Metro Last Light: nuovi dettagli e immagini

Metro Last Light: nuovi dettagli e immagini

Nuove armi e meccaniche di shooting affinate, un ulteriore miglioramento grafico grazie alla nuova versione del 4A Engine, le nuove modalità multiplayer cooperativa e competitiva, mettono Metro Last Light nella lista dei videogiochi più promettenti per il 2013.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:45 nel canale Videogames
 

Dopo il controverso epilogo delle vicende del gioco precedente, Metro 2033, Artyom torna come protagonista e si ritrova ancora una volta a combattere all'interno di una Mosca devastata da un'apocalisse nucleare, mentre qualsiasi forma vivente che si trova al di fuori della metropolitana della capitale russa è stata contaminata e trasformata in una brutale e aggressiva creatura.

Il giocatore dovrà ancora una volta prendere delle decisioni che hanno delle conseguenze morali, con la possibilità di incidere sul finale. La componente da shooter rimane quella predominante, ma non è tutto balistica visto che Artyom potrà anche lanciare dei coltelli, usare delle granate adesive, infilzare le baionette nei corpi delle bestie avversarie e modificare le armi di cui dispone con estensioni come mirini, soppressori e sottocanne.

L'atmosfera è ancora immersiva e terrificante, oltre che decisamente buia, e ampio spazio viene dato agli utensili di fortuna che vengono usati da Artyom per farsi spazio nella metropolitana e per affrontare le creature mostruose generate dal disastro nucleare.

Le riprese sono ancora di tipo cinematografico e si nota un uso intensivo di luci, ombre ed effetti di fumo volumetrico, se possibile ancora più dettagliati di quelli del primo capitolo Come nel primo capitolo, poi, torna l'uso di oggetti primordiali, ciascuno con un preciso funzionamento.

Mentre la gran parte del gioco è ambientata sottoterra, all'interno di angusti, terrificanti e oscuri tunnel, Artyom può in alcuni casi ritrovarsi a combattere in superficie, all'interno di una Mosca devastata dalle radiazioni. Negli spazi chiusi Metro Last Light evidenzierà i miglioramenti fatti dallo sviluppatore 4A Games alla tecnologia già vista nel predecessore, con un'attenta gestione di tante fonti di illuminazione, che emettono luci realistiche e precise. All'aperto, Metro Last Light non presenterà una componente free roaming, perché il percorso di Artyom è comunque limitato dalle radiazioni, ma anche in questo contesto il motore grafico del gioco è in grado di gestire ampi spazi aperti con un denso dettaglio poligonale.

Come per il gioco precedente, 4A Games vuole che il giocatore sia completamente immerso nell'esperienza post-apocalittica: mentre Artyom perlustra le gallerie del sottosuolo di Mosca, quindi, potrà capitare che delle mosche si poggino sulla sua visiera o che mandi a fuoco una ragnatela con il suo accendino.

4A Games introduce il multiplayer con Metro Last Light. Ci sarà sia la modalità cooperativa che il multiplayer competitivo con diverse modalità di gioco. Per il momento non vuole fornire ulteriori dettagli, ma rassicura i fan a proposito della profondità e della capacità di sposarsi con le meccaniche di gioco squisitamente single player di Metro.

Parla anche di meccaniche di shooting migliorate e di una serie di nuove armi. Metro Last Light uscirà nel corso del 2013 su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
yukon30 Maggio 2012, 10:06 #1
da parecchio tempo prediligo il gioco online, mentre quello in single playeer non mi attira molto. sopratutto se si parla di fps, visto che è un genere molto inflazionato con cloni di cloni.


sono rimasto stupito del fatto che mi sia giocato tutto di un fiato questo metro, davvero non me lo aspettavo.. la trama e l'ambientazione li ho trovati fantastici... veramente un'ottimo prodotto sotto tutti i punti di vista.

l'ambientazione mi ricordava i sotterranei di indastria, con tutta quella gente costretta a vivere nel sottosuolo..


quindi attendo con'ansia il seguito :P
Slater9130 Maggio 2012, 10:07 #2
Trovo incredibile che da un libro molto introspettivo e, se vogliamo, "filosofico" come Metro 2033 sia nato uno shooter. Trovo il libro veramente eccezionale, una perla di rara bellezza che si va a posizionare accanto ai grandi della nuova fantascienza russa (come Lukjanenko). Non ho mai giocato al gioco nè penso che lo farò a breve, se sono davvero state escluse tutte le componenti riflessive e filosofiche del libro. In ogni caso rimane interessante vedere cosa tireranno fuori da questo gioco.
tonyxx30 Maggio 2012, 12:19 #3
ho letto il libro metro 2033 e l' ho trovato fantastico, ho giocato e finito alcune volte metro 2033 e mi è piaciuto, certo potevano farlo più lungo, meno lineare e sopratutto ottimizzare meglio la grafica, in quanto è di una pesantezza assurda.
attendo con ansia il sequel, i video su youtube promettono bene , spero che la grafica sia + leggera e i combattimenti + realistici
tbs30 Maggio 2012, 12:30 #4
Originariamente inviato da: Slater91
Trovo incredibile che da un libro molto introspettivo e, se vogliamo, "filosofico" come Metro 2033 sia nato uno shooter. Trovo il libro veramente eccezionale, una perla di rara bellezza che si va a posizionare accanto ai grandi della nuova fantascienza russa (come Lukjanenko). Non ho mai giocato al gioco nè penso che lo farò a breve, se sono davvero state escluse tutte le componenti riflessive e filosofiche del libro. In ogni caso rimane interessante vedere cosa tireranno fuori da questo gioco.


