Nessun ritardo per PS4 in Europa: nuova console prevista per il 2013

Nessun ritardo per PS4 in Europa: nuova console prevista per il 2013

Sony Computer Entertainment considera l'Europa un territorio ad alta priorità, secondo un insider della compagnia che assicura che non ci sarà nessun posticipo al 2014 per PlayStation 4.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:34 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Fino a oggi, Sony Computer Entertainment non è stata chiara sulla data di disponibilità di . Ha detto che raggiungerà i negozi nella stagione natalizia, ma non ha chiarito in quali territori. Un recente articolo su Edge sostiene che il lancio di PS4 in Europa sarebbe previsto nel 2014, ma una fonte "coinvolta nel business" PlayStation ha adesso detto a Cvg che non ci sarà, invece, nessun posticipo.

PlayStation 4

Cvg ha sentito da un insider della società che Sony sta facendo tutto il necessario per garantire che non vi sia alcun ritardo per PS4 in Europa.

Starebbe, anzi, intensificando gli sforzi per conservare la sua posizione dominante sul mercato europeo, visto che Microsoft intende fare progressi per essere più aggressiva in questo territorio. Sony, stando alla fonte di Cvg, non vuole ripetere gli errori del lancio di PS3, giunta sul mercato in ritardo rispetto a Xbox 360 con il lancio europeo posticipato rispetto a quello internazionale.

Nonostante PS3 e Xbox 360 abbiano venduto pressappoco lo stesso numero di unità, Xbox è ancora molto più forte del brand rivale soprattutto negli Usa e nel Regno Unito. Microsoft, ha infatti, venduto 40 milioni di unità di Xbox 360 negli Usa, contro le 25 milioni di unità di PS3 vendute in questo territorio. Quanto al Regno Unito, Xbox 360 si attesta sulle 8 milioni di unità vendute e PS3 sulle 5 milioni di unità.

Sony chiaramente recupera in Giappone e nelle altre nazioni europee, le quali diventano dunque determinanti. D'altronde, Microsoft difficilmente riuscirà a recuperare in Giappone, dove gli hardcore gamers si attendono un tipo di gaming che non Xbox riesce a offrire, mentre con ogni probabilità diventerà più competitiva in Europa con la sua nuova console.

Nel marzo del 2012, il team Xbox si è assicurato i servizi di Phil Harrison, che prima aveva sempre lavorato per il brand PlayStation. In occasione di quell'annuncio, in un comunicato ufficiale di Microsoft si leggeva che Harrison, che avrebbe ricoperto il ruolo di corporate vice president dell'Interactive Entertainment Business (Ieb), "non solo guiderà direttamente la divisione Ieb europea, ma influenzerà le attività in questo territorio attraverso partnership strategiche e tramite esperienze di intrattenimento culturalmente rilevanti per le piattaforme Microsoft, sia per il presente che per il futuro".

Sfruttando la sua profonda conoscenza della sensibilità commerciale del territorio europeo, insomma, Harrison potrebbe essere in grado di rovesciare le sorti di Xbox in Europa.

Al momento non è possibile dire se si possa verificare qualche tipo di carenza nell'offerta di PS4 al lancio, che possa influenzare la distribuzione in uno dei tre territori principali. Secondo Cvg, comunque, se ciò si verificasse, Sony preferirebbe puntare su Usa ed Europa piuttosto che sul Giappone, territorio nel quale il successo di PS4 appare certo a prescindere. Non c'è ancora una posizione ufficiale di Sony a proposito di queste indiscrezioni.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth14 Maggio 2013, 14:45 #1
A leggere ste notizie sembra che Sony abbia davvero imparato dal passato. Vedremo...

Effettivamente compra la 360 infastidito dal ritardo di ps3 e con me molti conoscenti...
Alessiuccio14 Maggio 2013, 18:03 #2
Non sorprende più di tanto. Il mercato ludico è praticamente fermo, le case sperano di rilanciarlo con la nuova generazione...
Dark Queen03 Giugno 2013, 15:56 #3
Console War?

PC win, simple.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^