Pachter: Nintendo deve smettere di vivere nel passato

Pachter: Nintendo deve smettere di vivere nel passato

La nuova console di Nintendo non sarà diffusamente sostenuta dai produttori di terze parti secondo l'analista di mercato di Wedbush Securities.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:00 nel canale Videogames
Nintendo
 

Nintendo Wii U verrà lanciata presumibilmente nella seconda parte dell'anno, mentre le specifiche e le caratteristiche principali verranno rivelate al prossimo E3. Tuttavia, diversi analisti di mercato sono scettici, anche in seguito alla tiepida accoglienza del nuovo sistema in occasione del primo reveal all'E3 2011.

Nintendo Wii U

"Nintendo deve semplicemente smettere di vivere nel passato quando ormai siamo nel 2012", ha infatti detto Michael Pachter, analista di mercato di Wedbush Securities, a Industry Gamers. "Fin dal 1985 ha avuto un grande successo producendo hardware proprietario e supportandolo con software proprietario. Poi, con l'allagrarsi della base installata delle sue console, ha attirato anche i produttori di terze parti. Loro credono che basti costruire qualcosa con il nome Nintendo per aver il supporto dagli altri produttori, ma non credo che sarà il caso di Wii U".

Pachter crede che non ci sarà lo stesso contributo da parte degli sviluppatori esterni a Nintendo con la console di nuova generazione, a meno che non verranno adottati dei modelli di business al passo con i tempi.

"Facendo un qualcosa di differente con il game controller in realtà hanno complicato la vita degli sviluppatori a livello di game design. Inoltre, non si riesce a capire se alla fine Wii U supporterà uno o più controller. Nintendo è certa di avere un dispositivo sensibilmente differente rispetto alla concorrenza ma, con un supporto limitato dalle terze parti al momento del lancio, rischia di avere vendite modeste".

"Dovrebbero smetterla di affidarsi alla strategia che li ha portati dove sono, perché non sembra funzionare adesso. Credo che debbano occuparsi maggiormente di download digitali, intefacce online user-friendly e di gioco in multiplayer".

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickmot09 Gennaio 2012, 17:09 #1
Originariamente inviato da: Michael Patcher
"Dovrebbero smetterla di affidarsi alla strategia che li ha portati dove sono, perché non sembra funzionare adesso. Credo che debbano occuparsi maggiormente di download digitali, intefacce online user-friendly e di gioco in multiplayer"


Giusto! Il fallimento di vendite di Wii e 3DS è evidente.
Nintendo deve fare come gli altri, smetterla di pensare a fare giochi divertenti e concentrarsi sul numero di pixel e poligoni dei giochi.


3jem09 Gennaio 2012, 17:12 #2
mah, la difficoltà per gli sviluppatori è sicuramente vera, se però venderà si adeguaranno come si sono adeguati su wii; la soluzione del presunto analista invece è di una banalità e di un qualunquismo impressionanti
Rudyduca09 Gennaio 2012, 17:17 #4
Cioé, secondo questo qua dovremmo tutti e all'infinito giocare all'ennessimo COD e suo clone?????

Già ora la qualità dei VG è penosa (non la grafica, ma la sostanza), non oso pensare cosa ci attenda in futuro con una massificazione sempre più spinta!
PaoPaolo09 Gennaio 2012, 17:22 #5
Per sviluppatori esterni che cosa intendono?
Se parlano di sviluppatori software programmare un gioco che funzioni con i wiimote sia piu' complicati rispetto a gestire i coni gelato della playstation o il kinetik della xbox
Se parlano di sviluppatori hardware basta guardare in giro e si vedono molti piu' accessori esterni della wii rispetto a quelli per le altre console.. dai tappetini alle cyclette, dalle canne da pesca ai guantoni da pugilato.

A parte questo che cosa impedisce alla nintendi di sviluppare interfacce utente, download digitale e multiplayer? (considerando che con la wii gia' lo faceva)

Gli si deve essere sintonizzata male la palla di cristallo
Diablos8309 Gennaio 2012, 18:01 #6
Originariamente inviato da: nickmot
Giusto! Il fallimento di vendite di Wii e 3DS è evidente.
Nintendo deve fare come gli altri, smetterla di pensare a fare giochi divertenti e concentrarsi sul numero di pixel e poligoni dei giochi.




