La leggenda è confermata: ritrovate le cartucce di E.T. nel deserto

La leggenda è confermata: ritrovate le cartucce di E.T. nel deserto

Grazie ai lavori per la realizzazione di un documentario destinato alla piattaforma TV di Xbox sono state riscoperte delle vecchie cartucce per Atari 2600, sotterrate in seguito alla crisi dei videogiochi del 1983.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
XboxAtariMicrosoft
 

Diverse cartucce del videogioco di E.T. sono state ritrovate nel deserto di Alamogordo, in New Mexico. Quello che è considerato da molti come uno dei peggiori videogiochi di tutti i tempi è riemerso nel corso dei lavori per la realizzazione di un documentario sulla storia dei videogiochi, prodotto da Fuel Entertainment grazie al finanziamento dei nuovi Xbox Entertainment Studios.

E.T.

Rilasciato nel 1982, come spesso accade nel mondo dei videogiochi, E.T. si è rivelata una di quelle trasposizioni dal cinema prive di mordente, principalmente perché realizzata in fretta e furia. Voleva concedere una visione alternativa sul capolavoro di Steven Spielberg, uscito nei cinema proprio in quell'anno.

Sviluppato in sole cinque settimane, E.T. mancò tutti i traguardi di vendita che Atari si prefiggeva di raggiungere, fino a diventare l'emblema della famosa crisi dei videogiochi del 1983. Dopo un primo exploit iniziale, l'industria, faticò a crescere, mentre il Nord America iniziava a perdere la leadership favorendo l'emergere delle realtà orientali, Nintendo in primis. Le console della stessa Nintendo, oltre che di Sega, riuscirono a dare un consistente impulso al mondo videoludico, modificandolo però in moltissimi aspetti.

La diffusione di moltissimi giochi fin troppo uguali tra di loro e di bassa qualità, anche perché sviluppati in pochissimo tempo, diede un duro colpo all'industria dei videogiochi americana, con tantissime cartucce che rimasero invendute, come nel caso dell'Atari 2600.

Uno dei principali dirigenti di Atari di quel periodo, James Heller, dispose di sotterrare 728 mila copie di E.T. nel deserto, secondo quanto riportarono all'epoca diversi organi di informazione. 14 camion di giochi si recarono nel deserto per compiere l'operazione, della quale non si parlò più negli anni a venire. Diventò, però, una leggenda, e il rinvenimento delle cartucce perdute da quel momento in poi fu l'ossessione di diversi "cacciatori di tesori".

"Persi le tracce di E.T. fino al 2013, quando lessi un articolo a proposito del tentativo di rinvenimento di quelle cartucce", ha dichiarato lo stesso Heller.

E.T. non è l'unico gioco ritrovato nel deserto del New Mexico, visto che le ruspe hanno riportato alla luce anche giochi come Atari Baseball e Pac-Man, sepolti insieme al tie-in del film di Spielberg.

"Questa storia mi è stata raccontata per la prima volta quando avevo 5 anni", ha detto Elan Lee, direttore degli Xbox Entertainment Studios. "Tutti i miei amici giocatori e geek conoscono questa storia. È una di quelle storie per le quali le persone si dividono: metà di loro vorrebbero ritrovare veramente ciò che è andato perso, e l'altra metà preferirebbe invece lasciare la leggenda così com'è".

La storia completa verrà trasmessa sulla piattaforma TV di Xbox Live in un documentario diretto dallo sceneggiatore di X-Men 2 e di The Avengers, Zak Penn.

60 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
EskevarMkDrake28 Aprile 2014, 11:14 #1
Scusate OT: Be' se proprio cercano discariche abusive a cielo aperto, tanto vale che vadano in campania...
gd350turbo28 Aprile 2014, 11:26 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.gamemag.it/news/la-legge...erto_52061.html

Grazie ai lavori per la realizzazione di un documentario destinato alla piattaforma TV di Xbox sono state riscoperte delle vecchie cartucce per Atari 2600, sotterrate in seguito alla crisi dei videogiochi del 1983.

