Risultati finanziari EA, nuovo Need for Speed e investimento di 80 mln per next-gen

Risultati finanziari EA, nuovo Need for Speed e investimento di 80 mln per next-gen

Electronic Arts presenta risultati finanziari migliori rispetto alle stime. Annuncia novità per i franchise Need for Speed e SimCity e inizia a investire sulla prossima generazione.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:25 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Electronic Arts ha presentato risultati soddisfacenti per l'esercizio che conclude l'anno fiscale 2012 che ha avuto termine lo scorso 31 marzo, battendo le stime. Tuttavia, si trova in un periodo di debolezza e prevede di registrare perdite nel primo esercizio del nuovo anno fiscale. Dopo la pubblicazione dei risultati, le azioni EA hanno avuto un calo del 10%.

Mass Effect 3

Per il trimestre fiscale che si è concluso il 31 marzo, EA presenta utili per 56 milioni di dollari (43 milioni di euro) e un fatturato di 977 milioni di dollari (750 milioni di euro) su base non-GAAP. L'anno scorso, nello stesso periodo EA presentava utili per 83 milioni di dollari e un fatturato di 995 milioni di dollari. Le vendite sono guidate principalmente da Mass Effect 3.

Tuttavia, questi risultati non verranno mantenuti nel prossimo esercizio fiscale, secondo previsioni della stessa EA. Si aspetta, infatti, vendite per 577,9 milioni di dollari e perdite operative per il 33% per ogni azione. In precedenza, le stime per questo esercizio fiscale prevedevano vendite per 925 milioni di dollari. I numeri al ribasso possono essere velocemente spiegati con l'assenza di titoli EA di rilievo il cui rilascio è previsto nei prossimi mesi.

Per quanto riguarda l'intero anno fiscale, EA registra vendite per 4,1 miliardi di dollari e utili per 284 milioni di dollari, sempre su base non-GAAP. Nel precedente anno fiscale, invece, le vendite ammontavano a 3,8 miliardi di dollari e gli utili a 233 milioni di dollari. Secondo analisti di mercato, inoltre, nell'anno fiscale appena entrato EA riporterà vendite tra 4,55 e 4,6 miliardi di dollari, ovvero circa quattro volte di più rispetto a Zynga.

"Siamo orgogliosi di riportare numeri positivi sia per il trimestre fiscale che per l'intero anno fiscale, con vendite digitali complessive per 1,2 miliardi di dollari", commenta John Riccitiello, CEO di EA. "Nell'anno che sta per entrare, andremo fuori dagli schemi e sosterremo un profilo decisamente diverso rispetto alle tradizionali compagnie del mondo dei videogiochi con capacità che nessuno dei nostri competitor digitali possiede".

I risultati positivi nell'esercizio Q4 dell'anno fiscale 2012 dipendono non solamente dalle vendite di Mass Effect 3 ma anche dagli abbonamenti a Star Wars The Old Republic, il MMORPG sviluppato da BioWare Austin, sviluppatore di proprietà di EA, negli ultimi sei anni. Tuttavia, EA registra un calo negli abbonati, passando dagli 1,7 milioni di abbonamenti sottoscritti a marzo agli attuali 1,3 milioni. EA e BioWare continueranno ad alimentare il MMORPG con nuovi contenuti, con due pacchetti di espansione supplementari che verranno rilasciati nel prossimo trimestre fiscale, nel tentativo di invogliare i giocatori a sottoscrivere nuovi abbonamenti. Secondo gli analisti, EA ha la possibilità di rubare abbonati al rivale World of Warcraft, che dopo sette anni dal rilascio ha ancora 10,2 milioni di abbonati: è l'unico modo per raggiungere il punto di pareggio rispetto ai 200 milioni di dollari che sono stati necessari per produrre Swtor.

EA ha perso il secondo posto in termini di capitalizzazione per quanto riguarda i produttori di videogiochi, seguendo Activision Blizzard, valore complessivo di 14,31 miliardi di dollari, e Zynga, 6,51 miliardi di dollari. Nelle scorse settimane, indiscrezioni hanno riportato di un tentativo di acquisizione della stessa EA da parte del colosso dei MMORPG orientale Nexon, ma queste voci non sono state ulteriormente alimentate, mentre gli analisti di mercato giudicano le risorse finanziarie di Nexon insufficienti per completare un'operazione del genere.

