rFactor 2: beta disponibile

rFactor 2: beta disponibile

Image Space Incorporated ha rilasciato l'eseguibile che consente di accedere alla prima versione beta di rFactor 2.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:58 nel canale Videogames
 

Come promesso nelle scorse settimane, Isi ha ultimato i lavori sulla versione beta di rFactor 2. Rendendo disponibile l'eseguibile, di fatto, rilascia in via definitiva questa prima versione dell'atteso simulatore di guida per PC. Potete scaricare il client di gioco direttamente dai server di HW Files seguendo questo indirizzo.

L'installer consente di accedere alle tre componenti principali della beta, ovvero Single Player, Online Race e Developer. In quest'ultimo caso viene lanciato un eseguibile "sandbox" che consente di modificare alcuni elementi del gioco mentre il software è in esecuzione. Chiaramente questa componente è rivolta ai modder, confermando la natura fortemente votata alla personalizzazione di rFactor.

L'installazione della beta di rFactor 2 comprende diverse fasi: bisogna infatti aggiornare il gioco scaricando i pacchetti RFMOD attraverso il tab "update" del client precedentemente scaricato. Per tutte le informazioni sull'installazione vi rimandiamo alla guida sul sito ufficiale.

La beta di rFactor 2 non è gratuita. Servono € 29,99 per l'accesso per un anno al gioco e € 64,99 se si vuole un abbonamento a vita. "Se ritenete che non sia corretto pagare per un gioco in beta, vi incoraggiamo ad aspettare il rilascio della versione completa di rFactor 2", scrive Gjon Camaj, direttore del progetto rFactor, sul forum ufficiale. "Se non vi sentite a vostro agio per qualsiasi tipo di motivo aspettate di vedere come le cose si evolvono nel tempo. Vogliamo migliorare rFactor2 in maniera sensibile con nuove caratteristiche e nuovi contenuti".

La beta comprende le nuove condizioni di meteo variabilie e, quindi, la pioggia. I tracciati sono dinamicamente sottoposti alle transizioni tra condizione di asciutto e di bagnato. Ci sono altri elementi dinamici sui tracciati, come la gestione della traiettoria più "gommata". Non manca ovviamente il nuovo modello di gestione dei pneumatici, così come il nuovo motore fisico e di simulazione delle collisioni. C'è anche l'HDR, con ulteriori effetti in post-processing da introdurre con i prossimi aggiornamenti.

Chiaramente la versione adesso disponibile non è completa ed è sottoposta a bug e malfunzionamenti di vario tipo. Isi, in particolare, segnala alcuni ritardi nel caricamento delle piste, soprattutto per la prima volta in cui la pista viene lanciata. Ciò dipende dal fatto che il software costruisce in questa occasione il database delle collisioni per quella pista e compila gli shader necessari. Se si cambiano i dettagli grafici si può verificare qualche ulteriore rallentamento: ad esempio abilitare o disabilitare l'HDR comporta la ricompilazione degli shader.

Isi raccomanda il livello giallo per quanto riguarda l'aggressività dell'intelligenza artificiale. È il livello, infatti, su cui è tarato tutto il gioco, ma è comunque sempre possibile andare oltre o sotto la linea gialla per avere un'IA ancora più aggressiva o più docile. Viene anche segnalato che la macchina non è facile da controllare nei primi giri: il modello di guida è infatti differente rispetto al gioco precedente per via dell'introduzione del nuovo modello di gestione dei pneumatici. Bisogna quindi inizialmente scaldare le gomme prima di spingere l'auto al massimo, in caso contrario i pneumatici potranno risultare scivolosi. Servono tra i 4 e i 6 giri per raggiungere la temperatura di esercizio ottimale. Quando la pista riporta la dicitura "green", inoltre, vorrà dire che non è sufficientemente "gommata", e questo evidenzia ulteriormente la perdita di prestazioni in caso di gomme fredde. Bisogna, inoltre, considerare che le modifiche all'assetto potranno non avere un impatto sulla guidabilità del mezzo se le gomme non sono riscaldate nella maniera opportuna.

