NCsoft citata in giudizio a causa dei suoi MMOG

NCsoft citata in giudizio a causa dei suoi MMOG

Il querelante è Worlds.com, e l'accusa potrebbe teoricamente essere estesa a tutti i MMOG.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:55 nel canale Videogames
 
La causa legale è stata avviata per infrazione di brevetto. Ad essere citata in giudizio è NCsoft, la software house coreana che da anni si occupa della produzione e della distribuzione di MMORPG. Il brevetto infratto è stato depositato nel 2000 e ha come titolo "Sistemi e metodi per consentire all'utenza di interagire in uno spazio virtuale".

NCsoft lo avrebbe infranto con i seguenti giochi: City of Heroes, City of Villains, Dungeon Runners, Exteel, Guild Wars, Lineage, Lineage II e Tablula Rasa. Incuriosisce la presenza nella lista di Lineage, MMORPG rilasciato nel 1998, mentre il brevetto è stato depositato solamente due anni dopo.

"La presente invenzione riguarda un'architettura ampiamente scalabile pensata per un mondo virtuale in tre dimensioni multi-utente e interattivo. Gli utenti interagiscono servendosi di un alter ego le cui fattezze sono stabilite da loro stessi e si trovano all'interno di uno spazio in cui possono accedere tramite un software client", è la vaga descrizione dell'invenzione di Worlds.com (per leggere l'interno documento premete qui).

Il brevetto in realtà sembra potersi riferire a qualsiasi MMORPG oggi presente sul mercato, per cui rimane poco chiara la decisione di citare solamente NCsoft e non gli altri publisher del settore, Blizzard su tutti. World of Warcraft ha recentemente superato la soglia degli 11,5 milioni di utenti, per cui resta indiscutibilmente il MMORPG numero uno nel settore.

Worlds.com chiede che il suo brevetto sia considerato "valido e attuabile" e che NCsoft paghi i danni, la cui quantità non è stata stabilita, per il periodo in cui ha infranto il brevetto.

"Probabilmente contatteremo anche altre compagnie oltre NCsoft. Comunque, già diverse persone sono coinvolte nella faccenda, a prescindere dal fatto che siano state citate direttamente dalla nostra causa legale", sostiene James Gatto, avvocato di Worlds.com, in un'intervista al sito Virtual Worlds News.

"Bisognerebbe essere a conoscenza per tempo di brevetti come questo. Se hai una possibilità di cambiare la tua tecnologia devi coglierla al volo, perché in caso contrario rischi di generare danni per diverso tempo", conclude l'avvocato.

Worlds.com è una società che si occupa di tecnologie che stanno alla base di comunità virtuali. È stata fondata nel 1994 e da quel momento ha fornito in licenza la sua tecnologia a partner commerciali interessati al settore dei MMOG. Il sito ufficiale di Worlds.com è raggiungibile premendo qui.

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
il mic02 Gennaio 2009, 09:02 #1
sarebbe da annullare a priori brevetti di sistemi gia presenti sul mercato.

Anzi sarebbe da denunciarli per brevetto fraudolento a scopo di estorsione.
Redvex02 Gennaio 2009, 09:22 #2
Come dice l'articolo, quel brevetto include tutte le software house che hanno sviluppato mmog e anche second life che non lo è.
Whizkid02 Gennaio 2009, 09:27 #3
ma quale è l'elemento su cui fanno perno per mandare avanti la causa? (leggendo non ho capito)

riguarda il fatto che nel brevetto a cui riferiscono tali giochi non parla del fatto che l'utente debba cacciare i "soldi"??
(ipotesi mia)
Blackcat7302 Gennaio 2009, 09:36 #4
Io li considero solo morti di fame che vogliono fare soldi con il lavoro degli altri.
Mr Resetti02 Gennaio 2009, 09:53 #5
i soliti patent troll!!!

ovviamente queste cause saltano fuori molto dopo che un prodotto ha fatto successo sul mercato, perchè così hanno più probailità di mungere la vacca e portarsi a casa un bel gruzzoletto!!!

bastardi!!!
FuriousEagle02 Gennaio 2009, 11:12 #6

mic .....

