League of Legends: Riot Games crea unità anti-troll con neuroscienziati e psicologi

League of Legends: Riot Games crea unità anti-troll con neuroscienziati e psicologi

Lo studio californiano che sta dietro League of Legends ha deciso di perseguire un approccio scientifico per arrestare la tendenza al 'trolling' che sta affliggendo il suo popolare MOBA.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
 

Travis George, lead producer di League of Legends, ha rivelato che il suo studio ha stabilito un team interno che viene chiamato 'Player Behaviour and Justice Team', ovvero squadra che si occupa di comportamenti dei giocatori e di giustizia. Questa divisione, secondo quanto dice George, cercherà di capire, identificare e porre rimedio a quello che viene definito 'online trolling'.

League of Legends

Come sanno coloro che conoscono il gergo di internet, con 'trolling' si fa riferimento a quel tipo di comportamento provocatorio, irritante e fuori tema, che ha l'obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi. Chiaramente, all'interno di un videogioco un tale tipo di comportamento rischia di svilire l'esperienza di gioco e la competizione.

"Non ci piacciono i giocatori che non prendono seriamente l'esperienza di gioco", dice George a Gamasutra. "Ci siamo chiesti quindi come potevamo risolvere il problema, capirlo maggiormente e determinare che tipo di impatto possa avere sui giocatori".

"Abbiamo quindi deciso di formare una squadra che si occupi specificamente del problema", chiarisce il lead producer di LoL. "La squadra è formata da persone di talento, tra cui due dottorandi. Uno è un neuroscienziato cognitivo e l'altro uno psicologo comportamentale".

Il team scientifico, secondo Riot Games, può determinare modelli di comportamento che possono essere tracciati e seguiti all'interno delle sessioni di gioco. "Tramite i modelli comportamentali possiamo misurare la percentuale di volte in cui i giocatori avranno un'esperienza negativa, e quando grave sarà questo tipo di esperienza".

George aggiunge che una certa quantità di linguaggio sporco può essere tollerata, perché comunque questo modo di esprimersi è frequente negli sport, negli eventi competitivi e nella vita di ogni giorno, ma aggiunge che Riot Games vuole stabilre una linea da non oltrepassare.

La psicologia comincia ad avere nell'ultimo periodo un ruolo sempre più rilevante all'interno dei videogiochi. Valve, per esempio, ha assunto uno psicologo sperimentale che aiutasse il team di sviluppo nel design e nella profilazione dei personaggi. Anche il nuovo Tomb Raider presenta dei profili di psicologia non indifferenti, come abbiamo visto qui.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Eraser|8507 Dicembre 2012, 09:25 #1
A quando l'unità anti troll di HWUpgrade?
calabar07 Dicembre 2012, 09:26 #2
Ne assumerete qualcuno anche per il forum?

Scherzi a parte, iniziativa interessante, in questo tipo di giochi il trolling è una piaga quanto gli aimbot negli fps.

Sarebbe interessante approfondire l'argomento e capire quali possono essere i risultati ottenuti e le metodologie applicate.
alexgti07 Dicembre 2012, 09:38 #3
a quando un team di sviluppo per studiare la psicologia di freeman?
jagemal08 Dicembre 2012, 12:08 #4
da aspirante psicoanalista scrivo anche qui quello che ho detto altrove ...

al di la del fatto che sono online dal tempo dei modem 14400, e quindi so cos'è un troll

entrambi gli esperti (uno psicologo e un neuroscienziato) sono esponenti di un campo preciso, quello cognitivo comportamentale, che francamente a me non ha mai affascinato ... mi domando se non gli capiterà di "non vedere" qualcosa

comunque rimango molto curioso
Baboo8510 Dicembre 2012, 11:33 #5
Originariamente inviato da: calabar
Ne assumerete qualcuno anche per il forum?

Scherzi a parte, iniziativa interessante, in questo tipo di giochi il trolling è una piaga quanto gli aimbot negli fps.

Sarebbe interessante approfondire l'argomento e capire quali possono essere i risultati ottenuti e le metodologie applicate.


No, ma qui e' diverso. Te lo posso assicurare.

Partite di mezz'ora / 1 ora (a volte anche di piu') passate in un continuo switch tra attacco e difesa talmente veloce da farti impazzire, un minimo errore (un click dato troppo tardi, uno sputo di lag improvviso, un attimo di distrazione) e il fragile equilibrio tra le due squadre viene sgretolato e determina la vittoria della squadra avversaria. A tal punto che se la squadra avversaria e' molto brava, non serve nemmeno star li' a reagire.

Contiamo anche il fatto che piu' volte muori (e piu' si e' avanti coi livelli e col tempo di gioco) e piu' si rimane in attesa del respawn. Secondi preziosi che cambiano la svolta della partita.

Non sto esagerando, chi dice che esagero o non ha mai giocato a LoL oppure e' uno di quei troll che popolano il gioco. Perche' dopo essersi impegnati cosi' tanto, si sclera per forza, a meno che anche la squadra avversaria faccia un errore subito dopo oppure non ne approfitti e allora l'equilibrio e' ristabilito.

E' quasi come giocare a scacchi, con la differenza che non c'e' un tempo per pensare ad una mossa, sono tutte mosse istantanee e gli altri pezzi non sono controllati da te.


In questo gioco i troll sono quelli che sanno tutto questo ed entrano apposta a fare minchiate e a "feedare" la squadra avversaria (dato che si prende esperienza uccidendo un avversario, basta un divario di 2 livelli di uno dei giocatori e la squadra puo' vincere senza problemi), cosi' da far perdere la propria.
Oppure quelli che quittano a caso. O ancora, dei nabbi (non appena arrivati, ma dei nabbi proprio) che pensano di fare i fighi e poi fanno cazzate (tipo anche quelli che equipaggiano un personaggio da sfondamento/mischia con oggetti per il mana o altre cazzate, come dare una doppia ascia orchesca ad un mago o un amuleto per gli incantesimi ad un guerriero (D&D)).


C'e' tantissima gente che sclera in questo gioco e io sono tra uno di quelli, insieme ad un altro amico (che tra l'altro e' bravissimo) e ci siamo fatti di quelle litigate in TS... "Per fortuna" e' parecchio che non ci gioco, ogni tanto vorrei tornare a giocarci...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^