Problemi con la censura tedesca anche per Gears of War

Problemi con la censura tedesca anche per Gears of War

L'organo di censura tedesco ha messo al bando Gears of War, l'attesissimo sparatutto tattico di Epic Games. Stessa sorte era toccata a Dead Rising.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:41 nel canale Videogames
Epic
 
Evidentemente l'organo di censura della Germania non gradisce i contenuti espliciti dei videogiochi destinati a XBox 360. Gears of War, infatti, subisce lo stesso trattamento che era stato riservato a Dead Rising, altro titolo XBox 360 dove il giocatore era chiamato a sterminare un gran numero di zombi attraverso procedure certamente non convenzionali.

L'organo Unterhaltungssoftware Selbstkontrolle si è infatti rifiutato di inserire Gears of War in una classe di censura. E' esattamente quanto avvenuto con Dead Rising, il che non significa necessariamente che i due titoli siano messi al bando. Tuttavia, tale politica è mirata a scoraggiare la diffusione del gioco e la sua commercializzazione da parte dei rivenditori.

Tale decisione scaturisce dai contenuti violenti che indiscutibilmente fanno parte del titolo di Epic Games. Il gore e la presenza di tanto sangue all'interno dei combattimenti tra umani e Locuste sono certamente due degli elementi che hanno determinato questo tipo di situazione.

Ricordiamo, infine, che Gears of War è uno dei titoli chiave del 2006 sia per quanto concerne il gameplay che dal punto di vista tecnico, in quanto si tratta del primo gioco in assoluto mosso dal tanto atteso Unreal Engine 3. Non a caso, l'uscita è prevista in concomitanza con i lanci giapponese e americano di PlayStation 3.

61 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Login19 Ottobre 2006, 16:54 #1
Poco male, affari d'oro per i negozi on-line esteri.
Kintaro7019 Ottobre 2006, 16:55 #2
Sono castranti sti tedeschi.
CicCiuZzO.o19 Ottobre 2006, 16:55 #3
ma se proprio devono rompere le balls per un videogioco, che lo vietino ai minori!

la censura proprio non la sopporto...

(lo so che alla fine è come non fare niente e che se un ragazzino lo vuole il modo per comprarlo lo trova, ma almeno si possiamo gustare il titolo senza il bigottismo della censura)
JJSTr19 Ottobre 2006, 16:57 #4
la solita ipocrisia del mondo che schifo
Sig. Stroboscopico19 Ottobre 2006, 16:57 #5
Se non lo bloccano, al giocatore non gliene frega una pippa... tanto chi gioca si va a leggere le recensioni prima di acquistare.

E vorrei sapere quanti genitori si vanno a leggere il retro della confezione prima dell'acquisto... sempre che comprino loro.

Comunque con questi finti buonismi, che generazione pensano di tirare su?
Qua il giornalismo campa su un 90% di finti scoop, cronaca nera strampalata e inventata in buona parte.

Che vadano a riesaminare l'etica di controllo degli ordini come medici, giornalisti e di esperti sondaggi, prima di puntare il dito sempre sui videogiocatori che si fanno friggere il cervello dal pc o dalla tv...

Ciao!
XGio19 Ottobre 2006, 17:04 #6
la censura sui videogiochi non ha ragione di esistere.... un'autorità può decidere di vietarlo ai minori, il che è giusto, ma poi un utente adulto DEVE poter scegliere con cosa GIOCARE....... se poi conti che il sangue è solo pixel rossi su un monitor e per di piu è sangue di un alieno, la censura si fa molto ridicola....
Flender7619 Ottobre 2006, 17:22 #7
....... se poi conti che il sangue è solo pixel rossi su un monitor e per di piu è sangue di un alieno, la censura si fa molto ridicola....


Vietare un videogame ai minori è una cosa inutile, secondo te la % di maggiorenni che sono capaci di avere un distacco psicologico da un gioco del genere è alta? Ci sono fin troppi imbecilli al di sopra dei 18 anni, stanne certo!
e cmq quello che tu chiami sangue sotto forma di pixel non sai che effetto recondito può dare ai poco "allenati" cervelli di molte persone, non parlando del fatto che se consideri "inferiore" il sangue alieno, ammesso che esista, non è proprio corretto.....la germania ha fatto parecchi errori sotto l'aspetto della discriminazione, e tu li critichi per essere prudenti su un videogioco?
Forse qua si sono perse di vista le cose importanti, sembra che tutti difendono l'anarchia dei produttori di videogame che pur di vendere mandano in pasto ai ragazzini titoli inauditi come questo, fregandosene che un ragazzo sta più ore sulla console che a scuola!
XGio19 Ottobre 2006, 17:32 #8
scusa flender76, ma il produttore non da in pasto niente a nessuno... nessuno ti mette il videogioco in mano e dice "gioca!"..
per i ragazzini sono i genitori che decidono, ed è premura dei genitori assicurarsi che il ragazzino passi piu ore a scuola che davanti alla x360!

io penso solo che un adulto deve avere la possibilità di comprare un videogioco violento quando gli pare e piace. ripeto, per i minori sono d'accordo con il vietare... se stai a guardare anche gli adulti che non ci stanno con la testa allora non puoi neanche mandare al cinema film come Saw, o addirittura superman.... perche dal tuo discorso sembra che ci sono adulti che si lanciano dalla finestra perchè hanno visto superman...
eltalpa19 Ottobre 2006, 17:33 #9
Originariamente inviato da: Flender76
Vietare un videogame ai minori è una cosa inutile, secondo te la % di maggiorenni che sono capaci di avere un distacco psicologico da un gioco del genere è alta? Ci sono fin troppi imbecilli al di sopra dei 18 anni, stanne certo!
e cmq quello che tu chiami sangue sotto forma di pixel non sai che effetto recondito può dare ai poco "allenati" cervelli di molte persone, non parlando del fatto che se consideri "inferiore" il sangue alieno, ammesso che esista, non è proprio corretto.....la germania ha fatto parecchi errori sotto l'aspetto della discriminazione, e tu li critichi per essere prudenti su un videogioco?
Forse qua si sono perse di vista le cose importanti, sembra che tutti difendono l'anarchia dei produttori di videogame che pur di vendere mandano in pasto ai ragazzini titoli inauditi come questo, fregandosene che un ragazzo sta più ore sulla console che a scuola!


Io sono d'accordo con te, e stanne pur certo, per queste tue parole verrai tranquillamente sbranato in nome "della libertà di espressione", difesa ovunque, anche quando si parla di omicidi e morte... mancano solo gli stupri nei videogames e siamo a posto.
eltalpa19 Ottobre 2006, 17:34 #10
Originariamente inviato da: XGio
io penso solo che un adulto deve avere la possibilità di comprare un videogioco violento quando gli pare e piace.

Diresti anche la stessa cosa di un videogioco che incita all'odio razziale?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^