dovresti solo stare in silenzio.....non conosci il mondo dell'informatica quindi stai zitto. Detto questo, questi morti di fame la devono smettere di copiare il lavoro di altri e voler farla franca. Il brevetto è fatto apposta per creare una forma di giustizia. O si compra un lavoro già fatto da un altro o magari ti fai uno tuo che potrebbe essere migliore o peggiore. Sarebbe come dire bon visto che non mi posso permettermi la Ferrari e non mi accontento di usare una fiat allora la rubo. C’è gente che spende giorni o mesi, per non parlare di soldi, per creare un algoritmo che è capace di fare un calcolo molto più velocemente o un sistema che comunque gestisce un qualcosa in modo ottimale. Il mondo purtroppo è malato da voi comunisti, anche solo come mentalità o stile di vita, che credete sia un diritto guadagnare sulle spalle degli altri. Siete nulla facente?...c****i vostri vi arrangiate. Non siete in grado di fare un lavoro in modo migliore e volete che faccia un altro per te?....pagate….nessuno deve lavorare gratuitamente per nessuno a meno che non lo voglia! Comunisti di m****a
beppe9002 Gennaio 2009, 11:16 #7
ahahahahahah....i soliti estorsori di soldi dell'ultimo minuto.....
samfisher887902 Gennaio 2009, 11:23 #8
@FuriousEagle: bisognerebbe che tu impari le buone maniere, qui si discute dei commenti sull'articolo, e non insultare la gente, quindi le tue parole schifose tientele per te o vai a fare il saccente da un'altra parte. Spero che gli admin prendano provvedimenti, perchè tu comunista di m***a non lo dici a nessuno.

tornando OT:
"La presente invenzione riguarda un'architettura ampiamente scalabile pensata per un mondo virtuale in tre dimensioni multi-utente e interattivo. Gli utenti interagiscono servendosi di un alter ego le cui fattezze sono stabilite da loro stessi e si trovano all'interno di uno spazio in cui possono accedere tramite un software client".

quindi loro praticamente hanno brevettato il fatto di poter interagire con personaggi 3D in un mondo 3D interattivo in rete?...
è la base di qualsiasi MMOG presente sul mercato credo... e non capisco perchè non si sono fatti vivi prima, il brevetto è stato rilasciato nel 2008 e beh, ne è passata di acqua sotto i ponti (e di MMOG sul mercato) in 9 anni... perchè farsi vivi solo ora? Scena? o semplicemente ricavare visibilità e maggior volume di denaro in risarcimento?...

Oltretutto, trovo alquanto strana la scelta di citare tra i giochi incriminati anche Lineage, che è uscito anni prima della depositazione del brevetto,la legge lo consente?...

per il resto, anch'io penso che il fatto clou di questa denuncia sia il fatto che si utilizza tale sistema di interazione per guadagnarci sopra, e forse a Worlds.com non sta bene e vuole (giustamente, se la faccenda è in regola) mangiarci sopra. Devo leggere meglio il documento...
M1ao02 Gennaio 2009, 11:39 #9
Beh credo comunque che NCSoft non se ne stia con le mani in mano...

Già la forula "alter ego le cui fattezze sono stabilite da loro stessi" è alquanto discutibile in quanto l'utente non ha potere divino ma alla fine usa una delle possibili combinazioni create dai programmatori (bisogna vedere anche bene com'è espresso in lingua originale il concetto ma di solito questo è il pane degli avvocati).

@ furiouseagle: intanto impara l'educazione.
E' vero e indiscutibile che i brevetti hanno un'importanza fondamentale nel nostro mondo ma è anche vero che aspettare tanto a fare una denuncia per violazione di un brevetto è anch'esso un furto e forse folle denunciare anche cose preesistenti.

Tuttavia penso che, essendo worlds.com detentrice di un brevetto così potente, probabilmente la denuncia è stato l'epilogo pubblico di una lunga storia tenuta privata andata avanti per diverso tempo.
fcappy02 Gennaio 2009, 12:13 #10
@FuriousEagle

ti ho segnalato appena ho letto...
Vai a fare apologia di politica da un'altra parte...e leggiti il regolamento (se mai non verrai bannato) che su questo punto è piuttosto chiaro.

Ed ora dico la mia...sono d'accordo con quanto detto nei commenti fin ora, del resto il lucro del brevetto dormiente va molto di moda ultimamente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^