Levine: i giochi in prima persona sono più coinvolgenti

Levine: i giochi in prima persona sono più coinvolgenti

Secondo il leader di Irrational Games l'esperienza in soggettiva riporta la coscienza ad uno status fanciullesco, favorendo l'immersività.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 17:21 nel canale Videogames
 

Secondo Ken Levine, direttore creativo di Irrational Games, la prospettiva dei first-person shooter va al di là del semplice fatto di sparare a delle persone.

Nel corso di un'intervista rilasciata a IndustryGamers, il creatore di Bioshock ha infatti affermato che si tratta del "modo più diretto di coinvolgere" e che rappresenta "una barriera in meno nell'esperienza di gioco".

Secondo Levine ci sarebbe un collegamento con gli anni dell'infanzia, durante i quali si desidera essere altre persone, senza avere particolare consapevolezza di sè stessi.

"E' una cosa strana trovarsi nei panni di qualcun altro. Si tratta di un comportamento che ci viene molto naturale da bambini, ma è qualcosa di molto più difficile per gli adulti. Penso che i giochi ci diano una spinta nella giusta direzione per fare in modo di ottenere questo genere di esperienza fanciullesca", ha spiegato Levine. "Da adulti si perde tutto ciò dal momento che si diventa più consapevoli di sè stessi".

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Khronos25 Febbraio 2011, 20:23 #1
non sono soltanto i FPS a portarti nei panni di qualcun'altro.
il coinvolgimento nei giochi è SEMPRE la chiave del loro successo. che siano FPS, simulatori, MMORPG o tetris. la visuale non conta.
Redvex25 Febbraio 2011, 20:59 #2
I più coinvolgenti dovrebbero essere i giochi di ruolo per antonomasia.
Certo che poi capita che certi fps sono più coinvolgenti di altri.
.:Sephiroth:.25 Febbraio 2011, 21:20 #3
e chi lo dice? per quanto mi riguarda il gioco è coinvolgente quando riesce a catturare l'attenzione ed è interessante...non perchè è fps!

è arrivato il genio della lampada!
predator8726 Febbraio 2011, 10:34 #4
non credo che la sua teoria sia sbagliata, ma imho se un gioco è bello, coinvolge lo stesso, anche con visuale in terza persona!
fendermexico26 Febbraio 2011, 10:38 #5
io mi sono coinvolto molto giocando al primo Driver, è come se avessi guidato in quelle strade... non è in prima persona quindi quello che dice il tizio non è vero
ci giocavo con la visuale da fuori la macchina all'epoca e senza volante...

Link ad immagine (click per visualizzarla)
D4N!3L326 Febbraio 2011, 12:07 #6
Ma senti non sapevo ci fosse tutta questa filosofia dietro gli fps.
predator8726 Febbraio 2011, 12:14 #7
Originariamente inviato da: fendermexico
io mi sono coinvolto molto giocando al primo Driver, è come se avessi guidato in quelle strade... non è in prima persona quindi quello che dice il tizio non è vero
ci giocavo con la visuale da fuori la macchina all'epoca e senza volante...

Link ad immagine (click per visualizzarla)


bellissimo quel gioco.. vorrei tanto tornare ai tempi della scatoletta grigia, quando ero anch'io un giocatore accanito

Originariamente inviato da: D4N!3L3
Ma senti non sapevo ci fosse tutta questa filosofia dietro gli fps.


FattaTurchina26 Febbraio 2011, 14:10 #8
ragazzi ma sapete leggere?!
magari l'articolo non sarà stato scritto da Alessandro Manzoni ma sembra piuttosto chiaro.
Nessuno ha mai detto che un FPS è più coinvolgente di un arcade, di un mmorpg o di un gioco di calcio, semplicemente che [FONT="Arial Black"][SIZE="6"][COLOR="Red"]LA PROSPETTIVA IN PRIMA PERSONA[/COLOR][/SIZE][/FONT] da' un senso di maggior coinvolgimento.
e non posso che sottoscrivere l'affermazione, per quanto sia banale io do alla visuale un peso importantissimo nella scelta dei giochi e sinceramente quelli in terza persona tendono ad annoiarmi terribilmente dal momento che mi fanno sentire "spettatore esterno" e non calato nel mondo ed immedesimato nel personaggio.

sono sicuro che se ci fosse un mmorpg in prima persona sicuramente farebbe giocare anche e che non sono un appassionato del genere,
robertino7526 Febbraio 2011, 18:33 #9
la prospettiva in prima persona teoricamente è quella che più rispecchia la realtà, però c'è da dire che trovarsi poi nella maggior parte dei giochi fps in cui si guarda per terra o quando si è seduti e magicamente il corpo del proprio personaggio non esiste è semplicemente terribile...o salire le scale senza usare le mani o aprire le porte senza che le mani si muovano verso le porte o raccogliere oggetti senza muovere le mani...tutti particolari che sono a mio modo di vedere fastidiosi e limitano l'immedesimazione.
ministro27 Febbraio 2011, 09:21 #10
Robertino75 quoto in pieno!!
Il primo Crysis si è avvicinato abbastanza come idea, corpo visibile, ombra, raccogliere le armi CON LE MANI
ecc.. o i anche FEAR non era male sotto questo punto di vista... anche Mirror's Edge è stato ben realizzato... ma il 90% degli FPS ti da il senso di essere semplicemente una telecamera volante con un'arma attaccata sotto!
(in ogni caso gli FPS restano i miei preferiti )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^