L'horror psicologico Layers of Fear ha una data d'uscita

L'horror psicologico Layers of Fear ha una data d'uscita

Dopo il periodo di Early Access l'opera di Bloober Team è pronta per presentarsi al grande pubblico nella sua veste definitiva.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 07:01 nel canale Videogames
 

Lo studio indipendente Bloober Team ha annunciato che il promettente horror psicologico Layers of Fear si appresta a esordire nella sua versione completa il prossimo 16 febbraio e che il lancio avverrà in contemporanea sia su PC che su Xbox One e PlayStation 4. Nei mesi scorsi la prima parte del gioco era già stata disponibile in Early Access, in un primo tempo soltanto su PC e successivamente anche su Xbox One.

In Layers of Fear si vestiranno i panni di un pittore che ha perso il lume della ragione e scoprirà terribili segreti nascosti negli angoli della propria mente. L’opera è chiaramente ispirata da P.T., l’ormai celebre demo del defunto Silent Hills, ma possiede anche degli aspetti caratteristici, ad esempio la necessità del protagonista di riuscire a completare il quadro perfetto, il capolavoro di un'intera vita.

Nome immagine

“Nel creare Layers of Fear abbiamo voluto proporre una nuova prospettiva al genere horror, introducendo un personaggio principale il cui stesso mondo cambia attorno a lui, mentre affronta la propria follia e perde il contatto con la realtà”, ha spiegato Rafal Basaj di Bloober.

“Sia gli oggetti d’arte circostanti che la casa del pittore, originariamente fonti di ispirazione e di realizzazione, si deteriorano insieme alla stessa mente del personaggio, rappresentando quanto la follia, l’ossessione e la tragedia possano influire sulla mente di un soggetto e far dubitare il giocatore ad ogni passo”.

“È stata una sfida importante per noi creare un gioco horror senza ricorrere semplicemente a jump scare o a nemici che si mettano sulle vostre tracce. Abbiamo ideato, prototipato e testato le stesse versioni di ogni location una moltitudine di volte, per incontrare i pattern dei giocatori e identificare il momento chiave in cui si viene a creare la tensione”.

“Questa analisi ha comportato una marea di lavoro e ci siamo trovati ad eseguire i nostri stessi giochi mentali, a discutere in che modo la famiglia, il lavoro e le tragedie abbiano condizionato la nostra stessa vita. Credo di poter affermare che la creazione di Layers of Fear sia stata in un certo senso catartica per noi”.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Raffo_8522 Gennaio 2016, 23:25 #1

Raffaele da Napoli

Interessante, lo tengo d'occhio )= )
Raffo_8522 Gennaio 2016, 23:31 #2

Raffaele da Napoli

"L’opera è chiaramente ispirata da P.T., l’ormai celebre demo del defunto Silent Hills"

Onestamente, per me non sarà MAI definitivamente morto il titolo di Silent Hills. Possiamo sempre sperare nel suo ritorno come è successo positivamente per The Last Guardian. MAI dire mai. E quelli che dicono che non torneranno più a svilupparlo, sono persone che non sognano.
IO HO FIDUCIA NEL FUTURO DELLA SERIE PSYCO-HORROR CHE AMO, E CON LA QUALE SONO CRESCIUTO.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^