Newell parla di vendite su Steam e di esperimenti sui prezzi

Newell parla di vendite su Steam e di esperimenti sui prezzi

Gabe Newell, direttore di Valve, ha discusso delle strategie di vendita praticate su Steam e analizzato il tipo di impatto che hanno avuto gli esperimenti sui prezzi sulle vendite.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:35 nel canale Videogames
Steam
 

GeekWire ha pubblicato un'interessante intervista al CEO e co-fondatore di Valve Gabe Newell a proposito delle strategie di vendita su Steam e degli esperimenti sui prezzi. Secondo quanto riferisce Newell, quando Valve riduce sensibilmente il prezzo di un gioco senza reclamizzare la promozione ottiene un aumento delle vendite direttamente proporzionale alla riduzione del prezzo. Tuttavia, la cosa non consente di marginare in maniera netta per via del prezzo ridotto.

Ci sono, invece, risultati completamente diversi quando la riduzione di prezzo viene promossa pesantemente. Quando il prezzo di Counter-Strike è stato abbassato del 75%, riferisce Newell, Valve ha registrato guadagni superiori del 40% rispetto ai guadagni che si erano ottenuti con il prezzo normale.

Counter-Strike è un gioco unico nel panorama videoludico, ma Newell assicura che un andamento del genere sui guadagni è stato registrato anche per un altro titolo proveniente da terze parti. Secondo Newell, inoltre, anche gli sconti di lieve entità, ad esempio del 25%, si rivelano competitivi in fatto di volume di copie vendute e guadagni.

Scontare i giochi su Steam, inoltre, non si rivela deleterio per le vendite dei giochi a prezzo pieno. Anche alla fine di una promozione, secondo il direttore della compagnia con sede a Seattle, i giochi usufruiscono del traino che così è stato creato e continuano a vendere bene. Anche le vendite nel tradizionale formato scatolato traggono generalmente beneficio dalla promozione sul prezzo che è stata fatta su Steam.

Newell parla anche del mercato free-to-play. Team Fortress 2 è diventato gratuito nel corso dell'estate, mentre i giocatori possono continuare a comprare per valuta reale oggetti e contenuti esclusivi. Secondo Newell, circa il 20/30% dei giocatori di Team Fortress 2 ha comprato item aggiuntivi tramite micro-transazioni. Newell non chiarisce il valore di queste micro-transazioni, ma ritiene che con Team Fortress 2 un numero di giocatori più alto della media abbia fatto ricorso alle micro-transazioni.

Infine, Newell parla del successo ottenuto da Steam in Russia, una nazione tradizionalmente affetta dal problema pirateria. "Il modo più semplice per bloccare la pirateria non è quello di mettere sempre nuove tecnologie anti-pirateria. Piuttosto bisogna fornire agli utenti degli strumenti migliori rispetto a quelli che forniscono i pirati di software".

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Abufinzio25 Ottobre 2011, 11:43 #1
meglio tardi che mai
Paganetor25 Ottobre 2011, 11:44 #2
96 minuti di applausi.
Masamune25 Ottobre 2011, 11:44 #3
bravi, pubblicizzate e scontate!
D41 C4770!!!!
PhoEniX-VooDoo25 Ottobre 2011, 11:46 #4
jabba dacci ep.3 prima di tutto
Mith8925 Ottobre 2011, 11:47 #5
"Il modo più semplice per bloccare la pirateria non è quello di mettere sempre nuove tecnologie anti-pirateria. Piuttosto bisogna fornire agli utenti degli strumenti migliori rispetto a quelli che forniscono i pirati di software" PAROLE SANTE
Killer8725 Ottobre 2011, 11:50 #6
Steam ha trovato il giusto pattern per combattere la pirateria avvolte ha dei prezzi ridicoli (in bene) per serie di giochi o pack degli sviluppatori.

Vedi l'offerta che è scaduta ieri di tutti i GTA a 7,5€.
vipermario25 Ottobre 2011, 11:51 #7
Originariamente inviato da: Mith89
"Il modo più semplice per bloccare la pirateria non è quello di mettere sempre nuove tecnologie anti-pirateria. Piuttosto bisogna fornire agli utenti degli strumenti migliori rispetto a quelli che forniscono i pirati di software" PAROLE SANTE


posso solo quotare
Red Baron 8025 Ottobre 2011, 11:57 #8
La strategia di Steam è vincente di sicuro. Io stesso ho comprato in versione digital da steam titoli che o non si trovano in versione boxata o che, per il prezzo, conveniva decisamente..
Sicuramente è il modo migliore combattere la pirateria. La pirateria nasce solo perchè spesso i prezzi sono esagerati. Brava steam.
fdA40-9925 Ottobre 2011, 11:58 #9
Un'altra cosa è che ci sono dei piccoli gioielli semisconosciuti a prezzi così bassi e con una longevità così alta che mi fanno dimenticare di andare a spendere €40.00 per un titolo di cartello, ben sapendo che a Natale scatteranno le promozioni.
Killer8725 Ottobre 2011, 12:05 #10
Originariamente inviato da: fdA40-99
Un'altra cosa è che ci sono dei piccoli gioielli semisconosciuti a prezzi così bassi e con una longevità così alta che mi fanno dimenticare di andare a spendere €40.00 per un titolo di cartello, ben sapendo che a Natale scatteranno le promozioni.


Sono felice e impaurtito che ci stiamo avvicinando alle promozioni...

Il summercamp a campeggiato nel mio conto in banca xD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^