Molyneux torna a parlare di Kinect

Molyneux torna a parlare di Kinect

Il leader di Lionhead Studios, attualmente impegnato sullo sviluppo di Fable: The Journey, ritiene sia solo questione di tempo prima che il potenziale della periferica di Microsoft venga sfruttato appieno.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 14:03 nel canale Videogames
Microsoft
 

Peter Molyneux ha dichiarato di comprendere le critiche mosse dagli hardcore gamer nei confronti di Kinect, aggiungendo che qualunque invenzione di tale portata richiede tempo per poter essere sfruttata come si deve.

Nel corso di un'intervista rilasciata a Xbox World 360, il leader di Microsoft European Games Studios ha comparato il motion device di 360 al mouse per il PC, anch'esso osteggiato agli albori, pur avendo condotto in seguito a risultati notevoli come la nascita del genere FPS.

"Sapete, è esattamente come a metà degli anni '80 quando avevamo a che fare con l'Amiga e iniziammo a giocare con il mouse", ha spiegato. "Ricordo che chiunque scriveva di come il mouse fosse la cosa peggiore per il gaming. Ma dopo le dovute esplorazioni e sperimentazioni sono arrivati Wolfenstein, Doom e gli strategici in tempo reale. Prima di quel momento tutti creavamo cose destinate ad essere fruite con un joystick".

Secondo Molyneux quindi gli sviluppatori devono ancora creare qualcosa che sfrutti come si deve il nuovo controller, ma sarà solamente una questione di tempo prima che l'obiettivo venga raggiunto e si faccia un ulteriore passo in avanti in termini di innovazione.

"Credo che qualunque invenzione della portata di Kinect richieda un po' di tempo per essere esplorata. Concordo con lo scetticismo degli hardcore gamer perché non ci sono ancora esempi di qualcosa che sia drammatico o esaltante al medesimo livello di un gioco pensato per il controller, o un'esperienza che non finisca in soli 15 minuti. Quando saranno superate le idiosincrasie con cui ogni dispositivo deve fare i conti, Kinect sarà un fantastico device per l'innovazione".

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mau.c14 Luglio 2011, 14:51 #1
ma questo tizio è un vero rincoglionito. wolfenstein e doom si giocavano con i tasti e le frecce direzionali, forse dopo con quake si incominciò ad usare il mouse (che di sicuro non ha generato i FPS )

parlasse di meno e facesse più giochi rivoluzionari, sono due anni che spara cazzate sul kinect, a che punto è il suo progetto di personaggio interagente tramite kinect che riconsoce le esperessioni e trasmette le emozioni?
devbeginner14 Luglio 2011, 15:19 #2
Originariamente inviato da: mau.c
ma questo tizio è un vero rincoglionito. wolfenstein e doom si giocavano con i tasti e le frecce direzionali, forse dopo con quake si incominciò ad usare il mouse (che di sicuro non ha generato i FPS )

parlasse di meno e facesse più giochi rivoluzionari, sono due anni che spara cazzate sul kinect, a che punto è il suo progetto di personaggio interagente tramite kinect che riconsoce le esperessioni e trasmette le emozioni?


questo tizio rincoglionito è stato uno dei personaggi più influenti negli ultimi trent'anni del settore.

E non è che i giochi rivoluzionari si comprano al mercato. Quanti ne hai visti nell'ultimo lustro?
Facciamo pochi e vogliamo essere degli eufemisti?


Poi quel che dice è banale: ci vuole tempo.
Il problema è un altro: tempo o no, se non mi dai le risorse per sfruttare le nuove tecnologie (quindi passi di generazione) possiamo stare qui a continuare a smacchiare i leopardi...
Glasses14 Luglio 2011, 17:34 #3
è anche vero che è circa una decade che non tira fuori nulla di particolamente intrigante... intendiamoci, i tempi della Bullfrog era altra roba rispetto a quanto è seguito.

Ora, è lampante che Kinect ha seri problemi di concezione, in primis il fatto di non potersi muovere. O gli addano una sort di move per fare un passo avanti oppure è una periferica morta e sepolta e buona solo per qualche banale titolo di danza o di sport statici. Vedere Star Wars Kinect per farsi grasse risate, praticamente un rail game con pack di nemici che aspettano tranquillamente il loro turno. Spazzatura.
bytemadness14 Luglio 2011, 18:47 #4
il kinect non è concepito per gli headshots
mau.c14 Luglio 2011, 21:11 #5
Originariamente inviato da: devbeginner
questo tizio rincoglionito è stato uno dei personaggi più influenti negli ultimi trent'anni del settore.

E non è che i giochi rivoluzionari si comprano al mercato. Quanti ne hai visti nell'ultimo lustro?
Facciamo pochi e vogliamo essere degli eufemisti?


Poi quel che dice è banale: ci vuole tempo.
Il problema è un altro: tempo o no, se non mi dai le risorse per sfruttare le nuove tecnologie (quindi passi di generazione) possiamo stare qui a continuare a smacchiare i leopardi...


senti sarà anche stato un grande e nessuno lo mette in dubbio, ma è evidente che s'è venduto il sedere.

quando fu annunciato project natal era in prima linea con MILO:
http://www.youtube.com/watch?v=yDvHlwNvXaM

oggi non se ne parla nemmeno... magari nel 2012 (dopo ben 3 anni) si poteva uscire con un concept del genere e invece non penso nemmeno che lo stiano sviluppando davvero era solo un modo per destare l'interesse e sbattere un video di pubblicità online perchè se ne parlasse non c'era nessun team realmente al lavoro... mi pare chiaro che è stato pagato, non penso proprio che faccia queste evangelizzazioni gratis. Perchè invece non ci ispira parlando dei suoi progetti e di cosa sta realizzando di tanto fantastico? le chiacchere stanno a zero se c'è un potenziale che venga sfruttato, anche la ps3 doveva essere talmente potente da rendere i supercomputer obsoleti, come no...

e comunque quello che ha detto sul mouse se l'è inventato, tanto valeva che dicesse che lo zapper nes ha creato il genere RTS
N1hilism17 Luglio 2011, 22:36 #6

mau.c non ha tutti i torti

Molyneux però lavora sotto Microsoft che li tarpa le ali e lo spinge a realizzare giochi "classici" come Fable 3, va considerato anche questo.
mau.c18 Luglio 2011, 21:01 #7
Originariamente inviato da: N1hilism
Molyneux però lavora sotto Microsoft che li tarpa le ali e lo spinge a realizzare giochi "classici" come Fable 3, va considerato anche questo.


mah non penso che sia questo il problema, il problema sono sempre i soldi. se voleva fare dei giochi innovativi non esiste un momento migliore di questo ti puoi buttare su praticamente ogni cosa dai giochini in flash ai motori 3d migliori mai esistiti (sicuramente degli ambienti di sviluppo che lasciano più spazio alla creatività rispetto al periodo di populous). e col suo nome può accedere probabilmente anche a progetti ad alto budget. il problema se sta in microsoft e si limita a fare l'evangelizzatore e a over hypare i giochi:
fonte wikipedia:
Despite the success of his games, both critical and financial, Molyneux has acquired a reputation for issuing over-enthusiastic descriptions of games under development, which are found to be somewhat less ambitious when released. The most well-known case of this was with Fable, released in 2004 without many of the features talked about by Molyneux in press interviews during development. After the release, Molyneux publicly apologized for overhyping the game

è che deve pagare il mutuo... non vedo come si possa dare la colpa a microsoft, se ne può anche andare e sicuramente lo farebbero lavorare anche altrove.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^