Ninja Theory: DmC riflette il nostro tempo

Ninja Theory: DmC riflette il nostro tempo

La serie è particolarmente ricca di humour e scene satiriche, che costituiscono un evidente intento di rappresentare in modo parossistico le caratteristiche e le debolezze della nostra società odierna.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
 

Ninja Theory è tornata a parlare del suo reboot di Devil May Cry, disponibile nei negozi dallo scorso 15 gennaio. Secondo lo studio capitanato da Tameem Antoniades, questo nuovo inizio per la serie è particolarmente ricca di humour e di scene satiriche, che costituiscono un evidente intento di rappresentare in modo parossistico le caratteristiche e le debolezze della nostra società odierna.

Dominic Matthews, Communication Manager di Ninja Theory, ha affrontato l'argomento nel corso di un'intervista rilasciata a RockPaperShotgun, evidenziando come la componente satirica costituisca uno dei tratti distintivi della produzione.

"La satira è un obiettivo particolarmente 'British'. Da Spitting Image (show satirico simile ai Muppet) a Have I Got New for You (show della BBC realizzato da Hat Trick Productions), non ci tiriamo indietro quando si tratta di ridicolizzare le istituzioni e dire la verità tramite lo humour. DmC non è diverso sotto questo punto di vista. E' una satira del mondo in cui viviamo. Non dovrebbe essere presso troppo sul serio ma costituire una rappresentazione dei nostri tempi", ha spiegato Matthews.

"I nostri titoli sono giocati da adulti intelligenti, quindi non c'è alcun motivo per non trattarli come tali", ha proseguito, sostenendo che certe tematiche sono state introdotte per indurre le persone ad una riflessione. "Abbiamo pensato a quali strumenti un piccolo gruppo di resistenza come l'Ordine avrebbe potuto ricorrere per reagire. I temi presentati non dovrebbero essere interpretati come una posizione di tipo politico di Ninja Theory, oppure visti come il nostro tentativo di dire una cosa piuttosto che un'altra. Abbiamo rappresentato il modo in cui un'organizzazione come l'Ordine opererebbe nel nostro mondo".

Per saperne di più sul gioco potete consultare la nostra approfondita recensione.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^