Infine, Isi avverte che i tracciati storici non hanno ancora una divisione chiara tra la pit-lane e la pista e che quindi non è stato possibile utilizzare il codice generico per la gestione dei pit stop. In questi casi per forzare la sosta ai box occorre premere il tasto "Request Pit" (S di default). "Sappiamo che queste auto antiche non disponevano di radio, ma al momento è la migliore soluzione che abbiamo trovato", puntualizza Isi.

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dotlinux11 Gennaio 2012, 12:07 #1
Ma prima di rilasciare la beta perchè non hanno dato un occhiata alla concorrenza?
Capozz11 Gennaio 2012, 12:10 #2
30 euro per la Beta di un gioco che nasce praticamente già superato ? Annamo bene...
johnnyc_8411 Gennaio 2012, 12:15 #3
superato da chi??!!
Formula1 2011 della EA?
Capozz11 Gennaio 2012, 12:19 #4
Originariamente inviato da: johnnyc_84
superato da chi??!!
Formula1 2011 della EA?


Da Iracing ?
roccia123411 Gennaio 2012, 12:21 #5
No aspetta... quindi gratis non provare la beta manco per 10 minuti?
Che cavolo di beta è?!?! non potevano fare come BF3?
johnnyc_8411 Gennaio 2012, 12:23 #6
si vabbè...quello è incentrato quasi esclusivamente sulle serie americane
Giustaf11 Gennaio 2012, 12:25 #7
raga se volete un consiglio lasciate perdere questo gioco, oltre a nascere vecchio è molto più arcade di quanto pensiate.

iRacing fa molte offerte di abbonamento, io ho fatto un anno a 38 euro e le implementazioni della versione 2.0 sono fantastiche e permettono un apprendimento molto più veloce e meno casuale.
Per chi ama le simulazioni è il regno perfetto.

PS: la sezione degli ovali e corse nascar la potete tranquillamente evitare, i circuiti tradizionali non mancano.
Capozz11 Gennaio 2012, 12:34 #8
Originariamente inviato da: johnnyc_84
si vabbè...quello è incentrato quasi esclusivamente sulle serie americane


Non c'entra, questo alla fine è il vecchio rFactor con l'aggiunta della deformazione dei pneumatici e dell'HDR. Iracing 2.0 sicuramente è molto migliore a livello grafico e probabilmente lo è anche come simulazione.
Non dimentichiamoci poi che tra non molto arriveranno Assetto Corse e C.A.R.S. che saranno il nuovo punto di riferimento dei simulatori.

http://www.youtube.com/watch?v=JQ_Hx7EAWLM

Guarda che roba... ed è una build pre-alpha.
Cristiano®11 Gennaio 2012, 12:39 #9

wowww

Commento # 2 di: Capozz pubblicato il 11 Gennaio 2012, 12:10
30 euro per la Beta di un gioco che nasce praticamente già superato ? Annamo bene...

Vai a fare le ninne con il ciucci che è meglio!

rFactor è il miglior gioco di simulazione di guida mai esistito sul pianeta, infatti la Redbull F1 allena i suoi piloti con rFactor che ora non so quale accordo ha preso per rFactor 2
torgianf11 Gennaio 2012, 12:47 #10
Originariamente inviato da: Cristiano®
Commento # 2 di: Capozz pubblicato il 11 Gennaio 2012, 12:10
30 euro per la Beta di un gioco che nasce praticamente già superato ? Annamo bene...

Vai a fare le ninne con il ciucci che è meglio!

rFactor è il miglior gioco di simulazione di guida mai esistito sul pianeta, infatti la Redbull F1 allena i suoi piloti con rFactor che ora non so quale accordo ha preso per rFactor 2


, quello e' rfactor pro, che con la versione giocosa non c'entra una fava. ma ingoiate proprio tutto ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^