Click sul link per visualizzare la notizia.


Ma dai...

Questi si sono presi su e sono andati a scavare a caso nel deserto, e per caso hanno trovato delle cassette di videogiochi e sempre per caso costoro stavano facendo un documentario per una console...

E scommettiamo che sarà un caso che queste fantomatiche cassette verranno messe in vendita ad un prezzo spaziale ?
aled197428 Aprile 2014, 11:29 #3
Uno dei principali dirigenti di Atari di quel periodo, James Heller, dispose di sotterrare 728 mila copie di E.T. nel deserto, secondo quanto riportarono all'epoca diversi organi di informazione. 14 camion di giochi si recarono nel deserto per compiere l'operazione, della quale non si parlò più negli anni a venire.


no ma vantiamocene pure di inquinare così allegramente, mi aspetto una multa salata quanto prima con in più tutte le conseguenti spese di bonifica...
La storia completa verrà trasmessa sulla piattaforma TV di Xbox Live in un documentario diretto dal regista di X-Men 2 e di The Avengers, Zak Penn.

^^ ... ma ho qualche dubbio, a questo punto

certo che erano sepolte belle in profondità dentro a contenitori a tenuta di sabbia, acqua e caldo eh

ciao ciao


P.S.
magari li mandiamo anche a cercare il cadavere di Jimmy Hoffa, data la bravura
The_Silver28 Aprile 2014, 11:31 #4
Da quello che ho capito stavano scavando in una o vicino una discarica nel deserto quando le hanno trovate, perciò sembra plausibile.

Comunque il regista di X-Men 2 è Bryan Singer e quello di The Avengers è Joss Whedon, quindi azzeccati zero su due...
akille28 Aprile 2014, 11:33 #5
ci sta facendo il film AVGN
Davis528 Aprile 2014, 11:38 #6
sono dei fottuti geni...

hanno trasformato una discarica abusiva e inquinante in un luogo leggendario!
torgianf28 Aprile 2014, 11:38 #7
Originariamente inviato da: EskevarMkDrake
Scusate OT: Be' se proprio cercano discariche abusive a cielo aperto, tanto vale che vadano in campania...


solo in campania ? le ingoi proprio tutte le stronzate che dicono alla tv, vero ?
aald21328 Aprile 2014, 11:38 #8
Originariamente inviato da: gd350turbo
Ma dai...

Questi si sono presi su e sono andati a scavare a caso nel deserto, e per caso hanno trovato delle cassette di videogiochi e sempre per caso costoro stavano facendo un documentario per una console...

E scommettiamo che sarà un caso che queste fantomatiche cassette verranno messe in vendita ad un prezzo spaziale ?


Esiste un periodo storico durante il quale Atari produsse un numero esagerato di cartucce, a causa di follie manageriali. Per quel che ricordo, i dirigenti pianificarono la produzione di cartucce considerando che gli utenti avrebbero avuto in media una cartuccia nella prima casa, e una nella casa estiva. Roba da matti.

Assumendo una sovrapproduzione smisurata, è realistico pensare che si siano disfatti delle cartucce in modi non convenzionali, quindi il fatto che siano state scaricate e poi ritrovate nel deserto è plausibile.
aald21328 Aprile 2014, 11:42 #9
Originariamente inviato da: torgianf
solo in campania ? le ingoi proprio tutte le stronzate che dicono alla tv, vero ?


Beh, nessuno ha scritto "solo in campania"; è chiaro che esistono molte altre nazioni, prevalentemente nel terzo mondo, dove i rifiuti sono interrati abusivamente.
ulukaii28 Aprile 2014, 11:43 #10
Vedo che in molti non conoscono la Storia, non solo quella legata a ciò che fino ad oggi era considerata una leggenda metropolitana, ma anche quella legata al progetto sul documentario di Zak Penn.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^