Return to Castlerama: arriva la versione gratuita

Return to Castlerama: arriva la versione gratuita

Nella giornata di ieri si è svolta a Milano la presentazione stampa di Return to Castlerama, il videogioco italiano per iOS che ha sbalordito per il suo dettaglio grafico.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:18 nel canale Videogames
iOSApple
 

Return to Castlerama è stato presentato ieri sera alla stampa italiana presso il locale milanese Serendepico, dal team Codenrama, lo studio, completamente italiano e indipendente, che si è occupato della realizzazione del titolo. E Codenrama non ha trascurato di rivelare qualche novità, come la versione gratuita, e una nuova release del gioco, la 1.1, che seguirà il feedback dei giocatori e introdurrà nuove meccaniche di gameplay.

Return to Castlerama

Return to Castlerama è un'intensa avventura contestualizzata su mondo aperto, il che è sicuramente una novità sui dispositivi Apple, dove solitamente troviamo giochi più immediati. Come un'avventura degli anni '90, infatti, R2C è molto complesso e non dà spiegazioni al giocatore, che si ritrova da solo a dover esplorare il mondo di gioco e a ingegnarsi per risolvere i tanti enigmi che si trovano nella Valle di Gorendal.

L'enfasi posta sull'esplorazione e il tipo di paesaggio che offre R2C riportano alla mente Myst, e questo lo rende particolarmente indicato soprattutto ai cosiddetti giocatori di vecchia data. Ma una grossa fetta della base artistica riguarda anche l'arte rinascimentale italiana, cosa che rende ancora una volta R2C unico visto che ben pochi altri giochi mettono così in risalto l'arte del Bel Paese.

"Return to Castlerama è un gioco in cui puoi davvero immergenti completamente. I rompicapo sono accattivanti, l’azione intense e la storia intrigante", ha dichiarato Michele Böhm, fondatore del progetto e direttore di Codenrama. "Vogliamo catturare lo splendore della Valle di Gorendal e del suo circondario, creando allo stesso tempo un’atmosfera agghiacciante che si nasconde dietro tutta questa bellezza".

Come dicevamo, Codenrama ha annunciato una versione gratuita di Return to Castlerama con due livelli di gioco e nuove meccaniche di gameplay. Gli indecisi avranno così l'opportunità di provare liberamente il gioco prima di acquistarlo. Inoltre, nei prossimi giorni arriverà anche la versione 1.1 con un nuovo livello di difficoltà che introduce delle facilitazioni per i giocatori meno esperti. Non mancheranno diversi miglioramenti in risposta ai suggerimenti che sono arrivati al team di sviluppo dai giocatori.

"Abbiamo fatto molta ricerca durante lo sviluppo", ci diceva Böhm durante l'evento di presentazione. "È stato come costruire una macchina mentre è in corsa. Durante lo sviluppo ti vengono dati altri strumenti che ti vengono in soccorso e ti permettono di andare avanti".

R2C è solamente il primo atto di una trilogia. Durante l'evento Böhm ha rivelato che il secondo capitolo arriverà nei prossimi anni, non prima di uno e mezzo visto la complessità nello sviluppo di un gioco con queste caratteristiche per dispositivo portatile. Nella seconda parte, diversi figli dalla genealogia non chiara dovranno allearsi per affrontare il male, tra cui anche il figlio del cattivo ArtaSerse, che si chiama ArtaMorto. Il secondo atto renderà ancora più complicata la storia della serie, che già nel primo capitolo è raccontata attraverso un ricco romanzo di oltre 200 pagine.

Fondata come un laboratorio di computer vision research a Roma e Milano, Codenrama produce video fotorealistici per film, pubblicità e industria dell’intrattenimento, combinando la passione per la computer art con una ricerca senza sosta di bellezza, precisione e innovazione. Codenrama si è avventurata con successo nell’arena videoludica nel 2011 con Castlerama, una ‘passeggiata fotorealistica’ per dispositivi Apple che ora si è evoluta in Return to Castlerama.

Per tutti i dettagli vi riamandiamo alla recensione di Return to Castlerama, mentre sotto potete vedere il videoarticolo.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^