Nintendo, perdite significative a causa delle vendite deludenti di Wii U

Nintendo, perdite significative a causa delle vendite deludenti di Wii U

Pur prendendosi la responsabilità del problematico andamento finanziario della società, il presidente Satoru Iwata ha confermato che non si dimetterà.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
NintendoWii U
 

Nintendo si aspetta perdite nette per 25 miliardi di yen (circa 180 milioni di euro) per l'anno fiscale che terminerà alla fine di marzo. Il motivo che sta alla base del problematico andamento commerciale è da ricercare nelle vendite deludenti di Wii U e nelle vendite inferiori alle aspettative di 3DS.

Nintendo Wii U

Nella precedente previsione annunciata nello scorso mese di aprile, Nintendo si aspettava un risultato positivo per l'intero anno fiscale, con utili per 55 miliardi di yen (circa 390 milioni di euro). Il fatturato atteso per l'intero anno è adesso di 590 miliardi di yen (poco più di 4 miliardi di euro), in calo rispetto alla precedente guidance di 920 miliardi di yen (6,5 miliardi di euro).

La previsione sulle vendite di Wii U è stata ridimensionata da 9 a 2,8 milioni di unità vendute nel corso dell'anno fiscale. Mentre per 3DS si passa da 18 a 13,5 milioni di unità vendute. Per il software si passa da 38 a 19 milioni di copie di giochi per Wii U e da 80 a 66 milioni per le copie di giochi per 3DS. Nintendo prevede di vendere 1,2 milioni di unità di Wii, 800 mila in meno rispetto alla previsione di aprile.

"C'è stato un miglioramento nelle vendite di Wii U nella seconda parte dell'anno, grazie al rilascio di vari titoli interessanti dall'estate in poi, di bundle a fasce di prezzo accessibili e al taglio di prezzo negli Stati Uniti e in Europa. Nonostante questo, siamo molto lontani dai nostri target di vendita", ha detto Satoru Iwata, Presidente di Nintendo.

"In particolare, il taglio di prezzo non ha portato al volume di vendite sperato negli Stati Uniti e in Europa. Inoltre, il taglio di prezzo non era previsto all'inizio dell'anno fiscale, e ha avuto un impatto sulle vendite e sulle stime sui profitti".

Iwata si assume la responsabilità del deludente andamento delle vendite, ma conferma che non rassegnerà le dimissioni dalla carica di Presidente del gruppo. D'altra parte, bisognerà studiare una strategia che sia in grado di rendere nuovamente competitivo il business Wii U.

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Defragg17 Gennaio 2014, 17:27 #1
Godo, devono fallire
tmx17 Gennaio 2014, 17:36 #2
Non avevo mai giocato i titoli nintendo e ho recuperato prendendomi una Wii U questo settembre.
Ottimi i controlli e il divertimento, la grafica meno, a parte qualche eccezione.
Spero si rimettano in piedi, meritano sicuramente uno spazio nel panorama videoludico (come è sempre stato) ed è un peccato vederli annaspare sulla loro home console.
Mo4217 Gennaio 2014, 17:42 #3
D'altra parte, bisognerà studiare una strategia che sia in grado di rendere nuovamente competitivo il business Wii U.

Dopo ripetuti annunci che quasi contenevano queste stesse parole, nel lontano gennaio 2001, SEGA annunciava la dismissione della Dreamcast.
Come la vedo io? Ecco:
frank_durelli17 Gennaio 2014, 17:50 #4
Originariamente inviato da: Defragg
Godo, devono fallire


nintendo e' una delle hardware e software house piu' interessanti ed innovative della storia dei videogiochi e tu godresti nel vederla fallire?
mah...io certi commenti proprio non li capisco...soprattutto senza valide motivazioni.
ovvio che tu sia libero di esprimere il tuo pensiero ma sinceramente non vedo cosa ci sia di cosi piacevole nel vedere fallire un colosso del genere con conseguenti perdite mondiali sia a livello di lavoro/posti di lavoro/indotto ecc ecc...per lasciare il mercato in mano a chi? MS? SONY? alle software house e publisher tipo EA?
se ti piace cosi allora ok...io da parte mia ti posso dire che la Wii U e' una signora consolle e che basta UN gioco per rendere una consolle interesante...e la Wii U ne ha piu' di uno...e non sono certi i vari FIFA , AC , COD e minchiate varie...e' proprio il suo personaggio di punta che ti fa venire voglia di giocare ancora a titoli che ti divertono davvero.
Esisteranno 100 giochi di Mario & C...ma ogni volta che la Nintendo ne tira fuori uno e' sempre diverso dal precedente ed e' questo il vero valore della Nintendo....a differenza di tanti altri produttori.
thedoctor196817 Gennaio 2014, 17:55 #5

