Max Payne 3 a marzo 2012, supporto al multiplayer confermato

Max Payne 3 a marzo 2012, supporto al multiplayer confermato

Dopo i tanti posticipi, Rockstar riannuncia il terzo capitolo di Max Payne. Sarà il primo gioco della serie a presentare una componente multiplayer.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:36 nel canale Videogames
 

Rockstar Games ha annunciato che rilascerà Max Payne 3 nei formati PC, PlayStation 3 e XBox 360 a marzo 2012 sia nel Nord America che in Europa. Confermando le indiscrezioni che si erano diffuse in passato, Rockstar annuncia la presenza di una componente multiplayer, che quindi segnerà il debutto nella serie di questa modalità di gioco.

Max Payne 3

Max Payne 3 prosegue la storia dell'ex poliziotto di New York, Max Payne. Ancora tormentato dai ricordi del suo traumatico passato, Max inizia una nuova vita lavorativa nella sicurezza privata proteggendo un ricco industriale e la sua famiglia a San Paolo, in Brasile. Quando alcune gang prendono di mira la famiglia che si trova sotto la sua protezione, Max è costretto a combattere per salvare i suoi clienti e riabilitare la sua reputazione nel tentativo, una volta per tutte, di liberarsi dai demoni che lo hanno perseguitato per troppo tempo.

Ripartendo da dove aveva lasciato Remedy Entertainment, creatore della serie, Max Payne 3 è frutto di una collaborazione globale tra diversi team di sviluppo di Rockstar Games. Il gioco usa l'ultima versione della tecnologia di gestione della fisica sviluppata da Natural Motion e un’ulteriore evoluzione del Rockstar Advanced Game Engine (RAGE), già visto in Grand Theft Auto IV e Red Dead Redemption. Il comunicato stampa parla di "vasta gamma di armi realistiche, sistema di copertura intelligente e sofisticata meccanica per il Bullet-Time".

Il multiplayer di Max Payne 3 vuole contribuire a creare una storia avvincente in grado di offrire mappe dinamiche e modalità di evoluzione del personaggio. Insieme alle modalità multiplayer tradizionali, Max Payne 3 includerà anche un sistema di ricompensa e livelli, clan persistenti, opzioni di personalizzazione che hanno un senso anche sul piano strategico e load-out.

"Max Payne 3 ci ha offerto una straordinaria opportunità creativa per sviluppare uno dei nostri personaggi più iconici", ha dichiarato Sam Houser, fondatore di Rockstar Games. "Siamo entusiasti di mostrare ai fan una versione di Max che li riporterà all'interno della sua storia oscura ed intrecciata".

La prima versione giocabile di Max Payne 3 sarà presente al Firslook 2011, evento che si svolge dall'1 al 2 ottobre a Utrecht.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13509 Settembre 2011, 08:59 #1
tutto molto bello ma non capisco perche lo hanno fatto brutto e pelato.
Masamune09 Settembre 2011, 09:12 #2
multiplayer....
speriamo nn significhi storia SP da 8 ore di gameplay... -_-
attendiamo con fiducia.
C++Ronaldo09 Settembre 2011, 09:31 #3
Originariamente inviato da: al135
tutto molto bello ma non capisco perche lo hanno fatto brutto e pelato.


stile... arma letale

spesso nei videogames si ispirano a personaggi realmente esistenti
questo fa un po'... "bruce willis"
fukka7509 Settembre 2011, 09:50 #4
già, peccato che arma letale fosse con Mel Gibson
C++Ronaldo09 Settembre 2011, 10:09 #5
Originariamente inviato da: fukka75
già, peccato che arma letale fosse con Mel Gibson


hai ragione mi sono rincoglionito, sarà l'età

intendevo Die Hard
Shezmen09 Settembre 2011, 10:57 #6
In realtà solo ad un certo punto diventa mastro lindo..se guardate gli altri screenshot ci sono location tipiche degli altri max payne tipo urbane new yorkesi, e lui ha lo stile solito...giacchetta e capelli normali.

Forse a metà gioco si incazza, si rapa i capelli e opta per un approccio più commando ;D
Maxt7509 Settembre 2011, 13:31 #7
Originariamente inviato da: Masamune
multiplayer....
speriamo nn significhi storia SP da 8 ore di gameplay... -_-
attendiamo con fiducia.


Quoto, meglio investire tempo e risorse nel single player. MaxP non è certo sinonimo di furiose fraggate tra player.
Nell' 80% dei casi (secondo me) il multi viene presto abbandonato nei videogiochi. Non sono molti i game che creano un loro mondo che duri anni e raccolga tante persone.
Per fare un multiplayer poco seguito come avviene nella stragrande maggioranza dei titoli, meglio pensare a potenziare il gioco base. Chissà quando la capiranno. Di solito si insegue la logica del profitto... ma sinceramente non vedo profitto nel far uscire continuamente dei multiplayer che fanno del FLOP la loro bandiera, escludendo ovviamente i già presenti mostri sacri del settore.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^