Rivelati i termini dell'accordo Sony/Hotz

Rivelati i termini dell'accordo Sony/Hotz

Eludere qualsiasi tipo di codice, dispositivo, informazione, decriptazione o chiave sfruttando informazioni confidenziali e proprietarie, o violare l'ingiunzione stabilita in qualunque modo, farà scattare per Hotz una sanzione di 10 mila dollari per ogni violazione, per un massimo di 250 mila dollari.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:03 nel canale Videogames
Sony
 

I dettagli dell'accordo tra le parti tra Sony e George Hotz (vedi qui) che ha posto fine all'azione legale sul Jailbreak di PlayStation 3 sono adesso noti. A Hotz viene impedito di compiere qualsiasi tipo di accesso non autorizzato all'interno di prodotti Sony protetti dalla legge. Hotz non può violare qualsiasi licenza o termine d'uso di Sony Computer Entertainment America.

L'accordo fa esplicita menzione a operazioni di reingegnerizzazione e decompilazione, che sono adesso esplicitamente proibite all'autore del Jailbreak di PlayStation 3. Hotz inoltre non può disassemblare qualsiasi prodotto Sony in nessuna delle sue parti, oppure usare strumenti per bypassare, disabilitare o eludere sistemi di decriptazione o di sicurezza e i meccanismi di autenticazione.

Eludere qualsiasi tipo di codice, dispositivo, informazione, decriptazione o chiave sfruttando informazioni confidenziali e proprietarie, o violare l'ingiunzione stabilita in qualunque modo, farà scattare per Hotz una sanzione di 10 mila dollari per ogni violazione, per un massimo di 250 mila dollari.

Hotz ha comunicato la sua posizione ufficiale: "Non era mia intenzione causare dei problemi o rendere in qualche modo più facile la pirateria. Sono felice che l'azione legale sia ormai alle mie spalle".

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor15 Aprile 2011, 12:07 #1
in pratica gli hanno detto: per stavolta non ti sodomizziamo, ma ora ci firmi un accordo nel quale ti impegni a non farlo più. In alternativa, adesso non dobbiamo più nemmeno farti causa ma ti mandiamo direttamente il conto con tanti zeri.
s0nnyd3marco15 Aprile 2011, 12:18 #2
Originariamente inviato da: Paganetor
in pratica gli hanno detto: per stavolta non ti sodomizziamo, ma ora ci firmi un accordo nel quale ti impegni a non farlo più. In alternativa, adesso non dobbiamo più nemmeno farti causa ma ti mandiamo direttamente il conto con tanti zeri.


Praticamente non ha visto il becco di un quattrino?
Redvex15 Aprile 2011, 12:41 #3
Ti pare che se gli danno soldi lo rendono pubblico?
luca2014115 Aprile 2011, 12:43 #4

Quattrini

In che senso "non ha visto il becco di un quattrino" ? Dovevano anche pagarlo? :-)

Mi chiedo solo una cosa: come fanno a controllare che lui non faccia niente di tutto quello che loro hanno indicato nella sentenza, "nel buio della sua cameretta" ?
Acid Queen15 Aprile 2011, 12:49 #5
Ma come faranno a bloccare le altre centinaia di persone che continueranno sulla via dettata da geohot?
JackZR15 Aprile 2011, 13:35 #6
La Sony è stata furba, ha interrotto la causa prima che arrivasse ai risultati di quella della Mela (jailbreak legale).
A Hotz è andata bene perché così si risparmia lo sbattimento di un lungo processo e nulla gli impedisce di continuare con gli hack visto che nessuno lo controlla, basterà che non renda pubblici i suoi lavori, o almeno che non li pubblichi a suo nome ma con quello di un altro hacker.
Personalmente avrei preferito se la causa fosse arrivata fino in fondo.
HARDCANO15 Aprile 2011, 13:45 #7
Originariamente inviato da: JackZR
La Sony è stata furba, ha interrotto la causa prima che arrivasse ai risultati di quella della Mela (jailbreak legale).
A Hotz è andata bene perché così si risparmia lo sbattimento di un lungo processo e nulla gli impedisce di continuare con gli hack visto che nessuno lo controlla, basterà che non renda pubblici i suoi lavori, o almeno che non li pubblichi a suo nome ma con quello di un altro hacker.
Personalmente avrei preferito se la causa fosse arrivata fino in fondo.


Straquoto in tutto. In fondo era prevedibile un finale del genere.
Unrealizer15 Aprile 2011, 14:25 #8
Hotz inoltre non può disassemblare qualsiasi prodotto Sony in nessuna delle sue parti


in pratica se gli si rompe il display del suo ipotetico Sony Ericcson non può nemmeno aprirlo per sostituirlo?
PhoEniX-VooDoo15 Aprile 2011, 14:55 #9
non capisco la differenza tra lui e un qualsiasi altro utente sony.

voglio dire a me sarebbe concesso [I][COLOR="Navy"]disassemblare qualsiasi prodotto Sony, oppure usare strumenti per bypassare, disabilitare o eludere sistemi di decriptazione o di sicurezza e i meccanismi di autenticazione[/COLOR][/I] ??
extremelover15 Aprile 2011, 16:29 #10
Originariamente inviato da: Unrealizer
in pratica se gli si rompe il display del suo ipotetico Sony Ericcson non può nemmeno aprirlo per sostituirlo?


Il problema non si pone! Credo abbia un iPhone...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^