Nintendo: Wii U profittevole dopo vendita del primo gioco

Nintendo: Wii U profittevole dopo vendita del primo gioco

Secondo Reggie Fils-Aime, Nintendo Wii U diventa profittevole dopo l'acquisto della prima copia di gioco.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:46 nel canale Videogames
NintendoWii U
 

Anche se Nintendo sta vendendo in perdita Wii U in questa prima fase del lancio, ma non si tratta di una perdita significativa, stando alle dichiarazioni di Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America. Pare, infatti, che la compagnia nipponica inizi a generare profitti su ogni console nel momento in cui si verifica la vendita del primo gioco.

Nintendo Wii U

"Il business delle console da gioco non cambia in maniera radicale con Wii U. Nel momento in cui il cliente compra il primo gioco l'intera transazione torna profittevole", sono le parole usate da Fils-Aime in un'intervista a Mercury News.

Non ci sono informazioni chiare su quanto denaro Nintendo perda per ogni Wii U venduta né su quanto invece guadagni per ogni copia di gioco venduta. È ovvio però che Nintendo sia sin da adesso vicina al punto di pareggio con Wii U perché, a differenza degli altri produttori di console, vende la sua soluzione in perdita solo nella finestra di lancio. Si tratta inoltre di una perdita lieve.

Nintendo stima di vendere 5,5 milioni di console della famiglia Wii U entro la fine dell'anno fiscale, ovvero entro il 31 marzo 2013. Nello stesso periodo di tempo, prevede di vendere 24 milioni di copie di videogiochi per il nuovo formato. Se si guarda alla seconda parte dell'anno fiscale precedente (ottobre 2011 - marzo 2012) Nintendo prevedeva di vendere 11 milioni di console di precedente generazione Wii. Ciò equivale a dire che la stessa Nintendo è molto prudente sul successo della nuova console. Probabilmente pensa ai problemi di produzione su larga scala che sta incontrando Foxconn, o vuole deliberatamente limitare le vendite in questa fase per mantenere sotto controllo le perdite.

Wii U monta una CPU multicore PowerPC su die IBM realizzata con un processo costruttivo a 45 nanometri. Quanto alla GPU, è una versione customizzata delle soluzioni basate su chip RV7xx realizzata a 40 nanometri. Annovera 2 GB di memoria di sistema e storage di tipo NAND flash per 8 o 32 GB a seconda del modello acquistato.

La caratteristica principale del nuovo sistema è, però, il GamePad con touchscreen da 6,2 pollici, dotato di accelerometro e giroscopio, di videocamera, microfono e speaker. Ogni console Wii U è associata a un GamePad, al quale fornisce streaming di immagini che consentono di avere un'esperienza di gioco parallela. Fino a quattro Wii remote possono essere gestiti per ogni console.

Wii U arriverà in Italia il 30 novembre. Per tutti gli altri dettagli tecnici premete qui.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mau.c23 Novembre 2012, 10:56 #1
si poteva fare di più. la vendono in pareggio, se avessero aggiunto 40 euro di hardware avrebbero venduto molti più giochi e attirato sviluppatori e giocatori che prima non erano interessati. e secondo me potevano pure alzare il prezzo un tantino per controllare la perdita al lancio.

si trattava di intercettare l'utenza delle altre console, che volevano buona grafica e che magari a questo punto erano disposti ad aspettare un anno dall'uscita della nuova xbox p ps4 invece di prenderla al lancio e nel frattempo avere il sistema più potente di nintendo.

e invece no, chi ha una 360 e una ps3 non ha motivo di comprarla, perché nella migliore delle ipotesi ha lo stesso hardware ma non lo stesso catalogo ovviamente. errore madornale IMHO
VILLO198823 Novembre 2012, 21:39 #2
Originariamente inviato da: mau.c
si poteva fare di più. la vendono in pareggio, se avessero aggiunto 40 euro di hardware avrebbero venduto molti più giochi e attirato sviluppatori e giocatori che prima non erano interessati. e secondo me potevano pure alzare il prezzo un tantino per controllare la perdita al lancio.

si trattava di intercettare l'utenza delle altre console, che volevano buona grafica e che magari a questo punto erano disposti ad aspettare un anno dall'uscita della nuova xbox p ps4 invece di prenderla al lancio e nel frattempo avere il sistema più potente di nintendo.

e invece no, chi ha una 360 e una ps3 non ha motivo di comprarla, perché nella migliore delle ipotesi ha lo stesso hardware ma non lo stesso catalogo ovviamente. errore madornale IMHO


Concordo pienamente!! Nintendo cerca subito il profitto e punta sul breve periodo e sui giochi, ms e sony invece preferiscono finire in perdita il primo anno, ma avere guadagni più netti nel lungo periodo..
Sinceramente visto il prezzo, potevano venderla a 400E con un gioco dentro, ma avere un hw migliore di 360 e ps3 e secondo me vendono di più perchè attirano utenti della 360 e della ps oramai frustati dalla grafica di questa generazione..
In realtà d'altro lato, più tardi arrivano ps4 e X720 e meglio sarà per Nintendo ed i suoi profitti!!!
mau.c23 Novembre 2012, 22:14 #3
Originariamente inviato da: VILLO1988
Concordo pienamente!! Nintendo cerca subito il profitto e punta sul breve periodo e sui giochi, ms e sony invece preferiscono finire in perdita il primo anno, ma avere guadagni più netti nel lungo periodo..
Sinceramente visto il prezzo, potevano venderla a 400E con un gioco dentro, ma avere un hw migliore di 360 e ps3 e secondo me vendono di più perchè attirano utenti della 360 e della ps oramai frustati dalla grafica di questa generazione..
In realtà d'altro lato, più tardi arrivano ps4 e X720 e meglio sarà per Nintendo ed i suoi profitti!!!


