Massimo Guarini abbandona Grasshopper

Massimo Guarini abbandona Grasshopper

Il director di Shadows of the Damned, nonché ex dipendente di Ubisoft, ha deciso di mettersi in proprio fondando Ovosonico Productions.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 14:33 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Massimo Guarini, uno dei leader di Grasshopper Manufacture, ha lasciato il suo incarico presso lo studio per fondare una propria compagnia indipendente. In queste ore ha esordito online una pagina teaser di Ovosonico Productions, nuova etichetta che presto annuncerà la propria line-up, gestita per l'appunto "dal director dell'acclamato Shadows of the Damned".

Guarini è ormai una figura conosciuta all'interno dell'industry, ma a quanto pare il suo nuovo marchio non si occuperà unicamente di videogiochi. Nel codice sorgente del sito emerge infatti lo slogan "Giochi, Musica, Film con stile".

Prima della sua esperienza a fianco di Suda 51, Guarini ha lavorato per conto di Ubisoft, in particolare sulle saghe di Splinter Cell e Rainbow Six, oltre ad aver diretto lo sviluppo di Naruto: Rise of a Ninja. Ma nel suo curriculum figurano anche importanti esperienze come fotografo e regista.

Shadows of the Damned è disponibile sul mercato dalla fine di giugno. Il titolo, nato dalla collaborazione tra Suda 51 e Shinji Mikami, ha raccolto discreti consensi da parte della critica, vendendo tuttavia una quantità limitata di copie (solo 24.000 negli USA).

Nei panni di Garcia Hotspur, cacciatore di demoni di professione, i giocatori devono sfruttare il potere della luce per salvare Paula – l’amore della sua vita – dal Signore dei Demoni. Manipolando l’equilibrio di luce e ombra in diversi ambienti e scenari di gioco, è possibile scoprire nuovi modi per sconfiggere i nemici e risolvere gli enigmi. Ad affiancare il protagonista ci sarà Johnson, un ex demone con il potere di trasformarsi in un soprannaturale arsenale di armi potenziabili, offrendo a Garcia l'opportunità di sterminare le armate demoniache e riprendersi la sua amata.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^