Il colosso di Redwood Shores, poi, non conferma le voci sui licenziamenti in massa che erano circolate nei giorni scorsi. Annuncia, tuttavia, una piccola riduzione dello staff in un quadro che prevede l'eliminazione di alcune licenze non rilevanti per il suo investimento nella prossima generazione. In una conferenza con gli investitori, infatti, il CEO Riccitiello ha parlato di investimento da 80 milioni di dollari per quella che lui definisce "quarta generazione di console". Secondo Riccitiello, la domanda sui videogiochi crescerà nei prossimi anni e ciò andrà a vantaggio dei sistemi che stanno per essere introdotti sul mercato. È la prima volta che EA parla ufficialmente della nuova generazione di console.

Durante l'esercizio fiscale in corso, con termine il 30 giugno, ci sarà inoltre un nuovo grande titolo social. Per il momento EA non rilascia dettagli su questo progetto, ma stando a indiscrezioni potrebbe trattarsi della versione di SimCity per Facebook. Per il momento l'impegno di EA nel settore social è remunerativo, visto che The Sims Social, con 10 milioni di utenti nello scorso anno, è il secondo gioco più popolare su Facebook dopo CityVille di Zynga. Il progetto per il social network, comunque, non ha niente a che vedere con il SimCity principale di Maxis, che uscirà esclusivamente su piattaforma PC nella prima parte del 2013.

EA ha poi parlato di Battlefield 3, dicendo che la community di giocatori è molto impegnata sul titolo DICE. Nel mese di marzo ci sono stati 6,3 milioni di utenti attivi per Battlefield 3, che riceverà nuovi contenuti di espansione scaricabili nei mesi di maggio e giugno. Le vendite di Fifa 12 hanno toccato il vertice massimo per il franchise, con un fatturato di 108 milioni di dollari dipendente dai download digitali e dalle micro-transazioni. Le vendite digitali complessive nell'anno fiscale 2012 ammontano a 1,2 miliardi di dollari, in crescita del 47% rispetto all'anno precedente, e un ulteriore miglioramento del 40% è previsto per l'attuale anno fiscale. Il margine operativo sulle vendite digitali è del 10%.

Origin, la piattaforma per il gaming online e i servizi su piattaforma PC, annovera 11 milioni di giocatori e ha generato 150 milioni di dollari nei primi 10 mesi di esistenza. EA conferma lo sviluppo di un nuovo gioco della serie Need for Speed, che uscirà entro la fine dell'anno fiscale 2013, ovvero entro marzo 2013. Probabilmente, sarà previsto per la prossima stagione natalizia, quindi fra ottobre e dicembre 2012. Secondo precedenti indiscrezioni, si tratterebbe di Need for Speed Most Wanted 2 e verrebbe sviluppato da Criterion Games.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
uazzamerican08 Maggio 2012, 09:45 #1
Spero vadano a picco.
Ovviamente con tutti i lavoratori ricollocati.
.:Sephiroth:.08 Maggio 2012, 10:01 #2
Originariamente inviato da: uazzamerican
Spero vadano a picco.
Ovviamente con tutti i lavoratori ricollocati.


per quale motivo tutto questo odio? invidia?
se sono riusciti a guadagnare buon per loro, non vedo il motivo di augurargli sventure...

mass effect 3 devo ancora giocarlo, most wanted 2 sarà una piacevole sorpresa se davvero è in fase di sviluppo!
gildo8808 Maggio 2012, 10:29 #3
Che cifre! Mi domando se tutto questo successo sia veramente meritato...

Originariamente inviato da: .:Sephiroth:.
per quale motivo tutto questo odio? invidia?
se sono riusciti a guadagnare buon per loro, non vedo il motivo di augurargli sventure...

mass effect 3 devo ancora giocarlo, most wanted 2 sarà una piacevole sorpresa se davvero è in fase di sviluppo!


