Overwatch: Modalità Competitiva e Matchmaking

Overwatch: Modalità Competitiva e Matchmaking

Blizzard ha annunciato il lancio della public test region che consentirà agli appassionati di provare la tanto reclamata Modalità Competitiva.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:26 nel canale Videogames
BlizzardOverwatch
 

Sul sito di Overwatch si annuncia il lancio della public test region per Overwatch, che offre la possibilità di provare la nuova Modalità Competitiva prima del suo lancio pubblico. Vi si trovano i dettagli sul funzionamento della modalità e su come prendere parte alla fase di test.

Overwatch

Per accedere bisognerà aver raggiunto il livello 25. "Questa modalità è studiata in modo da offrire un'esperienza di gioco più seria, e permette ai giocatori di affinare le proprie skill e perfezionare le strategie", si legge nel post di Blizzard. Prima di poter partecipare alla Modalità Competitiva il sistema sottoporrà ai giocatori 10 match di piazzamento, che gli serviranno per attribuire un punteggio di skill.

Questo permetterà di individuare gli avversari migliori sulla base del livello di abilità del giocatore, mentre se si continuano a vincere i match cambieranno le assegnazioni e bisognerà sfidare avversari sempre più abili, il tutto all'interno di Stagioni di due mesi e mezzo. Le performance, inoltre, verranno ricompensate con oggetti in-game come spray, icone e Competitive Points che possono essere scambiati per sbloccare oggetti estetici come le armi d'oro.

La Modalità Competitiva prevede nuovi tipi di bilanciamento, con la rotazione delle mappe che subirà delle variazioni in modo da non favorire una delle due squadre. Le sanzioni in caso di comportamento scorretto saranno inoltre inasprite e le infrazioni reiterate potrebbero comportare restrizioni o l'espulsione dalla Modalità Competitiva.

Non è l'unico argomento su cui si è espressa recentemente Blizzard, visto che Jeff Kaplan, game director di Overwatch, ha voluto concentrarsi anche sul Matchmaking con questo post. Ha parlato di quelli che dovrebbero essere gli obiettivi del Matchmaking e di come si calcola il rating per il Matchmaking. Ribadisce che Blizzard non è interessata a ricreare le condizioni di 50% win rate e argomenta su come influisce la percezione e la natura umana sulla valutazione della bontà del Matchmaking, anche a seconda dell'andamento dei match.

"Miglioriamo costantemente il matchmaker, a cui sono assegnati i nostri migliori ingegneri e designer, dedicati completamente a questa componente", ha scritto Kaplan, che si riferisce nello specifico al sistema che consente di evitare certi giocatori. "Durante la settimana rilasciamo molte patch silenti che vanno continuamente a rifinire il sistema. Ad esempio, la recente modalità 'Evita questo giocatore' ha scatenato il caos. Uno fra i migliori giocatori del mondo a usare Widowmaker si è lamentato di tempi di attesa lunghi. Abbiamo indagato sul caso e abbiamo scoperto che molti giocatori lo evitavano, non perché non sia un bravo ragazzo ma proprio perché troppo forte. Il risultato finale è che il giocatore doveva aspettare molto tempo per trovare le corrispondenze e, quando questo succedeva, si ritrovava a giocare con avversari con abilità sensibilmente inferiore alla sua. Di conseguenza abbiamo deciso di rimuovere questo sistema e adegueremo l'interfaccia di conseguenza. L'abbiamo progettato con le migliori intenzioni ma i risultati sono stati disastrosi".

"Noi stessi stiamo giocando molto Overwatch con l'obiettivo di rifinire al meglio tutti questi equilibri e allo stesso tempo monitoriamo i dati provenienti dalle partire degli altri giocatori", continua Kaplan. "Con questo post non voglio dire che tutto funziona per il meglio, ma solo condividere i miei pensieri con la community. C'è sicuramente molto spazio per migliorare, ma bisogna allo stesso puntualizzare come ci siano alcuni fattori che esulano dal nostro controllo".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^