Non è ancora self publishing, ma Microsoft annuncia il supporto a Unity per Xbox One

Non è ancora self publishing, ma Microsoft annuncia il supporto a Unity per Xbox One

In occasione della Build Developer Conference, Microsoft ha annunciato una profonda integrazione della tecnologia Unity in Xbox One.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Microsoft ha ricevuto molte pressioni da parte degli sviluppatori indipendenti per non aver inserito la possibilità della pubblicazione autonoma dei videogiochi sul servizio digitale di Xbox One. Ma la società Redmond sembra aver fatto un passo verso gli sviluppatori al BUILD 2013, annunciando una profonda integrazione con il popolare motore grafico Unity.

Unity

Durante la conferenza con gli sviluppatori all'evento che si svolge in questi giorni a San Francisco, Microsoft ha rivelato infatti di essere al lavoro insieme ai tecnici di Unity. I team di sviluppo che usano questo motore potranno facilmente convertire i loro giochi nei formati Windows Store, Windows Phone o Xbox One.

"Unity non solo può vantare un incredibile insieme di strumenti di sviluppo e un motore molto valido, ma anche grande libertà creativa e innovazione", ha detto Steven Guggenheimer, chief evangelist di Microsoft. "L'ecosistema di gioco di Microsoft beneficerà della ricchezza di idee e di immaginazione insite nella community di sviluppo di giochi Unity".

Unity introdurrà nuovi strumenti che permetteranno agli sviluppatori di integrare con immediatezza le nuove funzionalità di Xbox One all'interno dei loro giochi. Si parla dell'interazione tramite gesture grazie a Kinect, del matchmaking multiplayer, del supporto a SmartGlass e delle funzionalità cloud.

A causa dei limiti al self publishing, gli sviluppatori indipendenti dovranno trovare dei partner editoriali per commercializzare i loro giochi nel formato Xbox One. È un approccio diverso rispetto a quello adottato da Sony e da Nintendo, che invece non pongono alcun limite alla pubblicazione autonoma dei contenuti.

Diversi sviluppatori indipendenti, come Jonathan Blow (Braid), hanno chiesto a gran voce una modifica della policy riguardo al self publishing, anche cercando di sfruttare la scia di consensi dovuti al dietrofont di Microsoft a proposito del DRM di Xbox One, ma il colosso di Redmond per ora sembra indifferente alle richieste.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Khronos28 Giugno 2013, 13:35 #1
per "un" momento, leggendo il titolo, ho pensato di vedere XBOX One con una orrenda grafica Ubuntiana.
dinox28 Giugno 2013, 14:20 #2
Magari....!
Paganetor28 Giugno 2013, 15:27 #3
ancora un paio di settimane e Xbox One sarà retrocompatibile con X360...
Spectrum7glr28 Giugno 2013, 16:00 #4
Originariamente inviato da: Paganetor
ancora un paio di settimane e Xbox One sarà retrocompatibile con X360...


bè il fatto che tutto giri su macchine virtuali in sé non esclude che in futuro si possa pensare ad una soluzione di questo tipo.
Ancora viste le recenti speculazioni sulla possibilità di far girare le app di windows 8 su xbox one nulla esclude che in futuro si possa pensare all'xbox come al "desktop" di casa MS...word for xbox

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^