Non canterei vittoria troppo presto con most wanted 2, visto gli scempi che hanno tirato fuori con gli ultimi Nfs, c'è da stare poco tranquilli.
HIVE mind08 Maggio 2012, 11:26 #4
Originariamente inviato da: gildo88
Non canterei vittoria troppo presto con most wanted 2, visto gli scempi che hanno tirato fuori con gli ultimi Nfs, c'è da stare poco tranquilli.


Ci aspettiamo un gioco come si deve non un Need for Fail
djmatrix61908 Maggio 2012, 12:26 #5
Ma non dimentichiamoci che anche i THE SIMS sono ormai ONNIPRESENTI sul mercato, espansione dopo espansione, ed anche la sua utenza è decisamente vasta...

L'altro giorno osservai la classifica su Amazon dei giochi più venduti, e c'erano 4 o 5 titoli di The Sims.. mica poco!
X360X08 Maggio 2012, 12:28 #6
Originariamente inviato da: uazzamerican
Spero vadano a picco.
Ovviamente con tutti i lavoratori ricollocati.


EA è criticabile per vari motivi, ma addirittura fallire...e poi nemmeno fosse l'unica ad essere "poco simpatica"

Potrà fallire Zynga piuttosto, tanto non piangerebbe nessuno se non i dipendenti, EA fa giochi veri, e a tanti piacciono.
Cr4z3308 Maggio 2012, 12:50 #7
-10%?
Con il disastro che hanno combinato e continuano a combinare con Battlefield 3 mi aspettavo di più.
XSonic08 Maggio 2012, 13:54 #8
A me NFS Hot Pursuit (2010) è piaciuto moltissimo: ottima grafica, ottima giocabilità, e ha funzionato in modo egregio sul un portatile da ufficio del 2009. Mica ciufoli.

E non sono l'ultimo arrivato, ho giocato a tutti i capitoli principali (no online, no PSP) dal primo (1994) a Carbon (2006).

C'è da dire che ormai sono casual gamer per via del lavoro, la personalizzazione di NFSU2 non mi garberebbe più anche se amo quel gioco.
gildo8808 Maggio 2012, 14:03 #9
Originariamente inviato da: HIVE mind
Ci aspettiamo un gioco come si deve non un Need for Fail


Lo aspetto anchio da non so più quanto tempo, però ho un pò di dubbi per il momento. Finchè non se ne saprà di più, non mi esprimo con un parere positivo più di tanto. Da quanto ho imparato dopo tanti anni, è meglio aspettarsi il peggio, cosi tutto quello che di buono ci sarà (se ci sarà, sarà una sorpresa gradita. Paradossalmente molti titoli di cui avevo aspettative gigantesche prima dell'uscita mi hanno poi deluso (vedi Bf3).
virus_10109 Maggio 2012, 10:33 #10
Electronic Arts DEVE morire, ha rovinato il gaming.
Io li odio, origin deve morire, i loro tiutoli vanno boicottati in pieno, lasciateli sugli scaffali, non giocateli !!!!!!

Ma in primis ORIGIN DEVE MORIRE!!!!

Hanno acquistato,distrutto e smembrato un sacco di gaming house minori che facevano giochi fenomenali, non proseguendo lo sviluppo di determinati titoli.
Hannno visto valve+steam e hanno fatto i capricci e hanno detto "anche noi" => hanno fato origin, uno dannatissimo spyware che ti fa comprare i loro giochi schifosi e alla prima infrazione ti bannano tempo 0 ... ovviamente con la perdita totale di tutti i giochi acquistati regolarmente...


NO software house da evitare come la peste ... da evitare ogni loro prodotto.

Con bioware poi sono riusciti a distruggere definitivamente l'esperienza di gioco online per i fan di star wars... oltre 5 anni di attesa per quella schifezza di swtor..... beh .... W ncsoft e w arena-net !!!

W valve ! Che sta davvero facendo qualcosa per i giocatori.
EA guarda i profitti e non pensa ai giocatori....

Ennesima software house da evitare unitamente a Sony e Ubisoft!






Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^