paysafecard: il settore dei giochi online in Italia varrà 1 miliardo di euro entro il 2020

paysafecard: il settore dei giochi online in Italia varrà 1 miliardo di euro entro il 2020

Nel 2020 i videogiochi acquistabili online in Italia varranno 1 miliardo di euro e conteranno 35 milioni di giocatori.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
paysafecard
 

Il settore dei giochi digitali acquistabili online varrà circa 1 miliardo di euro in Italia e avrà 35 milioni di utenti nel 2020. Un incremento del 90% rispetto al 2014, quando risultava pari a circa 550 milioni di euro e con 22,7 milioni di utenti (Fonte dati: Statista via paysafecard).

paysafecard

Per giochi digitali acquistabili online si intendono i titoli che rientrano nelle seguenti categorie: i mobile games giocabili su smartphone e tablet, i giochi per PC e i browser games giocabili su una pagina internet. Secondo le previsioni, sarà la categoria dei giochi da dispositivo mobile a trainare il settore. Si prevede fattureranno circa 445 milioni di euro, con un incremento del 106% rispetto al 2014 e con utenze che raggiungeranno i 15 milioni contro i 12 registrati nel sempre 2014 e una quota di mercato superiore al 40%.

A ruota seguono i giochi digitali per PC, i quali stanno vivendo una crescita considerevole. Si stima, infatti, che i giochi digitali per PC scaricabili direttamente dai siti web delle case produttrici passeranno dai 92 milioni di euro di fatturato del 2014 a circa 288 milioni nel 2020, con una quota di mercato che nel 2014 era pari a 16,5% e che nel 2020 sarà pari al 27%. Per questa categoria si prevede un aumento degli utenti dai 4,6 milioni registrati nel 2014 ai 12 milioni previsti per il 2020, con un aumento del 260%. I sistemi di pagamento come paysafecard sono utilizzati all'interno di giochi molto popolari appartenenti a questa categoria come League of Legends e i titoli Wargaming.net come World of Tanks e World of Warships.

Per il settore dei giochi online tramite browser, che nel 2014 fatturava circa 246 milioni di euro, si stima una crescita del fatturato pari al 30% per un totale di 323 milioni di euro, con un aumento di utenti del 25%. Nel 2014 la quota di mercato dei browser games era pari al 45% del fatturato totale del settore, mentre quella prevista pel 2020 scenderà intorno al 30%. Rientra in questa categoria anche il "fenomeno Facebook", dove si registra un calo dell'interesse circa la possibilità di giocare all'interno del noto social network o su altre piattaforme analoghe.

"In questi anni si sta assistendo a una rivoluzione nel mondo dei video giochi digitali", ha dichiarato Udo Muller, CEO di paysafecard. "Il formato fisico sta progressivamente lasciando il passo al nuovo metodo digitale per la distribuzione. Per gli acquisti online ciò che viene maggiormente richiesto dagli utenti sono la sicurezza, la velocità e la comodità. Proprio queste sono le basi su cui si sviluppa il sistema di paysafecard che offre voucher prepagati di piccolo taglio per i pagamenti online. Sono già utilizzati da milioni di utenti europei in una moltitudine di popolari giochi online come League of Legends, Aion, Combat Arms, Neverwinter, Goodgame Empire, i titoli Wargaming.net e molti altri".

Nel 2015 il fatturato dei giochi digitali in tutta Europa risulta superiore a 7,8 miliardi di euro, con il Regno Unito a guidare la classifica con 2,3 miliardi di fatturato, seguito dalla Germania e dalla Francia (1,3 miliardi), dall’Italia (690 milioni) e poi dalla Spagna (629 milioni).

paysafecard è un metodo di pagamento prepagato online basato su piccoli tagli acquistabili in molti punti vendita dai supermercati ai tabaccai. Si acquistano, infatti, i tagli prepagati da 10, 25, 50 e 100 euro, emessi sotto forma di scontrino da oltre 65 mila punti vendita in Italia (500 mila in tutto il mondo), tra cui i partner della grande distribuzione al pubblico come Esselunga, Il Gigante, Tigros, Iper, Metro, e dell'intrattenimento come Sisal e Lottomatica. Ne abbiamo parlato diffusamente qui.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^