LiquidSky 2.0 porta qualsiasi videogioco PC su qualsiasi dispositivo Android

LiquidSky 2.0 porta qualsiasi videogioco PC su qualsiasi dispositivo Android

LiquidSky è un'app che consente di giocare su Android a qualsiasi gioco per PC, sfruttando l'affidabile piattaforma cloud di IBM

di Nino Grasso pubblicata il , alle 18:31 nel canale Videogames
Android
 

LiquidSky 2.0 è da oggi disponibile su Google Play Store in versione beta, con la promessa di consentire all'utente di giocare a qualsiasi titolo su qualsiasi dispositivo Android sfruttando le magie concesse dal cloud. Volete giocare a Grand Theft Auto 5 sul vostro Galaxy S8? Si può fare. Oppure volete "fraggare" i vostri amici ad Overwatch su qualsiasi tablet Android? Si può fare pure.

LiquidSky offre ad ogni utente una sorta di PC virtuale in cui scaricare giochi o accedere alle proprie librerie di parecchi negozi, come Steam, Humble Bundle, GOG, Origin, Blizzard, e non solo. L'utente potrà giocare a qualsiasi titolo, partendo dalle vecchie avventure ad 8-bit fino ad arrivare ai blockbuster Tripla A sulle piattaforme con Android che, naturalmente, non hanno la potenza necessaria per processare i titoli più moderni (né sono compatibili).

L'aggiornamento a LiquidSky 2.0 porta la versione di Android in pari con quella per Windows. Per il suo funzionamento l'app utilizza l'infrastruttura in cloud pubblica di IBM, sfruttando i data center dislocati in tutto il mondo scalando in tempo reale in base all'effettiva richiesta da parte degli utenti. Questo approccio sistema i problemi di scalabilità di cui hanno sofferto servizi come OnLive negli anni passati, quando cercavano di offrire gaming on demand sul cloud.

Senza un sistema di cloud globale scalabile già consolidato, OnLive aveva la necessità di acquistare, installare e configurare server in tutto il mondo per ogni area coperta. Un approccio chiaramente non sostenibile che ha costretto la compagnia a chiudere il servizio nel 2015. Senza il supporto di un'infrastruttura in cloud performante è facile verificare un aumento considerevole nella latenza, quando invece è fondamentale che resti bassa per mantenere giocabile ogni titolo.

OnLive è forse arrivato troppo presto, e adesso LiquidSky vuole colmarne la mancanza. Rispetto ad altri servizi concorrenti l'accesso al servizio è gratuito con l'obbligo di visualizzare dei banner pubblicitari. Chi volesse rimuoverli può farlo acquistando crediti o pagando un balzello mensile (circa 20 dollari). Essendo un servizio in streaming la società consiglia l'uso di connessioni Wi-Fi da 5 GHz o, se connessi alla rete cellulare, di agganciare almeno il segnale 4G.

Occhio al traffico dati però, visto che una sessione di streaming prolungata potrebbe non faticare troppo per consumare il vostro intero bundle mensile!

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sintopatataelettronica12 Luglio 2017, 19:32 #1
Mah.. secondo me bisogna essere masochisti.. per voler giocare i giochi PC su Android
ilbarabba12 Luglio 2017, 22:33 #2
Titolo esatto:
"LiquidSky 2.0 porta qualsiasi videogioco PC su qualsiasi dispositivo Android ma nessuno sa perché"
Rubberick13 Luglio 2017, 00:18 #3
Ma non c'e' na lag esagerata nel farlo ?
Uakko13 Luglio 2017, 00:26 #4
Sarei curioso di sapere come si fa a giocare a Tekken7 su un tablet o un telefono.
rockroll13 Luglio 2017, 02:04 #5
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://gaming.hwupgrade.it/news/vid...roid_69935.html

LiquidSky è un'app che consente di giocare su Android a qualsiasi gioco per PC, sfruttando l'affidabile piattaforma cloud di IBM

Click sul link per visualizzare la notizia.


Ma, sono perplesso.

Riporto un passo focale dell'articolo:
L'utente potrà giocare a qualsiasi titolo, partendo dalle vecchie avventure ad 8-bit fino ad arrivare ai blockbuster Tripla A sulle piattaforme con Android che, naturalmente, non hanno la potenza necessaria per processare i titoli più moderni (né sono compatibili).

