Prosegue la demo di Tomb Raider all'E3

Prosegue la demo di Tomb Raider all'E3

Crystal Dynamics ha portato a Los Angeles una nuova versione dimostrativa di Tomb Raider, che sostanzialmente prosegue le vicende viste all'E3 dell'anno scorso.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
Tomb Raider
 

Già l'anno scorso Square Enix e Crystal Dynamics avevano spiegato che il nuovo Tomb Raider sarebbe stato un reboot della serie che fa luce sulle origini di Lara Croft. È un gioco sostanzialmente differente rispetto agli altri capitoli del famoso franchise, perde profondità dal punto di vista della sfida e acquisisce artisticità ed emozionalità di tipo cinematografico.

Come aveva mostrato il trailer dello scorso E3, Lara si ritrova su un'isola misteriosa vicino al Giappone dopo il disastro che coinvolge l'imbarcazione su cui sta viaggiando. L'isola sembra presentare un inconveniente dopo l'altro: nulla è come sembra e il pericolo è costantemente dientro l'angolo, in agguato. L'atteso nuovo capitolo di Tomb Raider si configura, infatti, come una cruenta storia di sopravvivenza in un mondo imprevedibile. Il giocatore può esplorare liberamente l'isola, andare alla ricerca di oggetti speciali, migliorare le armi di Lara e acquisire nuove abilità man mano che accunula esperienza.

Il livello di gioco mostrato all'E3 2012 si chiama Coastal Buffs ed era eseguito da una Xbox 360. Mentre nella conferenza pre-E3 di Microsoft è stato mostrato un livello tratto dalle battute avanzate della campagna single player (lo potete vedere nel video collegato in calce in questa pagina), nello showfloor è stata mostrata una sequenza tratta dall'inizio del gioco, subito successiva proprio alla sequenza mostrata lo scorso anno.

Ritroviamo Lara in forte difficoltà, si tiene l'addome ed è ferita in più punti del corpo. Procede stentatamente lungo un ripido pendio. Il gioco ferma l'azione e sposta la telecamera sul volto di Lara per evidenziare i suoi sentimenti, trasmessi da accurate animazioni. È una sconvolgente espressione facciale, che evidenzia come Lara sia devastata dai tagli subiti.

Il volto di Lara Croft è sensibilmente differente rispetto al passato. È una ragazza più realistica, con una bellezza più semplice e, forse per questo, ancora più accattivante. La psicologia del personaggio è talmente ben ricostruita da rappresentare il motivo di maggiore interesse del nuovo Tomb Raider, che potremmo pertanto descrivere come un gioco di angosciante sopravvivenza che si concentra sull'aspetto psicologico in una situazione così critica. È una Lara Croft sicura come sempre, così come la conoscono i giocatori, perché questa fermezza fa comunque parte del suo carattere. Ma è una Lara che non è ancora abituata a questo tipo di sofferenze, e che evidenzia così tutto il suo dolore senza cercare di mascherarlo.

Dopo aver abbandonato il pendio, Lara si arrampica sul relitto di un aereo, evidenziando ancora una volta ottime animazioni, che per certi versi ricordano Uncharted 3. In questi momenti di forte spettacolarità cresce l'intensità della musica, che accompagna le gesta di Lara più eroiche, mentre il giocatore ha esperienza della sofferenza della protagonista attraverso i suoi gemiti di dolore.

Lara ha contatti realistici con tutti gli oggetti, il suo volto è altamente dettagliato e l'acqua e lo sporco si depositano dinamicamente sul suo corpo. I livelli di gioco sono complessi ed effetti come la profondità di campo rendono realistiche le immagini. La grafica di Tomb Raider è una tra le migliori tra quelle viste all'E3.

La protagonista è alla ricerca di altri sopravvissuti all'impatto, ma si rende conto di essere rimasta da sola. I movimenti della telecamera sono sempre diversi, rendendo l'esperienza cinematografica pregna di significato in ogni momento.

