Mad Genius riprende l'idea del DualShock separabile in due parti

Mad Genius riprende l'idea del DualShock separabile in due parti

La compagnia esperta in soluzioni di interfacciamento con i giochi Mad Genius ha creato un nuovo prototipo molto simile al DualShock separabile in due parti ideato qualche anno fa da Sony.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Videogames
Sony
 

Il nuovo controller di Mad Genius si può separare in due parti durante il gameplay per usare una parte per tendere, ad esempio, una freccia, mentre l'altra per sostenere l'arco. Inoltre, è dotato di accelerometri e telecamere per monitorare i movimenti del giocatore e riprodurli nel videogioco. Come si può vedere anche nel filmato, se si salta nella realtà il personaggio nel videogioco riprodurrà un movimento simile.

Secondo Mad Genius, le due parti del controller, una volta separate, assicurano una precisione fino a un centesimo di pollice rispetto a quanto riprodotto sullo schermo, e ciò vale sia per il controllo dei personaggi che per la gestione delle armi e per i menu di gioco. Il tutto anche per i titoli non ottimizzati per le perferiche con sensore di movimento.

Teoricamente, pertanto, le periferiche di Mad Genius potrebbero dare rinnovata longevità ai vecchi giochi che giacciono nelle nostre librerie, offrendo un nuovo modo di approcciarsi.

Nel video si può vedere un prototipo della periferica, costruito a partire dal gamepad di Xbox 360. Mad Genius assicura che nella versione finale non ci saranno fili che sporgono fuori dalla scocca della periferica, come invece accade col prototipo. La periferica viene provata insieme a Skyrim, ma Mad Genius ci tiene a precisare che l'action rpg di Bethesda non è stato in alcun modo ottimizzato per il nuovo controller.

Il produttore di periferiche lancerà una campagna Kickstarter per finanziare il suo controller separabile in due parti, ma al momento non fa sapere quando la campagna inizierà.

Riprende, di fatto, una vecchia idea di Sony, che aveva pensato a un nuovo tipo di controller con DualShock e Move in un'unica soluzione.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JackZR13 Maggio 2013, 14:33 #1
Da quel che si vede nel video per ora fa abbastanza schifo
leddlazarus13 Maggio 2013, 16:35 #2
la nintendo l'ha inventato un po di tempo fa...
mau.c13 Maggio 2013, 18:12 #3
Originariamente inviato da: leddlazarus
la nintendo l'ha inventato un po di tempo fa...


devo dire che fa abbastanza impressione il fatto che dopo dieci anni siamo ancora a questa scarsità...

l'idea del controller separato è talmente buona che non capisco come non possa prendere piede a prescindere dal controllo dei movimenti, anche come semplice controller tradizionale.

secondo me nintedo ha sviluppato piuttosto bene il wiimote, ma l'accoppiata con nuchuck molto meno. adesso poi è arrivato il joypad tradizionale col tablet e dunque rimarrà nel limbo...

comunque ritengo demenziale il controllo del salto e del movimento, almeno per un gioco tradizionale. mirare con l'arco già un pochino meglio, certo non influente. più che altro il gioco ti deve insegnare 4 o 5 movimenti base (tipo incrociare i controller, girarli in un certo modo, ecc ecc.) per richiamare un incantesimo o un'arma, dopo di che va usato come controller normale. se migliorano (e di molto) la risposta può anche essere interessante sviluppare un gioco che preveda intefacce adatte per queste soluzioni. ma secondo me non devono strafare, per camminare non serve, al limite per sbirciare dietro un angolo può risultare naturale....
Baboo8514 Maggio 2013, 11:44 #4
Originariamente inviato da: mau.c
devo dire che fa abbastanza impressione il fatto che dopo dieci anni siamo ancora a questa scarsità...


Quoto, anche perche' dopo 10 anni mi aspetto ormai le console "controllerless"...

E' vero che certe cose sono difficili da comandare senza tasti, ma per i soli movimenti direi che ormai e' facile...
mau.c14 Maggio 2013, 15:18 #5
Originariamente inviato da: Baboo85
Quoto, anche perche' dopo 10 anni mi aspetto ormai le console "controllerless"...

E' vero che certe cose sono difficili da comandare senza tasti, ma per i soli movimenti direi che ormai e' facile...


il controllerless è un'utopia, e comunque collegarsi tramite interfaccia neurale è una cosa che ha troppe conseguenze per prenderla alla facilona. eyetoy, e poi kinect hanno mostrato le poche potenzialità e gli abissali limiti di un'interfaccia di controllo del movimento, e soprattutto la loro inadeguatezza per il software che va per la maggiore, e soprattutto si sono rivelati inutilli per cambiare i gusti e gli interessi dei giocatori per spronare gli sviluppatori verso un cambiamento di codice verso queste nuove soluzioni.

