Nuovo brevetto da Google per la pubblicità in-game

Nuovo brevetto da Google per la pubblicità in-game

In seguito all'acquisizione di Adscape, Google persegue sulla strada della pubblicità in-game. Presentato un brevetto relativo ad un sistema che monitora le abitudini dei giocatori.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:25 nel canale Videogames
Google
 
Google si è inserita nel business della pubblicità in-game nel momento dell'acquisizione di Adscape, società specializzata in tecnologie e codici che permettono la visualizzazione della pubblicità in-game. Google ha acquisito Adscape per 23 milioni di dollari nello scorso marzo (vedi qui). E' una strada che il colosso di Mountain View intende perseguire con nuove modalità, considerando il brevetto che ha depositato all'ufficio brevetti degli Stati Uniti.

Il brevetto riporta il seguente titolo: "Usare informazioni provenienti dalle azioni degli utenti di videogiochi per ragioni di target pubblicitario, in modo da stabilire il tipo di pubblicità da integrare nei videogiochi". L'abstract è il seguente: "Informazioni sugli interessi e il comportamento nei videogiochi possono essere determinate monitorando le attività dei giocatori nei prodotti online (e forse creando interferenze in queste attività). Le informazioni possono essere utilizzate per migliorare il targeting della pubblcità. Per esempio, queste informazioni possono essere utilizzate per stabilire la pubblicità da renderizzare in un videogiocho prima che l'utente vi acceda".

Insomma, si tratta di un sistema che traduce le informazioni provenienti dallo stile di gioco e dai gusti videoludici degli utenti in dati da utilizzare in ambito pubblicitario. Ad esempio, potrebbe assumere un certo significato pubblicitario il fatto che un utente, all'interno di un gioco in stile The Sims, acquisti un album musicale dei Coldplay.

In base al genere prediletto e proprio allo stile di gioco (accorto, aggressivo, cooperativo, solitario) sarebbe possibile formulare dei profili che possono essere impiegati in campo pubblicitario. Addirittura, i giocatori che prediligono l'esplorazione, "potrebbero essere interessati alle vacanze, e quindi il sistema potrebbe mostrare delle pubblicità inerenti questo tema". Inoltre, chi spende molto tempo a comunicare all'interno della realtà simulata potrebbe essere interessato all'acquisto di un telefono cellulare.

Dal documento presentato all'ufficio brevetti: "in un gioco di guida, dopo un incidente con una Honda Civic, un annunciatore potrebbe dire 'se avessi avuto un Hammer avresti avuto la meglio in questo incidente'". Ancora, "Se un utente gioca per più di due ore consecutivamente, il sistema potrebbe far apparire messaggi pubblicitari su Pizza Hut, Coke, caffè". Il documento è disponibile a questo link.

Il brevetto riguarda ogni console che sia collegata ad internet, con particolare menzione per XBox 360, PlayStation 3 e Wii. Un portavoce di Google ha comunque dichiarato: "non abbiamo al momento dei piani per implementare questa tecnologia. Google registra diversi brevetti, ma ciò non equivale a dire che verranno impiegati effettivamente".

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie16 Maggio 2007, 09:34 #1
Quella sull'Hammer potevano risparmiarsela.

Non fare incidenti, guidare più sicuri, anzi proprio un corso di guida sicura è da consigliare. E loro cosa fanno?

Fai incidenti spesso? Compra un carro armato...
KinKlod16 Maggio 2007, 09:38 #2
Ma invece di tutti questi sistemi complicati di monitoraggio non fanno prima a chiedere al giocatore che genere di pubblicità preferisce? Cioè se nel gioco la pubblicità è per forza obbligatoria al momento dell'installazione possono chiedere quali sono i propri interessi facendone selezionare un certo numero minimo.
Paganetor16 Maggio 2007, 09:39 #3
ammazza oh, veramente!

il tuo uzi non è all'altezza del boss di fine livello? compra il nuovo BFG 9000, lo trovi in saldo alla Coop
hibone16 Maggio 2007, 09:40 #4
hihihih brevettare un format per la pubblicità è il top;
chissà se siamo ancora in tempo per brevettare i reality