Il tema diventa woman versus wild, visto che Lara ha bisogno di cibo per recuperare parte delle sue energie. A questo punto Lara si arrampica su un albero per scaraventare giù un cadavere e recuperare l'arco che è agganciato ad esso. Inizia a cacciare qualche animale: il senso della sopravvivenza, infatti, passa anche attraverso l'uso di armi primordiali e la ricerca di cibo. La protagonista uccide un cerbiatto e lo sviscera, mentre la musica sottolinea la drammaticità del momento.

Dopo la fase di caccia, bisogna recarsi al campo base, in cui si possono controllare le abilità sbloccate, la situazione delle armi e comunicare con altri personaggi. Il ritmo di gioco rimale comunque sempre incalzante, anche se l'atmosfera è grave.

Il giocatore può sempre attivare un aiuto per sapere qual è la sua prossima destinazione, mentre può raccogliere alcuni oggetti nello scenario per sbloccare meccanismi e aprire porte. Lara trova in questa demo, infatti, una cripta con oggetti preparati per un rituale tribale religioso. La musica sottolinea ancora una volta le immagini cruente di animali sacrificati. Lara estrae un coltello conficcato nella carcassa di un animale, e lo usa per sbloccare la porta della cripta e procedere.

Trova due sopravvissuti, un uomo e una donna, ma è sospettosa sulla loro lealtà. L'uomo, Sam, cattura infatti la donna e Lara, nel tentativo di salvarla, rimane incastrata in una trappola. Il pericolo è incombente e la ragazza ansima. Si sente l'erba muoversi e un pericolo nascosto avvicinarsi verso la protagonista, rimasta bloccata per via della trappola. Spunta un lupo che si scaraventa su Lara, a quel punto il tempo risulta rallentato e il giocatore può puntare la pistola sulla bestia e sparare contro di essa. Per ogni uccisione, si guadagnano punti esperienza.

Un gruppo di sopravvissuti, a quel punto della demo, libera Lara: ognuno di loro ha precise animazioni e una connotazione fisica individuale. Lara rimarrà sola con uno dei sopravvissuti e, insieme a lui, cercherà di azionare un meccanismo che tiene chiusa una porta sulla quale ci sono delle incisioni tribali. I due non riescono a usare l'ascia che hanno raccolto per sbloccare il meccanismo: devono cercare qualcosa per rinforzare l'arnese. Nel menu il giocatore può comunque ottenere informazioni sullo stato dell'arma, sullo stato del suo miglioramento e sulle caratteristiche dell'arma stessa.

Dopo aver sbloccato il meccanismo, i due entrano in un tempio di montagna e vengono attaccati dai selvaggi. La sensazione di essere costantemente braccati e perseguitati dalle minacce presenti sull'isola, insomma, è continua. Si nota un cambiamento cromatico perché i selvaggi stanno dando fuoco a una sorta di pagoda: tutto, dunque, si tinge di rosso e fiamme e scintille furiescono dagli incendi. Lara può spostarsi anche se ha le braccia legate e cerca di aggirare i violenti procedendo in maniera silente. Sente che il gruppo dei selvaggi è impegnato a catturare altri personaggi. Segue una scena di combattimento regolata da quick time event, alla fine della quale Lara riesce a liberarsi.

Devastazione psicologica e fisica, sofferenza, solitudine, ostacoli e impedimenti sono magnificamente riprodotti in Tomb Raider, grazie a un'infrastruttura tecnologica avanzata e alla ricerca di meccaniche di gioco originali e di un tipo di coinvolgimento diverso dal solito. Uno dei migliori giochi dell'E3 2012.

[HWUVIDEO="1160"]Microsoft Xbox Media Briefing E3 2012[/HWUVIDEO]
16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bobby1007 Giugno 2012, 12:13 #1
C'è qualcosa che non mi torna
Pier220407 Giugno 2012, 12:22 #2
Si ma questa Lara invece di invecchiare diventa sempre più giovane? sembra una ragazzina dal demo.