avere qualcosa per le mani anche psicologicamente è preferibile, a mio avviso, sicuramente lo è per i vecchi giocatori. siamo comunque abituati a interagire con qualcosa sia nella vita di tutti i giorni che nell'esperienza videoludica, e kinect da questo punto di vista è anche un'esperienza strana... solo dal punto di vista psicologico del marketing microsoft il kinect è da considerarsi più avanzato personalmente preferirei il wiimote plus 9 volte su 10, all'atto pratico. non si può essere snob dei bottoni.
Baboo8514 Maggio 2013, 16:13 #6
Originariamente inviato da: mau.c
il controllerless è un'utopia, e comunque collegarsi tramite interfaccia neurale è una cosa che ha troppe conseguenze per prenderla alla facilona. eyetoy, e poi kinect hanno mostrato le poche potenzialità e gli abissali limiti di un'interfaccia di controllo del movimento, e soprattutto la loro inadeguatezza per il software che va per la maggiore, e soprattutto si sono rivelati inutilli per cambiare i gusti e gli interessi dei giocatori per spronare gli sviluppatori verso un cambiamento di codice verso queste nuove soluzioni.


Dire queste affermazioni a qualcosa di acerbo (e qualcosa di quasi inesistente in campo gaming, ovvero il controller neurale) mi sembra un po' esagerato.

I controller classici (joypad e simili) ci sono da decenni ormai, sarebbe anche ora di provare qualcosa di diverso.

Non ho capito il discorso del "collegarsi tramite interfaccia neurale è una cosa che ha troppe conseguenze per prenderla alla facilona"...

Originariamente inviato da: mau.c
avere qualcosa per le mani anche psicologicamente è preferibile, a mio avviso, sicuramente lo è per i vecchi giocatori. siamo comunque abituati a interagire con qualcosa sia nella vita di tutti i giorni che nell'esperienza videoludica, e kinect da questo punto di vista è anche un'esperienza strana... solo dal punto di vista psicologico del marketing microsoft il kinect è da considerarsi più avanzato personalmente preferirei il wiimote plus 9 volte su 10, all'atto pratico. non si può essere snob dei bottoni.


Su questo posso darti in parte ragione. Dipende ovviamente anche dai giochi e dalla loro complessita'...
mau.c14 Maggio 2013, 21:30 #7
Originariamente inviato da: Baboo85
Dire queste affermazioni a qualcosa di acerbo (e qualcosa di quasi inesistente in campo gaming, ovvero il controller neurale) mi sembra un po' esagerato.

I controller classici (joypad e simili) ci sono da decenni ormai, sarebbe anche ora di provare qualcosa di diverso.

Non ho capito il discorso del "collegarsi tramite interfaccia neurale è una cosa che ha troppe conseguenze per prenderla alla facilona"...



Su questo posso darti in parte ragione. Dipende ovviamente anche dai giochi e dalla loro complessita'...



hai parlato di controllerless non sapevo se intendevi un'interfaccia neurale o una cosa tipo kinect. in ogni caso kinect ha limiti già evidenti, l'interfaccia neurale non esiste e non l'aspetto con ansia sinceramente... e comunque non credo proprio sia alle porte.

non si può più dire che quel concept sia acerbo, tra eyetoy e wiimote sono passati svariati anni e nel campo dell'evoluzione tecnologica sono più che sufficienti, per fare un esempio mi pare che l'iphone e dunque il touchscreen sia del 2007 e oggi è la norma. i tablet anche meno. questo "ritardo" nella rivoluzione del controller non avviene perché sono limitati tecnologicamente (non sono abbastanza precisi), ma per motivi diversi relativi all'interfaccia che non svaniranno con le nuove incarnazioni.
Nintendo l'ha capito e infatti è tornata al controller tradizionale.
Baboo8515 Maggio 2013, 11:13 #8
Originariamente inviato da: mau.c
hai parlato di controllerless non sapevo se intendevi un'interfaccia neurale o una cosa tipo kinect. in ogni caso kinect ha limiti già evidenti, l'interfaccia neurale non esiste e non l'aspetto con ansia sinceramente... e comunque non credo proprio sia alle porte.


Ce ne sono eccome. Un esempio e' il NeuroSky Mindwave, per non parlare di uno simile che e' stato adattato in modo sperimentale ad un normale videogioco.

Originariamente inviato da: mau.c
non si può più dire che quel concept sia acerbo, tra eyetoy e wiimote sono passati svariati anni e nel campo dell'evoluzione tecnologica sono più che sufficienti, per fare un esempio mi pare che l'iphone e dunque il touchscreen sia del 2007 e oggi è la norma. i tablet anche meno. questo "ritardo" nella rivoluzione del controller non avviene perché sono limitati tecnologicamente (non sono abbastanza precisi), ma per motivi diversi relativi all'interfaccia che non svaniranno con le nuove incarnazioni.
Nintendo l'ha capito e infatti è tornata al controller tradizionale.


Se devo essere sincero, avrebbero invece dovuto andare avanti e migliorare il controller, se proprio volevano mantenerne uno fisico. Non capisco perche' tornare indietro (ed infatti vedo il successo di Wii U sisi :asd...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^