i principali difetti

l'ho acquistata di recente dalla catena Auchan, era in super offertona a 200 euro con nintendoland, ormai te la lanciano dietro. Allora come è stato più volte sottoilineato è stato un errore non farla un pochino più potente, doveva avere un hard disk e una potenza almeno doppia rispetto alle ps3-xbox360, vi descrivo una situazione un pò particolare (ma non troppo) di un giocatore vecchietto (45 anni) come me affetto da miopia leggera e presbiopia: l'utilizzo del controller touch per i giochi che lo supportano è piuttosto scomodo per chi soffre di presbiopia e miopia, bisogna avere una vista giovane con un buon accomodamento sia da vicino che da lontano, se vedo bene da lontano dovrei per vedere il display del controller cambiare gli occhiali o toglierli per vedere da vicino, insomma un vero pasticcio, questo problema proprio non me l'aspettavo (spero di essermi spiegato), tanto più che la vecchia wii aveva un enorme utenza matura per gli splendidi programmi di fitness utilizzati anche in palestre e centri benessere. Altro problema: non upscala a 1080 i giochi della vecchia wii che si vedranno nella mediocre risoluzione pal, se penso che riesco a vederli meglio con l'emulatore Dolphin per pc la cosa mi fa un pochino arrabbiare! Per finire, mi aspettavo che fosse più silenziosa, la ventola e troppo udibile, quasi quanto quella di una ps3. Non capisco le scelte, le decisioni di megacolossi come la Nintendo, avevano per le mani un immenso patrimonio di utenti wii contentissimi e gli hanno proposto a distanza di 7-8 anni un aborto di console come la wii u con pochi e costosissimi giochi.
madnesshank17 Gennaio 2014, 18:16 #6
Vecchi, vecchi dentro, mummie. Questa è la Nintendo e chi ci lavora. Riciclano vecchie proprietà intellettuali di trent'anni fa, senza crearne mai altre. Convertono vecchi titoli e ci mettono il bollino HD, molto più semplice ed economico che fare cose totalmente nuove e al passo con i tempi. Mario, Zelda, Mario Kart e Luigi... i soliti vecchi e penosi nomi del passato. Non sanno dire altro, non sanno fare altro. Una vecchia mensa dove viene passata sempre la stessa minestra ammuffita. Basta Mario e Luigi, basta per sempre. Fate cose nuove se volete vivere.
Marci17 Gennaio 2014, 18:33 #7
Originariamente inviato da: madnesshank
Vecchi, vecchi dentro, mummie. Questa è la Nintendo e chi ci lavora. Riciclano vecchie proprietà intellettuali di trent'anni fa, senza crearne mai altre. Convertono vecchi titoli e ci mettono il bollino HD, molto più semplice ed economico che fare cose totalmente nuove e al passo con i tempi. Mario, Zelda, Mario Kart e Luigi... i soliti vecchi e penosi nomi del passato. Non sanno dire altro, non sanno fare altro. Una vecchia mensa dove viene passata sempre la stessa minestra ammuffita. Basta Mario e Luigi, basta per sempre. Fate cose nuove se volete vivere.


Cod, Fifa, Halo, Metal gear, Gran Turismo, Forza, Assassin Creed e via discorrendo non sono anche loro la solita minestra riscaldata? Qui il problema è delle software House.
Almeno Mario è IL simbolo di Nintendo, gli altri?
Tra un po avremo Cod 12, GT9, AC 7 ecc.... e pensate che saranno delle rivoluzioni?
san80d17 Gennaio 2014, 18:35 #8
Originariamente inviato da: Defragg
Godo, devono fallire


why?
ice_v17 Gennaio 2014, 18:43 #9
...bisognerà studiare una strategia che sia in grado di rendere nuovamente competitivo il business Wii U.


Meanwhile at Nintendo:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

...

A parte gli scherzi, se non tirano giù Iwata dalla poltrona, Nintendo finirà male, molto male.
Wawacco17 Gennaio 2014, 18:46 #10
Originariamente inviato da: Marci
Cod, Fifa, Halo, Metal gear, Gran Turismo, Forza, Assassin Creed e via discorrendo non sono anche loro la solita minestra riscaldata? Qui il problema è delle software House.
Almeno Mario è IL simbolo di Nintendo, gli altri?
Tra un po avremo Cod 12, GT9, AC 7 ecc.... e pensate che saranno delle rivoluzioni?


Al di là del fatto che non credo nessuno vanti 30 anni ([U]30 ANNI[/U]) di sfruttamento e decine di titoli come Mario e co. e che ognuno chiaramente ha le sue prostitute di successo, non riesco a capire come citare altri produttori e altri titoli (sfruttati per carità possa giustificare anche di un minimo Nintendo, e qui si parla di Nintendo, credo.

"Hanno bisogno di svecchiarsi" per me è un affermazione sacrosanta e oggettiva, a prescindere dagli altri, che senz'altro meritano la stessa critica.

Guardate il parco titoli del ds, guardate il parco titoli del wiiu, capire i motivi del successo di uno e del flop dell'altro non è difficile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^