Manhunt 2: Rockstar vince l'appello in UK

Manhunt 2: Rockstar vince l'appello in UK

Si chiude così la complicata faccenda Manhunt 2 nel Regno Unito. Rockstar può adesso mettere il gioco sul mercato con classificazione 18+.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:31 nel canale Videogames
 
Il Video Appeals Committee si è espresso a favore della richiesta di Rockstar di rivalutare la posizione dell'organo di classificazione BBFC in relazione a Manhunt 2. Ricordiamo che nel Regno Unito il violento gioco per Nintendo Wii e per PlayStation 2 è censurato perché considerato deliberatamente cruento.

Con quattro voti favorevoli e tre contrari il Video Appeals Committee ha, pertanto, respinto la valutazione fornita dalla BBFC e, di fatto, rende legale la commercializzazione di Manhunt nel Regno Unito. La BBFC ha due opzioni a sua disposizione a questo punto: o avvallare l'immissione sul mercato del gioco con classificazione 18+ o rivolgersi all'Alta Corte.

Rockstar non ha ancora reso noto se intende mettere in vendita Manhunt 2 nel Regno Unito. Si sta parlando della versione edulcorata del gioco, quella che è già in commercio negli Stati Uniti dopo il cambiamento di valutazione da AO a M (vedi qui).

"Siamo impegnati nel produrre videogiochi di qualità. Li promuoviamo con criterio e appoggiamo gli organi di classificazione che agiscono in maniera intelligente", è la posizione ufficiale di Rockstar Games. "Siamo felici che il VAC abbia riconosciuto che Manhunt 2 possa essere venduto ai maggiorenni".

"La BBFC ha respinto Manhunt 2 per due volte perché questo gioco si concentra su assassinii variegati e cumulativi", sostiene David Cooke, direttore dell'organo di classificazione. "Crediamo che quei dinieghi siano un passo importante che mira a coniugare il desiderio dei produttori di vendere i giochi e quello degli utenti di acquistarli con il pubblico interesse, in considerazione dei rischi a cui sono soggetti i più giovani quando irresponsabilmente posti dinnanzi a prodotti del genere".

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Motosauro11 Dicembre 2007, 08:49 #1
Originariamente inviato da: RockStarGames
Noi della Rockstar, dopo l'inspiegabile picco di qualità ottenuto con Max Payne siamo impegnati a produrre cloni di GTA sempre scadenti da un punto di vista tecnico e che cerchiamo di vendere rendendoli cruenti in un modo osceno. Ovviamente quando questo non funziona troviamo il modo per farci censurare in modo da sollevare polveroni e farci pubblicità.
Ribadiamo che il gioco in sé è tecnicamente arretrato e idiota come meccanica di gioco. Compratelo solo perché fa hype.



Credo che la dichiarazione della RockStar in realtà fosse questa

Resto comunque convinto che sia auspicabile mettere a prodotti come questo un bollino con la cacchina di ARALE sopra, ciononostante proibirne la vendita la trovo una cosa fuori luogo.
Allora proibiamo la vendita di tutto ciò che è pornografico ultraviolento o scritto da moccia

P.S.
Trovo oscena anche la trita e ritrita giustificazione della censura nell'ottica di proteggere "i minori irresponsabilmente posti di fronte a questi contenuti".
Premesso che tutta questa correlazione fra esposizione a contenuti violenti ed introiezione degli stessi è da dimostrare che mi risulti, l'accento forse andrebbe posto sulle persone che dovrebbero vigilare sui pargoli.
Imho si potrebbe riassumere tutto in
1) il gioco è una solfa senza sugo
2) se i figli li hai fatti crescili pure
LELEK6811 Dicembre 2007, 09:14 #2
Io la penso sempre allo stesso modo, ci sono problemi piu' seri nella vita. Tutto questo can can per un videogioco mi fa ridere.
Master_T11 Dicembre 2007, 09:17 #3
Quoto in toto Motosauro.... la rockstar ha capito che non serve sforzarsi per fare giochi di qualità, basta infarcire qualunque boiata con litri di sangue e budella e farsi fare la pubblicità gratis dai censori e il gioco vende lo stesso.
AndreaG.11 Dicembre 2007, 09:24 #4
Originariamente inviato da: Master_T
Quoto in toto Motosauro.... la rockstar ha capito che non serve sforzarsi per fare giochi di qualità, basta infarcire qualunque boiata con litri di sangue e budella e farsi fare la pubblicità gratis dai censori e il gioco vende lo stesso.


E io quoto te! infatti mi è venuta voglia di provarlo
T3mp11 Dicembre 2007, 09:37 #5
max paine = RE
Motosauro11 Dicembre 2007, 10:05 #6
Originariamente inviato da: T3mp
max paine = RE


Ma c'è il logo della rockstar, sono sicuro, ce l'ho in bella mostra a casa il 2 (uno dei più bei packaging mai visti fra l'altro e pure a prezzi budget appena uscito)
Non l'hanno fatto loro?
RE starebbe per Remedy Entertainement?
hedgefox11 Dicembre 2007, 10:12 #7
Penso che RE stia per... RE, marito della regina.
Manwë11 Dicembre 2007, 10:42 #8
Originariamente inviato da: Motosauro
Credo che la dichiarazione della RockStar in realtà fosse questa

Resto comunque convinto che sia auspicabile mettere a prodotti come questo un bollino con la cacchina di ARALE sopra, ciononostante proibirne la vendita la trovo una cosa fuori luogo.
Allora proibiamo la vendita di tutto ciò che è pornografico ultraviolento o scritto da moccia

P.S.
Trovo oscena anche la trita e ritrita giustificazione della censura nell'ottica di proteggere "i minori irresponsabilmente posti di fronte a questi contenuti".
Premesso che tutta questa correlazione fra esposizione a contenuti violenti ed introiezione degli stessi è da dimostrare che mi risulti, l'accento forse andrebbe posto sulle persone che dovrebbero vigilare sui pargoli.
Imho si potrebbe riassumere tutto in
1) il gioco è una solfa senza sugo
2) se i figli li hai fatti crescili pure


quotone
innaig8611 Dicembre 2007, 11:34 #9
d'accordo con quello che avete detto, tranne che per GTA...
questa serie fin'ora è quella che ha dato la maggiore possibilità di azione, lasciando praticamente al giocatore la scelta di seguire le missioni o solo fare casino in giro, con mille cose diverse da fare..( o uno e l'altro ^^ )

una tale libertà di azione l'ho vista solo sulla serie Elder's scroll (Morrowind e Oblivion)
Lanfi11 Dicembre 2007, 11:50 #10
Quoto motosauro, sopratutto per quanto riguarda moccia ...

In tv o sui giornali si fa un gran parlare di videogiochi violenti, ma il problema e' che ne parla tanto chi ne sa poco....le conseguenze sono immaginabili.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^