Ma, dico io, visto che è previsto di sfruttare "l'affidabile piattaforma cloud di IBM", non poteva essere eseguita dal cloud IBM l'elaborazione computazionale dei giochini... pardon dei videogiochi, liberando dell'incombenza il device mobile, che a questo punto avrebbe avuto il ruolo di puro terminale, in grado di giocare a qualunque cosa indipendentemente dalla sua potenza?
Ma mannaggia, una volta che il terminale deve solo trasmettere qualche comando derivato da digitazione del gamer e ricevere un normalissimo streaming su display ovviamente prodotto in real time dall'eleborazione del Cloud, di quale arcana potenza dovrebbe essere dotato per lo scopo?
Più semplicemente, il terminale NON DEVE costruire le scene video dinamicamente, ma solo ricevere lo streaming di dette scene costruite dal Cluod! o no?

Sono assolutamente ignorante di Giochi & C., ma a livello di evidenza logica in cosa sbaglia il mio ragionamento?
Bestio13 Luglio 2017, 02:41 #6
Originariamente inviato da: Uakko
Sarei curioso di sapere come si fa a giocare a Tekken7 su un tablet o un telefono.


Con un PAD Blutooth ci giochi benissimo, come si giocava a Tekken 6 su PSP.

Io l'ho provata un po con il tablet nVidia Shield che ha la funziona di game streaming da PC sul tablet, in rete locale non lagga praticamente niente (un'amico lo usa tantissimo per giocare sulla TV dal PC che ha nello studio lavorativo al piano di sopra).

Streammando attraverso Internet invece un po di LAG si sente, ma può essere passabile per giochi non particolarmente frenetici.

Lo streaming dai server nVidia col servizio Gamestream invece laggava abbestia, praticamente ingiocabile (perlomeno in Italia)
MiKeLezZ13 Luglio 2017, 08:20 #7
Si può fare pure.


accedere alle proprie librerie di parecchi negozi


L'aggiornamento a LiquidSky 2.0 porta la versione di Android in pari con quella per Windows.


una sessione di streaming prolungata potrebbe non faticare troppo per consumare il vostro intero bundle mensile!


Link ad immagine (click per visualizzarla)

sarà ora di un bel licenziamento? no eh?
FraUz13 Luglio 2017, 10:34 #8

riBenvenuto, futuro

è ciò che mancava, l'anello di congiunzione tra i due paradigmi associati al pc e alle console. Non per tutti, ovviamente, non abbraccia (ancora) ogni aspettativa, ma ritengo sia estremamente soddisfacente per una conspiqua fetta di mercato. Non mi meraviglierei se si costituissero alleanze o addirittura acquisizioni in tempi brevi da parte dei grandi colossi di distribuzione on-line (Steam, Ea/Origin o chi per loro)
gsorrentino13 Luglio 2017, 18:12 #9
Originariamente inviato da: rockroll
Ma, sono perplesso.
.....
Ma, dico io, visto che è previsto di sfruttare "l'affidabile piattaforma cloud di IBM", non poteva essere eseguita dal cloud IBM l'elaborazione computazionale dei giochini... pardon dei videogiochi, liberando dell'incombenza il device mobile, che a questo punto avrebbe avuto il ruolo di puro terminale, in grado di giocare a qualunque cosa indipendentemente dalla sua potenza?
...


E' esattamente quello che fa....Nel cloud gira il gioco e sul tablet arrivano le schermate.
Zenida13 Luglio 2017, 19:42 #10
Interessante... ma i giochi da quali fonti è possibile acquistarli per sfruttare questo servizio? Cioè non posso comprare il supporto fisico come si faceva un tempo immagino.

Per smartphone o tablet sicuramente è un servizio inutile, ma se si usa un TV box con controller BT diventa tutto più interessante. Il problema resterà sempre il ping e se si tratta di gioco online il ping è addirittura doppio, perchè bisogna attendere il tempo di risposta del gioco, impartire il comando e attendere che il comando venga inoltrato.

La soluzione che ho visto qualche tempo fa forse era migliore, ovvero delegare al cloud solo la parte sui calcoli fisici

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^