Originariamente inviato da: KinKlod
Ma invece di tutti questi sistemi complicati di monitoraggio non fanno prima a chiedere al giocatore che genere di pubblicità preferisce? Cioè se nel gioco la pubblicità è per forza obbligatoria al momento dell'installazione possono chiedere quali sono i propri interessi facendone selezionare un certo numero minimo.


a me quello che preoccupa non è tanto il rilevamento dei gusti, quanto piuttosto la necessità ( loro )
di rendere per forza di cose interattiva la pubblicità;
che sia una corsa automobilistica un fps o che altro, l'idea dello spottino di 5 secondi come appare nelle gare di formula1 o simili mi spaventa e non poco...

sarebbe sufficiente vendere "gli spazi pubblicitari" normalmente presenti negli arredi urbani così come avviene nel mondo reale; anzichè avere marchi immaginari avresti dei marchi reali; invece i soliti "geni" della creatività vanno a complicare le cose e appesantire il tutto, dal punto dell'invasività dico...

é possibile che se non rendono la pubblicità una "rottura di c@glioni" non sono capaci di reclamizzare una fava? mah...

PS. la marca di fuoristrada di derivazione militare è HUMMER
baronz16 Maggio 2007, 09:41 #5
Boh ma in America brevettano qualsiasi cosa senza avere neanche un implementazione pratica e funzionante ?
Cioè posso brevettare "lanciare la pallina di carta con traiettoria parabolica in modo che centri il cestino" e voi non lanciate più palline di carta nel cestino altrimenti mi dovete pagare
Portocala16 Maggio 2007, 09:50 #6
Originariamente inviato da: hibone
hihihih brevettare un format per la pubblicità è il top;
chissà se siamo ancora in tempo per brevettare i reality


i reality sono stati brevettati da Endemol, che è stata acquistata da Mediaset al 75%.

Belle le pubblicità ingame
Vastx16 Maggio 2007, 09:50 #7
Ilarità? Mi aspettavo ben altro!!! Raga, questi ci fanno il profilo psicologico mentre giochiamo per venderci quello che vogliono e voi ve la ridete?

Dov'è la privacy? Dov'è il mio caxxo di diritto di non spendere se non voglio piuttosto che essere subcoscientemente coartato ad acquistare porcate? È TERRIBILE!

Questi ti fanno il profilo tipo (Aggressivo, timido, sociale, etc... ) e poi ti vendono quello che vogliono! La psicologia impiegata per farci del male...
ARGHHHHH!
hibone16 Maggio 2007, 09:53 #8
Originariamente inviato da: Vastx
Ilarità? Mi aspettavo ben altro!!! Raga, questi ci fanno il profilo psicologico mentre giochiamo per venderci quello che vogliono e voi ve la ridete?

Dov'è la privacy? Dov'è il mio caxxo di diritto di non spendere se non voglio piuttosto che essere subcoscientemente coartato ad acquistare porcate? È TERRIBILE!

Questi ti fanno il profilo tipo (Aggressivo, timido, sociale, etc... ) e poi ti vendono quello che vogliono! La psicologia impiegata per farci del male...
ARGHHHHH!


beh se uno ha la personalità di un budino è probabile...
ma in quel caso il profilo serve a ben poco... basta insistere
Vastx16 Maggio 2007, 09:57 #9
Originariamente inviato da: hibone
beh se uno ha la personalità di un budino è probabile...
ma in quel caso il profilo serve a ben poco... basta insistere


IL disconoscimento dell'effettività di queste tecniche è la base della loro efficacia...
Auguroni!
Puddus16 Maggio 2007, 10:03 #10
Bè è un sistema ideato per il pubblico americano, e tutti sappiamo come gli americani siano un pò babbei da questo punto di vista.
Basta vedere le pubblicità del miracle blade o quella del tipo palestrato che sgambetta allegramente su un'impalcatura che promette fisici da modelli.
L'unico inconveniente è la scocciatura di sentire frasi inutili.
Speriamo siano almeno disabilitabili

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^