Nintendo: la produzione di WiiU potrebbe proseguire fino al 2018

Nintendo: la produzione di WiiU potrebbe proseguire fino al 2018

Nonostante i forecast siano tutt'altro che lusinghieri l'attuale hardware sembra destinato a rimanere sul mercato per molti mesi, anche dopo il lancio di NX.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 09:41 nel canale Videogames
Nintendo
 

Il presidente e CEO di Nintendo, Tatsumi Kimishima, ha dichiarato che la produzione di Wii U potrebbe proseguire fino a marzo 2018, nonostante la nuova console NX sia destinata a raggiungere il mercato durante la prossima primavera. La conferenza con gli investitori, avvenuta nella giornata di ieri, ha illustrato i risultati finanziari dell'anno fiscale che si è da poco concluso, ma le cifre che lasciano più perplessi riguardano soprattutto le previsioni di vendita che Wii U dovrebbe avere nell'arco dell'anno fiscale corrente, che si concluderà a marzo 2017.

Nome immagine

Nei suoi rapporti Nintendo prevede la vendita di soli 800.000 Wii U nell'arco dei prossimi 12 mesi, una flessione considerevole rispetto ai 3.2 milioni di pezzi venduti nell'anno precedente. Stime così al ribasso sembrerebbero suggerire che la cessazione della produzione avverrà molto presto - come già era stato ventilato dal quotidiano giapponese Nikkei nel mese di marzo - ma Nintendo non sembra essere dello stesso avviso.

La situazione rimane piuttosto interlocutoria anche alla luce della limitata line-up prevista per i mesi rimanenti del 2016, se pensiamo che l'unico titolo di un certo peso è il nuovo Paper Mario e il prossimo capitolo di Zelda è stato ufficialmente posticipato al 2017, in concomitanza con l'uscita di NX.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar28 Aprile 2016, 10:19 #1
Solo un anno dopo l'uscita della NX? Mah, mi sa che rischia di essere la consolle con ciclo vitale più breve di tutto l'ultimo periodo.
Certo, la cosa non istigherà certo gli utenti a comprarla, dato che verrà abbandonata dopo un tempo tutto sommato breve.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^