Return to Castlerama in test su iPad Mini, il team riporta risultati sorprendenti

Return to Castlerama in test su iPad Mini, il team riporta risultati sorprendenti

Nonostante qualche ritardo, proseguono i lavori su Return to Castlerama, il progetto completamente italiano che intende riconsegnare la profondità dei giochi free roaming più importanti anche su dispositivo portatile.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:01 nel canale Videogames
iPadApple
 

Return to Castlerama, il videogioco d'avventura sviluppato dall'italiana Codenrama sotto la direzione di Michele Böhm e destinato ai dispositivi portatili, è ancora in fase di sviluppo. Nonostante alcune difficoltà, riguardanti principalmente i meccanismi di intelligenza artificiale dei personaggi e la complessità dei livelli, Codenrama sta portando avanti i lavori e dà R2C in dirittura di arrivo. Dovrebbe, infatti, entrare in fase debug entro fine dicembre 2012. La durata del debug e la data di uscita ufficiale, però, non vengono ancora comunicate.

Return to Castlerama

"Purtroppo, una serie di problemi, tra i quali alcuni riguardanti i meccanismi di intelligenza artificiale dei personaggi di gioco, fortunatamente ormai risolti, hanno ritardato di parecchio lo sviluppo. Sui tempi del debug però, non ci sono dati precisi. Per cui una data di uscita certa non è ancora disponibile", ci dice Karim "Kim" Benaddi del team di sviluppo di R2C.

"Abbiamo compilato e testato venerdì scorso il gioco su IOS 6.01, in particolare sull'iPad Mini. I risultati in termini di prestazioni e giocabilità sono stati eccezionali, vista anche la particolare maneggevolezza del device", continua Kim. "L'esperienza di gioco è stata notevole".

Codenrama è molto soddisfatta di come gira il suo gioco su iPad Mini e ci dice che non c'è nessun tipo di limitazione rispetto all'utilizzo su iPad di seconda, terza e quarta generazione. Prosegue, parallalamente, lo sviluppo delle componenti che stanno alla base del mondo di gioco che, lo ricordiamo, nelle intenzioni è vasto e dinamico come quello di un gioco free roaming per sistema domestico. Secondo Codenrama, livelli, ambientazioni e personaggi risultano adesso ulteriormente arricchiti, con dinamiche di gioco potenziate e funzionalità estese.

Lo sviluppatore italiano, però, al momento non è soddisfatto della resa su iPhone 4, perché l'hardware del dispositivo non è all'altezza delle elaborazioni che occorrono per riprodurre il complesso mondo di gioco di Return to Castlerama. Pieno supporto è invece garantito da iPhone 4S in su, mentre RtC supporta già la nuova risoluzione e l'aspect ratio 16:9 di iPhone 5. Lo sviluppo della versione Android di R2C è al momento sospeso, ma verrà ripreso nel momento in cui sarà completata la versione iOS.

"Lo sviluppo Android divrebbe ricominciare una volta partita la distribuzione su iOS, così che l'intero team potrà dedicarsi a tempo pieno a tutte le problematiche del caso da affrontare. Al momento è la versione Android di R2C è in programma, ma nessun test ufficiale è stato ancora fatto. Anche perché si sono presentati un bel po' di interrogativi a cui porre risposta, legati principalmente all'Unreal Engine 3", spiega Kim.

Return to Castlerama è un videogioco per iOS basato su una tecnica innovativa per la gestione delle illuminazioni, costruita su Unreal Engine. Si contraddistingue per la sua atmosfera onirica e surreale, cupa e pesante, misteriosa e rivelatrice allo stesso tempo. Mette insieme risoluzione di enigmi, componente ruolistica e un'estesa fase di esplorazione all'interno di un enorme mondo di gioco.

È un progetto da supportare sia per il fatto che è interamente sviluppato in Italia sia perché intende consegnare su dispositivo mobile un tipo di profondità di gioco paragonabile a quella dei titoli free roaming per sistema domestico. Proprio le dimensioni e le ambizioni del progetto spiegano il ritardo nello sviluppo.

Tutti i dettagli su Return to Castlerama si trovano in questa anteprima.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GaryMitchell05 Dicembre 2012, 18:39 #1
Vedo lenzuoli che si muovono...vedo barbe...vedo visi dettagliati...

Tutti elementi che non ci si aspetta nel mobile...credo che la Codenrama stia superando se stessa, ma gia' hanno dovuto far fuori iphone4 che e' un device attualissimo.. se non si danno una regolata tra un po nemmeno l'ipad di quarta sara' sufficiente.

Comunque un applauso. Questo game fara' storia, non solo per la grandiosita' nel mobile ma anche perche' dimostrera' al mondo che gli italiani non sono schiappe.
Wonder05 Dicembre 2012, 22:15 #2
Ovvio che non sono schiappe gli italiani. E ce ne sono tante di app che meritano, un esempio: Swap It Up
Baboo8506 Dicembre 2012, 11:48 #3
Cioe' ma ora per giocare a giochi decenti (cosi' pare essere questo R2C), devo passare addirittura ai tablet? Ogni giorno nel mondo un pc gaming muore e l'unico che lo piange e' il suo possessore...


Tolto questo, devo dire comunque "ottimo lavoro" al team italiano.

E quoto Wonder, gli italiani non sono schiappe, quelli bravi li cercano in tutto il mondo. All'estero non facciamo bella figura, ma lo sanno tutti come siamo messi. Io ogni volta che leggo di ricerca o scoperte o nuove tecnologie in giro, leggo sempre almeno un nome di un italiano nel team che ha partecipato... D'altronde abbiamo anche un passato pieno di geni in ogni ambito... Solo che ora sono malsfruttate.

Penso anche a me stesso, in un'azienda che fa automazione e invece che programmare (sono softwarista) sono sprecato a fare scartoffie su scartoffie dei test. Non sono un genio, ma se io domani mi licenziassi (o comunque dessi un preavviso) per la difficolta' di quello che faccio potrei essere sostituito da una delle cimici che ogni tanto entrano, mentre se fossi un programmatore potrei anche essere bravo (a scuola ero bravo infatti)...

Vabbe' scusate l'OT... Ma credo che la situazione in italia sia questa ovunque e vedere persone come questo team spiccare cosi', mi fa sentire contento e allo stesso tempo un po' invidioso...
jined06 Dicembre 2012, 16:48 #4
Originariamente inviato da: LinuxOs
" Al momento è la versione Android di R2C è in programma, ma nessun test ufficiale è stato ancora fatto. Anche perché si sono presentati un bel po' di interrogativi a cui porre risposta, legati principalmente all'Unreal Engine 3", spiega Kim"

Case come la Gameloft o la EA, hanno già risposto a questi interrogativi, non capisco come non ci possa riuscire la Codenrama....


Forse il fatto che la EA o la Gameloft sono diverse centinaia di sviluppatori e che la Codenrama sono appena una decina, incide leggermente sullo sviluppo?
La news dice chiaramente che il team si dedicherà ad Android una volta ultimato iOS, ergo.. o fanno questo o fanno quello.. visto che son pochi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^