Moore: industria dei videogiochi verso la maggiore transizione della sua storia

Moore: industria dei videogiochi verso la maggiore transizione della sua storia

Gaming su smartphone, social gaming, consegne di contenuti digitali e via cloud, free-to-play e nuova generazione di console impongono ai produttori una forte rivisitazione dei propri piani.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:58 nel canale Videogames
 

Ex-dirigente della divisione di Microsoft che lavora su Xbox, adesso Peter Moore occupa la posizione di COO per Electronic Arts. Si interessa soprattutto del mondo EA Sports e continua ad essere una delle persone più influenti nel mondo dei videogiochi.

"Le transizioni sono sempre dure perché le vendite diminuiscono mentre i costi per le nuove tecnologie aumentano velocemente", ha detto Moore a Industry Gamers. "Gli sviluppatori si devono preparare per le nuove piattaforme, sia che esse siano hardware o software, e tutto questo adesso sta diventando ancora più complesso".

"Le compagnie che si sono preparate a questa fase e hanno diversificato le loro offerte per inseguire il consumatore avranno successo e prospereranno. Le compagnie che invece continueranno a costruire le loro strategie sul vecchio modello, anche se l'industria sta cambiando sotto i nostri occhi, alla fine moriranno".

"Il business basato sulle copie dei giochi scatolate rimane ancora valido, è forte e fiorente. Ma a lungo andare, esattamente come è successo con la musica e con i film, andrà sul cloud. Tutto sarà distribuito in forma digitale e consegneremo i giochi direttamente sugli hard disk dei consumatori. Continuiamo a vendere molti dischi fisici, e sono sicuro che lo faremo anche in futuro, ma questa parte è destinata a contrarsi. Comunque, al momento rimaniamo il produttore numero uno al mondo in quanto a consegne di copie fisiche".

"Se vuoi essere un produttore che offre contenuti interessanti per i consumatori, nei prossimi 3 o 4 anni devi essere pronto a offrire i tuoi contenuti in qualsiasi momento, ovunque e a tutti".

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StyleB09 Dicembre 2011, 09:33 #1
sinceramente concordo con il digitale ma non con il cloud, almeno non per le infrastrutture attuali.
le linee sono più che mediamente scadenti o solo parzialmente aggiornate e vengono sempre più spremute da tv, musica, streaming, console, aggiornamenti e altro, se poi aggiungiamo il fatto che spesso le aziende di telecomunicazioni rubano mb di banda per risparmiare sulle infrastrutture, disegnami un quadro abbastanza pittoresco.
quindi:
il cloud è il futuro? credo proprio di si, offre possibilità assurde a quasi 360°.
è futuro prossimo? ...forse per i nostri nipoti e per le grandi aziende, ma non per la popolazione.
Einstein197609 Dicembre 2011, 10:22 #2
"Se vuoi essere un produttore che offre contenuti interessanti per i consumatori, nei prossimi 3 o 4 anni devi essere pronto a offrire i tuoi contenuti in qualsiasi momento, ovunque e a tutti".

Parole giuste e sagge.

Aggiungendo inoltre che si deve garantire la possibilità di una copia di backup su supporto fisico per ogni evenienza, così è perfetto anche per il futuro.
vynnstorm09 Dicembre 2011, 11:15 #3
Ma piu' che altro, te ne accorgi ora? Sicuramente sono ancora in tempo con origin, ma in quanto a tempi steam e' avanti a tutti!
OldBlackStreet09 Dicembre 2011, 11:19 #4
Io sono sempre stato scettico del formato digitale, i formati fisici per me sono una cosa sacra, metti che vuoi andare a giocare a fifa da un'amico che non ha internet perchè abita in un paesino minuscolo, e non hai voglia di portarti dietro la play, pc, ecc...che fai? niente...Io rimango e rimarrò sempre dalla parte dei dischi fisici fino alla mia morte...poi, se tutto andrà in digitale, le edizioni speciali e quelle da collezione che fine faranno? mi rintristiscono queste notizie.
Capozz09 Dicembre 2011, 11:41 #5
Originariamente inviato da: OldBlackStreet
Io sono sempre stato scettico del formato digitale, i formati fisici per me sono una cosa sacra, metti che vuoi andare a giocare a fifa da un'amico che non ha internet perchè abita in un paesino minuscolo, e non hai voglia di portarti dietro la play, pc, ecc...che fai? niente...Io rimango e rimarrò sempre dalla parte dei dischi fisici fino alla mia morte...poi, se tutto andrà in digitale, le edizioni speciali e quelle da collezione che fine faranno? mi rintristiscono queste notizie.


Per me è l'esatto contrario, non compro un gioco su sopporto fisico da anni: non trovo vantaggi ad avere il gioco su supporto fisico, inoltre il dd permette di risarmiare moltissimo.
Frate09 Dicembre 2011, 12:01 #6
io sono per una via di mezzo, o meglio per entrambe: preferisco il supporto fisico perché mi piace collezionare giochi (anche se ultimamente le collector's costano troppo e le lisce sono a volte veramente povere) ma sono contento quando posso agganciare il supporto ad una piattaforma tipo Steam o Origin (e spesso succede, ultimamente sono rimasto deluso per Witcher 2 e SSF4AE)

per quanto riguarda i prezzi basta saper comprare, si trova a poco o a troppo sia in dd che con le copie fisiche, anche se quando le cifre restano sotto i 5 euro il dd diventa imbattibile
marco_iol09 Dicembre 2011, 15:38 #7
Originariamente inviato da: Capozz
Per me è l'esatto contrario, non compro un gioco su sopporto fisico da anni: non trovo vantaggi ad avere il gioco su supporto fisico, inoltre il dd permette di risarmiare moltissimo.


Da quando ho conosciuto Steam non ho più comprato alcun gioco su supporto fisico - l'unico negli ultimi 12 mesi è stato PES2012 (e neppure è stato un affarone, ma questo è un altro discorso )
riporto12 Dicembre 2011, 09:14 #8
Bah, sarò un vecchio pirla (34 anni) ma preferisco prendere il mio bel BR, buttarlo dentro alla PS3, svaccarmi sul divano e con un controller vero godermi il mio gioco sul 47".
Tutta sta necessità di giocare sempre, ovunque e comunque non ce l'ho e non ce l'avrò mai.

Lasciare le cose che vanno bene così come sono per una volta no eh?
virus_10112 Dicembre 2011, 11:48 #9
Considerando che negli ultimi 5-6 anni hanno fatto solo schifo, non sono riusciti a fare un gioco decente, ma solo robaccia da cerebrolesi .... sinceramente la rivoluzione cosi' spacciata non mi attira nemmeno un poco( fatevi un paragone tra morrowind w skyrim ... basta affiancare questi 2 giochi per capire quanto sia decaudto il gaming ).

I giochetti del cacchio su fb,g+ per smartphone etc... bleahrg teneteveli io resto a giocarmi altre cose. Se questo e' il futuro mi dispiace tanto per chiunque si avvicini al mondo del gaming di ultima gen. Ho provato vari titoli in questi anni e devo dire che era meglio i giochi di 10 anni fa, erano piu' complessi e offrivano sfide piu' interessanti e meccaniche piu' complesse e variegate.

Dannate console.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^