Project Scorpio: ecco com'è il nuovo dev kit

Project Scorpio: ecco com'è il nuovo dev kit

Kevin Gammill, il group program manager di Microsoft ha concesso un'intervista a Gamasutra durante la quale ha svelato alcuni dettagli relativi al dev kit di Project Scorpio.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:01 nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Quando Microsoft ha presentato le specifiche tecniche di Scorpio a Digital Foundry ha lasciato intendere che il form factor della nuova Xbox sarà alquanto particolare. Come noto, infatti, Redmond fino a oggi si è limitata a parlare di specifiche, ma non ha comunicato né il nome definitivo della nuova console né, appunto, il suo form factor.

Scorpio Dev Kit

Gamasutra ha indagato ulteriormente sulla questione, ottenendo delle importanti conferme da Kevin Gammill, group program manager for Xbox Core Platform, e da Kareem Choudhry, Xbox software engineering exec. I due hanno parlato di sviluppo su Xbox One e di compatibilità, e hanno mostrato alcuni render con il form factor dei dev kit di Project Scorpio. Questi potrebbero dare indicazioni sulle forme dello chassis della nuova conosole, che peraltro rimane ancora non confermato per quella che sarà la sua versione definitiva.

Secondo Choudry, gli sviluppatori non dovranno lavorare di più per sfruttare il massimo potenziale dell'hardware di Scorpio. "Gli sviluppatori dovranno continuare a lavorare come hanno fatto finora su Xbox One. Faremo noi il lavoro necessario per assicurare che su Scorpio i giochi girino meglio", ha detto a Gamasutra. "Gli sviluppatori non dovranno fare alcun tipo di lavoro appositamente per Scorpio".

Un principio simile vale per il dev kit di Scoprio, che Microsoft dice essere una versione potenziata del già esistente dev kit per Xbox One. Il quale, dopo un paio di anni di progressi tecnologici e di feedback ricevuti dagli sviluppatori, è giunto a un elevato stadio di maturazione. Il dev kit si differenzia comunque in alcuni aspetti chiave rispetto alla console che arriverà sugli scaffali dei negozi nel prossimo autunno.

Come abbiamo visto quando abbiamo parlato di specifiche, i vantaggi prestazionali di Scorpio, e il raggiungimento dei più volte decantati 6 teraflop, derivano innanzitutto dalla migliore gestione della bandwidth alla base delle comunicazioni tra CPU e GPU. Questo dipende dall'impiego di tecnologie provenienti dall'architettura AMD Polaris come Delta Color Compression e dallo sfruttamento delle DirectX 12.

In particolare Microsoft si riferisce al fatto di aver affidato le draw call DirectX 12 all'unità di elaborazione dei comandi della GPU. "Per quanto ne so, è la prima volta che viene fatta una cosa del genere", sono le parole di Gammill. "Abbiamo inserito alcune delle componenti del Runtime DX 12 direttamente nell'hardware. Normalmente, la gestione di queste draw call ad alta frequenza delle DX 12 richiede molti cicli di GPU e CPU: inserendole all'interno del sistema video riusciamo a migliorare l'efficienza dell'intero processo".

Questo permetterà a Microsoft di ridurre le chiamate alle API in maniera significativa, tra le 10 e le 15 volte in certi casi più critici. Ciò che Microsoft vuole garantire con la nuova console sono prestazioni sufficienti a offrire la risoluzione 4K per l'intera immagine ma anche per le texture, frame rate solido, HDR, gamut wide color e audio spaziale.

Scorpio Dev Kit

Il dev kit di Scorpio è più potente delle specifiche annunciate l'altro giorno da Microsoft. Non ci sono differenze lato CPU, ma la GPU (che ricordiamo essere fondamentalmente simile a quella di PS4 Pro) presenta 44 Compute Unit invece delle 40 della versione definitiva di Scorpio, per un totale di 6,6 teraflop contro i 6 precedentemente annunciati. La RAM non ammonta a 12 GB, visto che i dev kit ne equipaggiano addirittura 24 GB. La PSU è da 330 W, contro i 245 W della PSU che i giocatori troveranno nel modello definitivo. In luogo della soluzione di storage ibrida nel dev kit viene poi montato un SSD, sempre da 1 TB.

