Project Draco ha un nome definitivo e si intitolerà Crimson Dragon

Project Draco ha un nome definitivo e si intitolerà Crimson Dragon

Si tratta di una reinterpretazione di Panzer Dragoon, ma con il supporto di Kinect. L'esordio è previsto su Xbox Live nel corso del 2012.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 10:31 nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Dopo mesi di silenzio il progetto dal nome in codice 'Project Draco' è stato ufficialmente svelato. Le uniche informazioni di cui disponevamo riguardavano la piattaforma di riferimento - ovvero Xbox 360 - e il supporto di Kinect.

Il titolo in realtà si chiama Crimson Dragoon ed è sviluppato da Yukio Futatsugi, creatore di Panzer Dragoon. L'annuncio è stato dato in occasione delle celebrazioni per il decimo anniversario di Microsoft, avvenute la scorsa settimana.

Secondo quanto riportato dal magazine nipponico Famitsu, Crimson Dragon è destinato ad approdare su Xbox Live Arcade nel corso dell'anno. Esattamente come per la serie Panzer Dragoon, si tratta di uno shooter su binari nel quale i giocatori assumeranno il controllo di un drago. In questo caso però si dovrà ricorrere al movimento del proprio corpo per impostarne la direzione, sfruttando il sensore di movimento di Kinect. Gli attacchi verranno invece impartiti utilizzando direttamente le mani. La destra servirà a mirare mentre la sinistra verrà impiegata per lanciare i colpi.

Nel gioco sarà possibile anche personalizzare i draghi, scegliendo tra una serie di poteri e caratteristiche peculiari. Confermata anche la co-op per tra giocatori, nella quale sarà consentito impiegare i medesimi draghi personalizzati già cavalcati nella campagna single-player.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^