Ricavi pubblicitari in continuo aumento per le app mobile

Ricavi pubblicitari in continuo aumento per le app mobile

Secondo un report delle società esperte in ricerche di mercato IDC e AppAnnie, i ricavi provenienti dalla pubblicità in-app supereranno entro il 2017 quelli legati alla visualizzazione di annunci online su PC.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Videogames
 

Le vendite delle app distribuite tramite App Store e Google Play sono cresciute di 2,3 volte nel 2013, mentre i ricavi consentiti dagli annunci pubblicitari presenti all'interno di queste app sono cresciuti del 60% nel corso dell'ultimo anno. Una crescita notevole, che supera quella dei ricavi degli annunci visualizzati attraverso browser web su dispositivo mobile (50%) e quella dei ricavi degli annunci visualizzati da browser web su PC (10%).

Secondo i dati pubblicati da IDC e AppAnnie, circa il 40% degli sviluppatori integra ormai annunci pubblicitari all'interno delle proprie appilicazioni. La parte del leone la fa ovviamente il gaming, soprattutto grazie al modello free-to-play. I giochi monetizzano bene grazie a questo modello e agli altri metodi di visualizzazione dei messaggi pubblicitari all'interno delle app.

Il report evidenzia come tutti i mercati internazionali si stiano muovendo verso i modelli di pubblicità in-app. Gli Stati Uniti registrano il maggior volume di entrate dovute alle app. Questi ricavi, prevede la ricerca, aumenteranno di circa 3,5 volte tra il 2013 e il 2017. In India, a questa voce corrisponde, invece, un incremento di 8,7 volte entro il 2017. Ciò dipende ovviamente dal rapido tasso di adozione degli smartphone che si registra in nazioni emergenti come l'India.

IDC e AppAnnie consigliano ai produttori di app di variare il modello di business a seconda della regione nella quale operano. In una nazione come l'India, ad esempio, è particolarmente adatta la strategia della pubblicità in-app, mentre in Russia o in Giappone prevalgono le vendite sugli store digitali.

Gli acquisti in-app basati sul modello free-to-play rappresentano oggi il 92% degli acquisti, mentre il 4% delle vendite sono legate alle applicazioni a pagamento e il rimanente 4% proviene da applicazioni a metà strada tra il modello free e quello a pagamento.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
san80d27 Marzo 2014, 12:35 #1
d'altronde e' l'unico fattore che tiene in piedi il settore
Portocala27 Marzo 2014, 12:55 #2
L'ormai consolidato modello "Free 2 Play - Pay 2 Win!"


Acquisti da 0,5-1-2 euro, ma da fare con frequenza, portando il conto spesso anche abbondantemente sopra i 100 euro nel periodo di vita del prodotto.

Poi basta vedere Flappy Bird che si diceva stesse facendo 50.000$ al giorno di sola pubblicità.
Vindicator2327 Marzo 2014, 15:17 #3
forse è un po' ot ma non penso, non so programmare in android per creare un gioco o che, e possibile mettersi con un freelance e fare cassa tramite la pubblicità, dividersi i compensi intendo? anche facendo magari un gioco stupido come flappy bird

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^