delle famiglie che non educano + i propri figli a distinguere queste cose.
MaxArt22 Gennaio 2008, 13:38 #6
Finché sono catene di distribuzione che si rifiutano, hanno tutto il diritto di farlo.
Mi preoccuperei se ci fosse una legge che ne impedisse la distribuzione. Il gioco è riservato ad un pubblico adulto?
p4ever22 Gennaio 2008, 13:52 #7
chissà perchè a leggere la trama del gioco mi viene in mente il mitico Willy Beamish per amiga e pc....chissà, forse qualcuno se lo ricorda ancora! che nostalgia...
Parny22 Gennaio 2008, 13:53 #8
effettivamente il gioco per un bambino potrebbe essere deviante, in quanto lo coinvolge più da vicino rispetto agli altri giochi violenti (vedi GTA).

ma il gioco è indicato come 18+?
perchè se è così non vedo perchè censurarlo totalmente, basterebbe stare attenti che quel 18+ venga rispettato
p4ever22 Gennaio 2008, 14:00 #9
Originariamente inviato da: Parny
effettivamente il gioco per un bambino potrebbe essere deviante, in quanto lo coinvolge più da vicino rispetto agli altri giochi violenti (vedi GTA).

ma il gioco è indicato come 18+?
perchè se è così non vedo perchè censurarlo totalmente, basterebbe stare attenti che quel 18+ venga rispettato


stai tranquillo che sono un pò tutti i "bambini" di oggi ad essere deviati mentalmente rispetto al passato...ai miei tempi non mi era mai passato per la mente di filmare con il telefonino mentre pestavo a sangue quel tale a scuola, piuttosto che mentre appicco fuoco al bagno o tocco le tette alla maestra! mentre oggi sembra la normalità, sarà un pò tutto l'ambiente bacato che influenza, non credo sia (solo) colpa dei videogiochi...altrimenti cancelliamo anche il wrestling e harry potter dalla tv, in fatto di deviare la mente dei ragazzi ci stanno riuscendo alla grande! beati i miei tempi...
Parappaman22 Gennaio 2008, 14:06 #10
Mi sa che questi non ci hanno mai giocato realmente a Bully, è divertentissimo e altamente goliardico... il wrestling fa più vittime, questo è poco ma sicuro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^