in realtà mette comunque in difficoltà sony, perché adesso sono in profitto ma hanno già annunciato la nuova console che renderà di nuovo la ps3 un bagno di sangue, senza parlare della 4 che dovrà essere in perdita anch'essa all'inizio...

può essere anche che sony decida di rimandare a questo punto, visto che nintendo non sembra essere in concorrenza diretta...

sinceramente sul WiiU penso che dovranno fare più o meno quello che hanno fatto col 3ds. un taglio di prezzo netto. si perché il prezzo non è 250 dollari come era per il Wii che va bene per tutti, ma è un prezzo da giocatori veri, che però dubito possano adottare la console nintendo
VILLO198823 Novembre 2012, 23:18 #4
Originariamente inviato da: mau.c
in realtà mette comunque in difficoltà sony, perché adesso sono in profitto ma hanno già annunciato la nuova console che renderà di nuovo la ps3 un bagno di sangue, senza parlare della 4 che dovrà essere in perdita anch'essa all'inizio...

può essere anche che sony decida di rimandare a questo punto, visto che nintendo non sembra essere in concorrenza diretta...

sinceramente sul WiiU penso che dovranno fare più o meno quello che hanno fatto col 3ds. un taglio di prezzo netto. si perché il prezzo non è 250 dollari come era per il Wii che va bene per tutti, ma è un prezzo da giocatori veri, che però dubito possano adottare la console nintendo



Si, è vero che il suo prezzo è spropositato però c'è anche da dire che è appena uscita e le console si vendono sovraprezzo, all'inizio in maniera scandalosa peraltro..
Sony sarà messa in difficoltà, però mS?
Le loro stategie sono correlate, è inutile dire che praticamente hanno fatto cartello per ritardare l'uscita delle nuove console per massimizzare i guadagni il più possibile..
Nel momento in cui microsoft riterrà che nintendo possa esser un problema, esce con la nuova x e di conseguenza a trenino anche sony
Hikaro24 Novembre 2012, 11:05 #5
@mau.c
A questo punto potevano aggiungere anche 300€ di HW e vendere una console a 800€ così da accontentare le persone che guardano i pixel mentre fraggano...
Ma in un momento di crisi, dove la gente conta anche il centesimo, diventa difficile aggiungere 40€ di HW, che moltiplicato per milioni di unità diventano cifre da capogiro. Poi per far cosa, per accontentare 2 persone su 10?
Secondo me la loro strategia è, nuovamente, vincente!
Hikaro24 Novembre 2012, 11:29 #6
Scusate il doppio post, ma mi viene una considerazione.
Mentre notebook, netbook e affini, sembrano aver lasciato il posto ai tablet, Nintendo cerca di cavalcare l'onda offrendoti una console nuova con un tablet, un parco giochi come il Wii, app nuove da provare sfruttando la sinergia dei suoi controller, e una potenza approssimativamente allineata all'attuale mercato, senza stravolgere nulla. A me sembra un ottimo compromesso!
Ora il tablet che ti danno non è certo un ipad o un galaxy tab, ma per chi come me ha 2 bimbe in casa può essere un vantaggio notevole avere una console che non dipende al 100% dalla TV.
A mio avviso Nintendo, non come HW ma come idee, è sempre un passo avanti, e probabilmente a Sony e Microsoft tutto questo non dispiace.
mau.c24 Novembre 2012, 13:50 #7
Originariamente inviato da: Hikaro
@mau.c
A questo punto potevano aggiungere anche 300€ di HW e vendere una console a 800€ così da accontentare le persone che guardano i pixel mentre fraggano...
Ma in un momento di crisi, dove la gente conta anche il centesimo, diventa difficile aggiungere 40€ di HW, che moltiplicato per milioni di unità diventano cifre da capogiro. Poi per far cosa, per accontentare 2 persone su 10?
Secondo me la loro strategia è, nuovamente, vincente!


non sono d'accordo. ricordiamo che l'attuale generazione ha un invidiabile rapporto giochi/console che è ben sopra il 6, il wii arriva a 8. il tuo discorso può essere vero solo perché la gente è spinta all'acquisto da motivi irrazionali, perchè comunque i giochi costano anche più di 40 euro.

dire poi che sono 2 persone su 10 quando gli utenti delle altre console sono 140 milioni contro le scarse 100 milioni di wii mi sembra poco preciso. diaciamo 5 su 10. e comunque sono quei giocatori che poi portano gli sviluppatori ad interessarsi della console. ricordiamo che ci sono stati dei tentativi di portare call of duty sul wii completamente fallimentari... e comunque quei 5 su 10 sono quelli che comprano il 70% o più dei giochi in termini assoluti.

non sto dicendo che wiiU non venderà, sto solo dicendo che nintendo rimarrà nella sua nicchia come con il wii e si è di fatto auto esclusa dall'interesse degli sviluppatori di terze parti e degli utenti delle altre console. Il problema è che il pubblico a cui invece si rivolge non è fatto di giocatori abituali, e a me sembra (osservando la vendita dei giochi) che si tratta in gran parte di gente che ha una soglia di attenzione verso il prodotto di pochi mesi, e in più è molto modaiola, questo significa che se non raggiungono i numeri per fare tendenza, perché quel controller non convince, si ritroveranno in una nicchia come col gamecube.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^