"Fondamentalmente per uno sviluppatore è sempre più facile programmare con riferimento l'hardware migliore e poi scendere verso il basso e ottimizzare", ha detto Gammill a Gamasutra. Proprio per questo motivo il dev kit di Scorpio ha delle specifiche superiori rispetto a quello che sarà l'hardware definitivo della console.

Proprio come già succede anche con le normali Xbox One e Xbox One S, qualsiasi unità di Scorpio sarà trasformabile in dev kit e utilizzabile come tale. "Gli sviluppatori potranno usare l'Universal Dev Center con i loro dev kit Scorpio esattamente come fanno con le Xbox One attuali", dice ancora Choudhry. "Ma con molta più potenza a disposizione".

Nei piani di Microsoft, i primi dev kit di Scorpio verranno spediti agli sviluppatori nelle prossime settimane. Gli sviluppatori, inoltre, potranno richiedere la sostituzione dell'attuale dev kit con uno dei nuovi. Come potete vedere nei rendering, poi, il nuovo dev kit è dotato di un piccolo display OLED con pulsanti di navigazione e altri cinque pulsanti personalizzabili. Sul display si trovano indicazioni sulle frequenze di funzionamento e il frame rate.

Il dev kit disporrà degli stessi ingressi della versione definitiva della console, tra cui l'HDMI IN che si trova anche sulle altre Xbox One. In più ci saranno tre porte USB aggiuntive e una network interface card per la trasmissione di informazioni di debug durante le sessioni di gioco multiplayer. Rispetto alle unità definitive, invece, ci saranno differenze circa la collocazione delle ventole. Mentre Xbox One solitamente presenta uno sfogo per l'aria calda posizionato sulla parte superiore del case, il dev kit lascia fuoriuscire l'aria da dietro e dai lati. Questo perché gli sviluppatori potrebbero avere bisogno di assemblare interi sistemi di Xbox One impilate le une sulle altre.

Gli sviluppatori avranno ampio spazio di manovra in termini di configurazione dei dev kit e degli aggiornamenti software. All'interno anche un cavo di trasferimento di ultima concezione capace di trasferire fino a 100 GB in 4 minuti. Una soluzione del genere è molto importante per gli sviluppatori visto che hanno sovente bisogno di trasferire le build dei giochi dal dev kit alle console standard.

Scorpio Dev Kit

"Abbiamo lavorato parecchio per ridurre i tempi di iterazione degli sviluppatori", ha detto Gammill. "Il dev kit si installa in pochissimo tempo e funziona subito e il cavo di trasferimento velocizza lo spostamento delle build e dei file grossi. Più acceleriamo questi processi e più tempo avrà lo sviluppatore per creare un gioco migliore".

"Abbiamo creato la console più potente con voi in mente", ha poi scritto Phil Spencer, direttore della divisione Xbox, su Xbox Wire. "Project Scorpio è il dispositivo più potente per creare e per giocare. E stiamo mettendo i giocatori PC e Xbox One nelle condizioni di giocare insieme tramite Xbox Live e Beam, la nuova soluzione di streaming. Allo stesso tempo sappiamo che vi interessano soprattutto i giochi, le esclusive, ma anche i multipiattaforma e i titoli Tripla A. Siamo orgogliosi della line-up di giochi di quest'anno sia per Scorpio che per Xbox One. Scorpio è stata pensata come la console più adatta per i titoli delle terze parti, per il gioco a 4K veri e per la compatibilità con i titoli già esistenti".

"Sono orgoglioso dei progressi fatti con Project Scorpio e di ciò che significherà per i creatori dei contenuti e di come alimenterà la passione dei videogiocatori", continua. "A nome di tutti i membri del team Xbox, grazie per la vostra continua passione e per il sostegno. Siamo entusiasti di svelare Project Scorpio e nuove sorprendenti esperienze di gioco a giugno, all'E3".

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
*Pegasus-DVD*14 Aprile 2017, 12:43 #2
old per 1 giorno di ritardo ? mah
VashXP14 Aprile 2017, 14:23 #3
immagino che a te piaccia leggere le notizie del giorno precedente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^