Pinc, un headset di realtà virtuale per iPhone 6 che traccia i movimenti delle mani

Pinc, un headset di realtà virtuale per iPhone 6 che traccia i movimenti delle mani

Si pronuncia 'pinch' e punta a offrire la realtà virtuale con iPhone, il tutto senza spendere cifre esoteriche.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:31 nel canale Videogames
iPhoneApple
 

Realizzato con una stampante 3D, è un case per iPhone 6 che include al suo interno un paio di lenti capaci di riprodurre l'effetto di realtà virtuale ed è dotato di un elastico che lo sorregge sulla testa dell'utente.

Pinć

L'headset è più spesso di iPhone 6 di un paio di volte e punta a offrire un'esperienza di gioco simile a quella che concederà Samsung Gear VR. Arriverà insieme a una suite di app al cui interno si trovano una sezione video, un programma di disegno, un portale di shopping e la photogallery. In futuro arriveranno anche un browser proprietario, un tool di mappe e altre app realizzate in Unity, visto che un software development kit indirizzato al dispositivo verrà rilasciato a breve.

Pinć includerà anche un obiettivo di tipo fish-eye che conferirà alla fotocamera di iPhone 6 un angolo di campo maggiore, utile per gestire alcune applicazioni di realtà aumentata. La compagnia che sta producendo il dispositivo, Cordon Media, si aspetta che la gente utilizzi normalmente il proprio iPhone 6 e che poi lo collochi all'interno dell'headset quando ha la necessità di vedere un oggetto nel dettaglio o quando desidera utilizzare un'applicazione di realtà aumentata. Per esempio, in un negozio si potrebbe utilizzare il dispositivo per esaminare in ogni dettaglio l'oggetto che si sta per comprare.

Pinć

Ma è il sistema di input la vera innovazione di questa soluzione, visto che punta a tracciare e a riprodurre all'interno della realtà virtuale qualsiasi tipo di movimento delle mani. L'utente indossa degli anelli con dei LED che la fotocamera dello smartphone può tracciare. Gli anelli, quindi, possono essere utilizzati come controller all'interno dei videogiochi o delle applicazioni di realtà aumentata. Non è quindi un sistema molto dissimile da alcuni già presentati da Leap Motion.

La compagnia produttrice, però, sostiene che nel caso di Pinć il consumo di batteria è minimo, se paragonato a quello di un sistema di tracciamento full-motion. In quest'ultimo caso, infatti, il dispositivo deve rilevare completamente i bordi delle mani, mentre Pinć richiede alla fotocamera di rilevare unicamente i due LED.

Cordon ha lanciato una campagna di crowdfunding su IndieGogo con la quale chiede 100 mila dollari e, nel momento in cui scriviamo, ha raccolto più di 10 mila dollari. Ha cominciato anche a raccogliere i pre-order tramite il suo sito ufficiale, dove vende ciascuna unità per meno di 90$. Nella prossima primavera verranno consegnati agli acquirenti i primi esemplari.

Pinć | VR Shops & Social Commerce Demo from Cordon Media on Vimeo.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^