Ma dove vivi scusa? Penso proprio che dalla sua entrata in commercio abbiano venduto una valanga di console, se poi intendi adesso posso anche darti ragione..
CubeDs09 Gennaio 2012, 18:06 #7
A furia di ripeterlo ad ogni occasione, prima o poi ci azzeccheranno, questo è il complesso algoritmo su cui si basa l'analista di turno.
nickmot09 Gennaio 2012, 18:12 #8
Originariamente inviato da: Diablos83
Ma dove vivi scusa? Penso proprio che dalla sua entrata in commercio abbiano venduto una valanga di console, se poi intendi adesso posso anche darti ragione..


Irony & Sarcasm detector FAIL.

Volevo sottolineare il fatto che la cara vecchia Nintendo facendo quello che ha sempre fatto (l'easatto contrario di quanto dice questo sedicente analista) ha annichilito il mercato console di questa gen.
So perfettamente che ha venduto vagonate di Wii e DS/DSi/3DS e sono anche completamente contrario a quanto dice Patcher!
Mario, Zelda & co, per quanto ad uno sguardo superficiale possano sembrare lo stesso gioco all'infinito (a parte i troppi remake) innovano e modificano, spesso radicalmente, il gameplay ad ogni edizione. Il fatto che siano presenti gli stessi personaggi, o che vi siano rimandi, riferimenti o riproposizioni di stesse situazioni non deve trarre in inganno.
Il controller non sarà un vero problema, come detot sopra Sony e MS si sono buttate sul motion gaming dopo il successo di Wii, con controller decisamente diversi, tuttavia il supporto non è mancato. Se la console avrà successo i giochi non mancheranno!
pikkoz09 Gennaio 2012, 18:57 #9
Il ragionamento di Patcher mi pare di parte.
In ogni caso il successo di una console , per l'utente finale , non equivale al numero di console vendute , e riguardo alla Wii a mio parere (senza essere un economo/comportamentista), ha venduto a vagonate non solo per il controller innovativo ma principalmente perchè , e non prendiamoci in giro, aveva un prezzo che era una frazione delle altre console.Guardate ad esempio cos'è successo al 3DS : hanno abbassato il prezzo e le vendite sono quasi triplicate . Bontà del hardware?può essere, ma sopratutto buona mossa di marketing.

Senza nulla togliere all parco giochi della Wii ,penso sia stata la poca lungimiranza della Nintendo sull'hardware e il fatto di voler guadagnare su ogni pezzo di hardware venduto (per carità non li biasimo) a decretare il poco successo degli ultimi anni a far breccia nel cuori degli sviluppatori dove, visti i sempre più alti di sviluppo, preferiscono optare sempre di più sul multipiattaforma ,cosa poco fattibile con la Wii visti i limiti hardware e molto costosa nell adattare un titolo.

Per quanto riguarda la Wii U ritengo che il problema principale delle vendite sarà proprio il prezzo se la Nintendo non vuole cambiare politica ( vendere le console in perdita) ,visto che un controller della Wii U sembra componentisticamente ben più costoso (schermo lcd , batteria grossa ,cose che incidono molto sul prezzo) rispetto al controller dell Wii che in più rispetto al tempo aveva un paio di sensori mems dal costo di 4 dollari se non sbaglio).

In ogni caso auguro un successo per la sia Wii U che PS4? e xboxBoh ? è la concorrenza che fa marciare il mercato .
alikairi09 Gennaio 2012, 19:04 #10
Originariamente inviato da: nickmot
Irony & Sarcasm detector FAIL.

Volevo sottolineare il fatto che la cara vecchia Nintendo facendo quello che ha sempre fatto (l'easatto contrario di quanto dice questo sedicente analista) ha annichilito il mercato console di questa gen.
So perfettamente che ha venduto vagonate di Wii e DS/DSi/3DS e sono anche completamente contrario a quanto dice Patcher!
Mario, Zelda & co, per quanto ad uno sguardo superficiale possano sembrare lo stesso gioco all'infinito (a parte i troppi remake) innovano e modificano, spesso radicalmente, il gameplay ad ogni edizione. Il fatto che siano presenti gli stessi personaggi, o che vi siano rimandi, riferimenti o riproposizioni di stesse situazioni non deve trarre in inganno.
Il controller non sarà un vero problema, come detot sopra Sony e MS si sono buttate sul motion gaming dopo il successo di Wii, con controller decisamente diversi, tuttavia il supporto non è mancato. Se la console avrà successo i giochi non mancheranno!


quoto in toto.
e mi chiedo se servano davvero a qualcosa questi "analisti di mercato"...non è la prima volta che sento questi discorsi ma guarda caso la nintendo è sempre in testa...forse dovrebbero darsi all'ippica, no?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^