Ormai dovrebbe avere una quarantina d'anni
pin-head07 Giugno 2012, 12:33 #3
capitan ovvio, è un prequel..
cronos199007 Giugno 2012, 12:56 #4
Ma è un videogioco o un trattato di psicologia post-moderna?
bobby1007 Giugno 2012, 12:58 #5
Io dico solo che "per me" si poteva continuare con la vecchia formula esplorativa/avventura con serie di enigmi da risolvere. Stop.

Bastava proporre sempre nuove ambientazioni e muovere il tutto con una bella storia di fondo.
Io sto rifacendo il 3 e mi ero dimenticato di quanto impegno a volte richiedesse in alcuni punti dove bisogna capire dove/cosa/come fare per andare avanti.

Oggi c'è questa follia di dover sempre rinnovare e ci ritroviamo con la maggior parte dei titoli storpiati che deludono in ogni aspetto ma che puntano su questa stupida grafica e sul fattore (pseudo)novità che puntualmente delude ma che la prossima volta siamo di nuovi pronti ad acquistare nella speranza che sia qualcosa di innovativo o chissà cosa. Già poi cosa?
Le case più che impegnarsi a fare un bel gioco provvedono a "riciclare" un vecchio titolo di successo e a farci su un bel trailer per innescare in ognuno la speranza che stia per uscire il titolo del secolo.
E facendo leva sulle nostre speranze possono andare avanti quasi all'infinito.
Marci07 Giugno 2012, 12:59 #6
ma un prequel non c'era gia stato nel 4 e nel 6?
Questa Lara sembra un incrocio tra Bear Grills e Bruce Willis
Hulk910307 Giugno 2012, 13:02 #7
Spettacolare!!!!!!!!
Pier220407 Giugno 2012, 13:04 #8
Originariamente inviato da: pin-head
capitan ovvio, è un prequel..


Un altro prequel?.. quanti prequel hanno fatto

Comunque non ha più quel sapore Vintage di Donna aristocratica con la passione dei manufatti, adesso sembra una Baby Rambo..
bobby1007 Giugno 2012, 13:10 #9
Originariamente inviato da: Marci
ma un prequel non c'era gia stato nel 4 e nel 6?
Questa Lara sembra un incrocio tra Bear Grills e Bruce Willis


Nel 4 c'era il primo livello di pratica con una Lara 16 enne e il suo maestro Von Croy.

Nel 5 dove si pensava che fosse morta si rivivono sue vecchie avventure (livelli nuovi ovviamente) raccontate da persone che la conoscevano e ci sono livelli in cui è molto piccola con le treccine ed è disarmata.
cronos199007 Giugno 2012, 13:12 #10
E' il primo prequel della serie

Han semplicemente rifatto il primo titolo (mi pare fosse: Anniversary) per commemorare i 10 anni della serie, ma a parte quello il filone narrativo generale è sempre andato avanti.

Scelta coraggiosa quella di cambiare formula di gameplay, in quanto quella che han adottato fino adesso si è dimostrata valida e vincente, con i dovuti aggiornamenti che di volta in volta proponevano.

Ora come ora può colpire la spettacolarità dei trailer mostrati, ma da qui a dire che sarà o meno un buon videogioco ce ne passa. Ci sono molti aspetti che ancora non sono ben chiari: quale peso rivestirà i vari "spostamenti da equilibrista", quali armi saranno disponibili (interessante la presenza dell'arco, chissà quale altre), se per caso è un Free-roaming come lascia intendere in alcuni casi questa recensione, il discorso delle abilità (che ci sia di mezzo anche una sorta di meccanismo di livellamento stile RPG?)...


insomma, vedo tanta carne al fuoco, vediamo se sarà ben cucinata.
Di sicuro l'aspetto di Lara lo preferisco di gran lunga ora.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^