La CPU di PlayStation 3 impiegata seriamente con Folding@home

La CPU di PlayStation 3 impiegata seriamente con Folding@home

Folding@home è un programma medico realizzato dall'Università di Stanford per lo studio del folding delle proteine.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:01 nel canale Videogames
PlaystationSony
 
Sony, e i possessori di PlayStation 3, parteciperanno al programma Folding@home. Si tratta di uno studio realizzato dall'Università di Stanford che si occupa dell'analisi del folding delle proteine. Lo studio, simile al celebre SETI@home per la ricerca di vita extraterreste, punta all'investigazione di malattie come il morbo di Parkinson o di Alzheimer, la fibrosi cistica e altri cancri.

Folding@home utilizzerà la potenza del processore Cell Broadband Engine di PlayStation 3, sfruttandone alcune caratteristiche che sino ad oggi non sono ancora impiegate dai videogiochi e dalle altre applicazioni per la console. Secondo Sony, Cell è più veloce di dieci volte in calcoli come quelli richiesti dal programma Folding@home se paragonato ad un processore di un PC mainstream.

Il calcolo dei processi che stanno intorno al folding delle proteine è estremamente complesso. Rientriamo nell'ordine di tempistiche di 30 anni per le simulazioni di questo tipo su computer tradizionali. Pertanto, Folding@home richiede la suddivisione del carico di lavoro tra più computer collegati in rete, utilizzando tecnologie di calcolo distribuito.

Quanto al processo di folding, si tratta di una delle fasi della sintesi proteica, segnatamente il passaggio dalla struttura terziaria alla quaternaria della molecola.

Stando a quanto riportato sul sito di Folding@home, PlayStation 3 è in grado di "raggiungere prestazioni precedentemente possibili solo su supercomputer". Inoltre, "è in grado di conseguire prestazioni sulla scala dei 100 gigaflop". Con circa 10.000 macchine, o con l'1% delle console PlayStation 3 presenti nei soli Stati Uniti, si può aggiungere una forza di calcolo sulla scala del petaflop al programma Folding@home.

Non si tratta di un'applicazione di solo calcolo. I possessori di PlayStation 3, infatti, potranno visualizzare in tempo reale il processo di folding in corso con effetti grafici dinamici come HDR e ISO surface rendering. Grazie al controller SixAxis sarà possibile ruotare la telecamera e osservare il processo da diversi punti di vista.

"Milioni di utenti si sono resi conto della potenza di PlayStation 3 con i videogiochi. Adesso possono utilizzare l'eccezionale potenza di calcolo per combattere le malattie", sostiene Masayuki Chatani, CTO di Sony Computer Entertainment. "Per studiare il folding delle proteine, i ricercatori hanno bisogno di molto più che un supercomputer. Hanno bisogno della potenza di elaborazione di migliaia di computer collegati in rete. Fino ad oggi i PC hanno costituito l'unica opzione per gli scienziati, ma adesso hanno un nuovo e più potente strumento, PlayStation 3".

"Siamo entusiasti di avere SCE come partner nel progetto Folding@home", dichiara Vijay Pande, professore associato di chirurgia presso l'Università di Stanford e direttore del progetto Folding@home. "Con PlayStation 3 parte della nostra rete, possiamo prendere in considerazione delle questioni che prima era impossibile elaborare, con l'obiettivo di trovare la cura alle malattie più pericolose".

La funzionalità Folding@home sarà aggiunta con il firmware 1.63 per PlayStation 3, il cui rilascio è previsto entro la fine del mese. L'icona relativa verrà aggiunta nella XrossMediaBar. L'utente avrà la possibilità di lanciare l'applicazione quando lo desidera o di pianificarla per i momenti in cui PlayStation 3 non è in funzione.

195 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dade98616 Marzo 2007, 16:11 #1
sta ps3 fà di tutto..tranne fare bene la cosa di cui è stata progettata, giocare

si scherza naturalmente..

sto pensando come mai non l'ibm non si metta a fare cpu del calibro di cell per pc desktop e supercomputer, visto che sembra essere così potente....
psychok916 Marzo 2007, 16:12 #2
Quinsi si potrà scaricare la versione per PS3?
Non è che poi questo accorcerà la vita della PS3?
bond9016 Marzo 2007, 16:12 #3
Interessante... il client per le geforce 8800 è uscito che voi sappiate?
psychok916 Marzo 2007, 16:12 #4
Originariamente inviato da: dade986
sto pensando come mai non l'ibm non si metta a fare cpu del calibro di cell per pc desktop e supercomputer, visto che sembra essere così potente....


In teoria IBM è supporter di AMD, ma dovrebbero darsi 1 smossa ^_^
Automator16 Marzo 2007, 16:13 #5
beh stavolta onore e merito a Sony
argez16 Marzo 2007, 16:17 #6
La questione non è la potenza della macchina...la questione è che questi signori per farle pubblicità si abbassano anche a questo...per venderti il prodotto sono disposti anche a dirti che serve per combattere le malattie quando non gliene potrebbe fregare di meno...è questo che deve far pensare.
Mikelaborazioni16 Marzo 2007, 16:20 #7
Originariamente inviato da: dade986
sta ps3 fà di tutto..tranne fare bene la cosa di cui è stata progettata, giocare


Ho avuto la tentazione di scriverlo anche io, ma non volevo accendere flames.... Visto che l'hai fatto tu, ti quoto
Per carità il folding@home è una applicazione utilissima e dai nobili propositi (sicuramente molto + utile di quella minkiata del seti@home), ma questo dimostra ancora una volta che quel processore è utile per applicazioni di nicchia, di certo non è nato per far girare videogames next-gen.

Suvvia possessori della PS3, unitevi e contribuite tutti insieme a debellare il cancro! Almeno i vostri 600$ spesi serviranno a qualcosa asd
Mezzelfo16 Marzo 2007, 16:21 #8
Ehm... Guardate che Sony Cell l'ha sviluppato con IBM (e anche Toshiba mi pare), e già vende dei blade server con cell come CPU.
Mparlav16 Marzo 2007, 16:24 #9
Ibm è troppo "furba" per buttarsi sul mercato desktop ;-)
Molto meglio i processori "dedicati" (vedi Wii, xbox360 e PS3), che sono più redditizi.
Per i supercomputer, hanno i processori Power5 e 6, che sono delle vere belve.

Cmq, 10 volte le prestazioni di una cpu mainstream (diciamo un dual core da 2.2-2.4 Ghz) non è niente male come rapporto performance/W.
Questo è un test che vidi tempo fa':
http://techreport.com/etc/2006q4/gp...ng/index.x?pg=1

con Opteron 180 e x1900XTX.
7D916 Marzo 2007, 16:28 #10
"Con PlayStation 3 parte della nostra rete, possiamo prendere in considerazione delle questioni che prima era impossibile elaborare, con l'obiettivo di trovare la cura alle malattie più pericolose"

Fantastico!!
E non mi importa niente se il suo nome è playstation, xbox, wii o altro. Grazie a questa macchina il calcolo distribuito potrà ricevere una notevole spinta in avanti in fatto di prestazioni. Con grande beneficio per tutti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^