PlayStation 4 hackerata: adesso può eseguire Linux, e i Pokemon

PlayStation 4 hackerata: adesso può eseguire Linux, e i Pokemon

Grazie ad un nuovo hack PS4 può adesso eseguire Linux e un emulatore Game Boy Advance. Enorme passo in avanti per la possibilità di eseguire codice homebrew sulla console giapponese

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:31 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Il gruppo Fail0verflow, conosciuto nell'ambiente dell'hacking su console, è riuscito ad installare Linux su PlayStation 4. Si tratta di un enorme passo in avanti all'interno del processo di esecuzione di software homebrew sulla celebre e fortunata console giapponese. Lato hardware la PS4 è sostanzialmente un PC e l'installazione di un sistema operativo completo non la rende più così diversa da un desktop tradizionale.

Dopo aver utilizzato il microprocessore Cell su PS3, Sony ha adottato un approccio più convenzionale sulla console di casa di ultima generazione, con un microprocessore che in quanto a specifiche ricorda molto più da vicino le unità utilizzate su desktop. Progettata da AMD, l'APU di PS4 implementa una CPU composta da due moduli quad-core x86-64 basati su architettura Jaguar di AMD che si trova particolarmente a suo agio con un SO desktop.

Fail0verflow non si è fermato comunque con Linux, e ha mostrato una versione di Pokemon in esecuzione sul sistema grazie ad un emulatore Game Boy Advance. Un Game Boy Advance è stato collegato fisicamente alla PlayStation 4 per essere utilizzato come controller, soluzione che rende inutile l'emulatore ma che al tempo stesso rende il tutto decisamente interessante visto che dimostra che il gruppo di hacking ha il pieno controllo sulla console giapponese.

Sembra pertanto che Fail0verflow sia riuscito a comprendere in profondità il funzionamento di PlayStation 4. Purtroppo, però, il gruppo non si è soffermato troppo in descrizioni tecniche specificando solamente che ci sono alcune "folli differenze" fra una PS4 e un desktop tradizionale e che Marvell deve "aver fumato roba veramente buona" prima di progettare il chip southbridge della console.

Il nuovo progetto ricorda OtherOS, l'hack che consentiva l'installazione di una distro Linux su PS3 eliminato prontamente da Sony. È probabile che la compagnia adotti il pugno duro anche con la procedura di Fail0verflow, cercando di annullarne gli effetti con i prossimi aggiornamenti software. Restiamo quindi in attesa di una nota ufficiale da parte di Sony.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
battilei04 Gennaio 2016, 11:32 #1
ma io voglio che ci giri Windows 10
mik9104 Gennaio 2016, 11:45 #2
Piccola nota, l'hack funziona solamente con il firmware 1.76 o precedenti
Tedturb004 Gennaio 2016, 12:09 #3
Originariamente inviato da: battilei
ma io voglio che ci giri Windows 10


comprati xbox
acerbo04 Gennaio 2016, 12:14 #4
Originariamente inviato da: mik91
Piccola nota, l'hack funziona solamente con il firmware 1.76 o precedenti


e considerando che il 90% degli utenti la aggiornano costantemente e il firmware attuale é arrivato a 3 ...
kamon04 Gennaio 2016, 12:15 #5
Originariamente inviato da: Tedturb0
comprati xbox


https://www.google.it/#q=sarcasmo
demon7704 Gennaio 2016, 12:37 #6
ma quando fecero qualcosa del genere con la PS3 non era venuto fuori un putiferio?
come mai la cosa adesso sembrerebbe passare un po' in sordina?
PaulGuru04 Gennaio 2016, 12:46 #7
Ma chi è che hackera la propria console per installarci l'OS da desktop ?
Bisogna proprio essere disperati.
biffuz04 Gennaio 2016, 13:00 #8
OtherOS non era un hack, era proprio una funzionalità originale che la Sony aveva inserito per poter vendere la PS3 come PC e risparmiare sulle tasse per le console che in certi paesi sono più alte, ed essa stessa ha brutalmente eliminato quando questa necessità venne meno, attirandosi le ire di molti fan che volevano programmare sul Cell. Anch'io l'avevo presa per quel motivo, visto che in realtà le console non mi sono mai piaciute, e da allora ho evitato accuratamente qualsiasi prodotto Sony. In totale ho comprato UN solo gioco per la mia PS3 oltre a quello incluso, la uso sopratutto per Blu-ray e streaming film dal mio NAS, e adesso Netflix.
L'hack è uscito dopo.
maxsy04 Gennaio 2016, 14:01 #9
Originariamente inviato da: battilei
ma io voglio che ci giri Windows 10


Originariamente inviato da: Tedturb0
comprati xbox


direttamente un PC no?
DjLode04 Gennaio 2016, 14:07 #10
Originariamente inviato da: demon77
ma quando fecero qualcosa del genere con la PS3 non era venuto fuori un putiferio?
come mai la cosa adesso sembrerebbe passare un po' in sordina?


Di fatto sulla ps3 era possibile installare firmware modificati che permettevano l'esecuzione di software di terze parti. Erano state scoperte le chiavi di cifratura (in un firmware di "servizio" e test se non ricordo male) e si poteva firmare il software come se fosse "lecito" e farlo eseguire.
Qui da quanto ho capito le chiavi sono ancora al sicuro e la cosa è possibile solo su un determinato firmware (1.76) che ha circa 2 anni se non sbaglio, e il baco è stato risolto.
Sono due cose un po' diverse (qui è una versione bacata ormai neanche più disponibile,la ps3 di fatto anche aggiornata poteva essere downgradata e modificata).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^