Il libro è piaciuto anche a me. L'ambientazione e l'idea di fondo sono ottime. Il risultato è però non propriamente riuscito.
Ci sono alcuni capitoli un pò tirati, tipo quelli con le fazioni fascista e comunista. Credo li abbia messi per dare una visione d'insieme più completa dell'ecosistema (se mi passi il termine) della metro, piuttosto che per far vivere ad artyom delle vicende utili ai fini del racconto. IMHO, con un 400 pagine in più avrebbe potuto fare molto meglio, approfondendo un pò le varie fazioni e dilatando un pò i tempi (che in quei capitoli sono veramente strettissimi).
Slater9130 Maggio 2012, 12:43 #5
Originariamente inviato da: tbs
Il libro è piaciuto anche a me. L'ambientazione e l'idea di fondo sono ottime. Il risultato è però non propriamente riuscito.
Ci sono alcuni capitoli un pò tirati, tipo quelli con le fazioni fascista e comunista. Credo li abbia messi per dare una visione d'insieme più completa dell'ecosistema (se mi passi il termine) della metro, piuttosto che per far vivere ad artyom delle vicende utili ai fini del racconto. IMHO, con un 400 pagine in più avrebbe potuto fare molto meglio, approfondendo un pò le varie fazioni e dilatando un pò i tempi (che in quei capitoli sono veramente strettissimi).


Sono d'accordo. Rimane però un libro davvero splendido, a mio parere. La cosa che mi spiace è che il seguito non vede protagonista Artyom ed è stato tradotto con Google. Soprattutto per la seconda cosa (ok, esclusivamente per quello) non l'ho neppure finito. Sono arrivato a pagina 30 e ho mollato il colpo. Troppe frasi del tipo "lui andare giù bicchiere, amore venì scatola". Ok, non proprio così ma ci siamo vicini.
tbs30 Maggio 2012, 13:02 #6
Originariamente inviato da: Slater91
Sono d'accordo. Rimane però un libro davvero splendido, a mio parere. La cosa che mi spiace è che il seguito non vede protagonista Artyom ed è stato tradotto con Google. Soprattutto per la seconda cosa (ok, esclusivamente per quello) non l'ho neppure finito. Sono arrivato a pagina 30 e ho mollato il colpo. Troppe frasi del tipo "lui andare giù bicchiere, amore venì scatola". Ok, non proprio così ma ci siamo vicini.


Sì, bel libro. L'ambientazione poi è fantastica e, per me, originalissima.
Io il secondo libro devo ancora recuperarlo. Ma una fonte fidata mi ha detto che non vale il prezzo pieno e che mi conviene prenderlo a poco.
Strano che il seguito non veda protagonista artyom, ricordo che l'autore non l'aveva "bruciato" (narrativamente parlando) in metro2033.
ThePonz30 Maggio 2012, 13:18 #7
metro 2033: ho letto il libro e poi giocato il vg.. davvero incredibile come siano riusciti a rendere davvero bene l'adattamento, molto belli i riferimenti diretti al libro stesso (no, non sto parlando dei manifesti pubblicitari all'interno del gioco né ai libri stessi che si trovano in giro per i livelli.. :fagiano, quando sono arrivato alla fine il poter 'riscrivere' il finale del libro è stato per me davvero fantastico

mi aspetto che questo metro last light sia quanto meno allo stesso livello del suo predecessore

ma prima mi leggero metro 2034 (@ slater91: è davvero così pessima la traduzione italiana? cioè, l'edizione venduta ha veramente degli strafalcioni del genere??)
bobby1030 Maggio 2012, 13:55 #8
Il gioco è piaciuto tantissimo anche a me tant'è che credo sia uno dei migliori fps che abbia fatto.
Attendo Last night con ansia..a 4,99€ ovviamente

Piccola nota quest'anno dovevano uscire diversi giochi che invece sono stati posticipati al 2013 come GtaV,Bioshock Infinite e ora Last Night.
Slater9130 Maggio 2012, 15:06 #9
Originariamente inviato da: ThePonz
metro 2033: ho letto il libro e poi giocato il vg.. davvero incredibile come siano riusciti a rendere davvero bene l'adattamento, molto belli i riferimenti diretti al libro stesso (no, non sto parlando dei manifesti pubblicitari all'interno del gioco né ai libri stessi che si trovano in giro per i livelli.. :fagiano, quando sono arrivato alla fine il poter 'riscrivere' il finale del libro è stato per me davvero fantastico

mi aspetto che questo metro last light sia quanto meno allo stesso livello del suo predecessore

ma prima mi leggero metro 2034 (@ slater91: è davvero così pessima la traduzione italiana? cioè, l'edizione venduta ha veramente degli strafalcioni del genere??)


No, non ci sono strafalcioni così tanto evidenti, ma la punteggiatura è assolutamente casuale e spesso ci sono erroracci terrificanti di traduzione. Adesso non saprei trovarli, ma quando lo lessi lo trovai "indigeribile". Mi ricordo che spesso c'erano virgole messe a caso accoppiate a frasi in cui soggetto, aggettivi e verbo non c'entravano niente l'uno con l'altro. Io sono particolarmente puntiglioso, ma qui siamo veramente a livelli infimi. E non è che il libro costi poco, eh... Costa più del precedente pur essendo grande la metà.
ThePonz30 Maggio 2012, 15:25 #10
beh, il primo l'ho preso in biblioteca, conto di fare lo stesso con il secondo.. più economico di così

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^