L'autore di Wing Commander torna nel gaming con Star Citizen, basato su Cry Engine 3

L'autore di Wing Commander torna nel gaming con Star Citizen, basato su Cry Engine 3

Chris Roberts ha rivelato il suo nuovo progetto: è un gioco online su mondo persistente costruito su tecnologia CryEngine 3.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:10 nel canale Videogames
 

Come promesso, Chris Roberts, colui che nel 1990 ha ideato Wing Commander, ha rivelato definitivamente il suo nuovo progetto. Si chiama Star Citizen, appartiene al genere dei MMO, è ottimizzato per PC ed è basato sul CryEngine 3 sviluppato da Crytek. Si tratta di un simulatore di combattimenti spaziali che mutua alcuni elementi della struttura di gioco del precedente gioco di Roberts, Freelancer, in cui il giocatore doveva spostarsi di pianeta in pianeta per vendere merci e arricchirsi per migliorare le sue navi spaziali, ma il tutto è calato nel contesto del gioco multiplayer di massa su mondo persistente.

La tecnologia CryEngine 3 consente a Star Citizen di renderizzare in tempo reale navi spaziali lunghe un chilometro mantenendo un alto livello di dettaglio. Se si esegue lo zoom in qualsiasi punto del mezzo, infatti, si possono ammirare i particolari come sconnessioni e appendici aerodinamiche. La superficie della nave spaziale si compone di due milioni di poligoni e contiene diversi oggetti tridimensionali animati.

Ma la grafica è solo un elemento marginale di Star Citizen, che offrirà un universo di gioco complesso e frastagliato, all'interno del quale il giocatore potrà seguire una storia. Innanzitutto, deve decidere se tenere un atteggiamento ostile o pacifico. Come in Freelancer, potrà diventare un mercenario o un libero mercante, personalizzando la propria nave per combattere i pirati o per percorrere le rotte mercantili.

C'è un gioco dentro il gioco se si guarda all'aspetto narrativo. La storia, infatti, segue le vicende del team d'elite Squadron 42, che si può paragonare alla Legione Straniera, visto che seda le ribellioni e protegge la galassia. I giocatori, inoltre, saranno in grado di spostarsi velocemente nello spazio tramite quelli che Roberts definisce “jump points”, dei settori di giunzione dello spazio che consentono di teletrasportarsi da un punto all'altro della galassia. Ma, quando ci si ritrova all'interno dei sistemi stellari, gli spostamenti avverranno a velocità più basse.

Ogni nave presenterà dei compromessi in termini di armi, struttura e velocità. Il modello fisico su cui si baserà Star Citizen sarà molto dettagliato e determinerà dinamicamente se una nave spaziale sarà più o meno maneggevole. Ci sarà un cockpit unico per ognuna delle navi spaziali presenti nel mondo di Star Citizen, mentre il pilota apparirà in una forma renderizzata dinamicamente.

Come in Freelancer, i giocatori dovranno completare delle rotte commerciali per incrementare il proprio patrimonio. Quando vengono intercettati da vascelli ostili inizierà il combattimento. Ma si potrà affrontare il mondo di gioco di Star Citizen anche con la compagnia degli amici, in modalità co-op, in modo da avere un aiuto per i combattimenti e per i traffici.

"Dopo aver completato Freelancer ho perso la passione nello sviluppo di videogiochi", dice Chris Roberts. "Siamo riusciti a vendere solo due milioni di copie, ma ci aspettavamo di andare molto meglio sul mercato. Avevo ancora in mente alcune esperienze di gioco, ma ero frustrato dai limiti tecnologici che c'erano in quel periodo nel mondo dei PC. Ho maturato queste idee due anni prima che Freelancer arrivasse sul mercato".

"Il nuovo mondo di gioco è ispirato dalla caduta dell'Impero Romano", continua Roberts. "Sui confini occidentali, ci sono alcune razze aliene barbariche che sono sul punto di iniziare un'invasione, mentre sul fronte orientale prevale ancora il commercio".

I giocatori saranno in grado di ospitare la propria versione personale dell'universo di Star Citizen. Il nuovo gioco di Roberts, infatti, offrirà degli stratificati strumenti di modding, che consentiranno agli utenti più scafati di esprimere la loro creatività. Le navi, ad esempio, potranno essere personalizzate combinando centinaia di elementi.

Si potranno creare delle navi da vendere per valuta reale attraverso il marketplace interno al gioco. Ma lo stesso sviluppatore rilascerà continuamente piccoli update e ulteriori navi. "Nuove cose accadranno continuamente nella galassia e nuovi eventi si svolgeranno dinamicamente", rimarca Roberts. "Voglio che i giocatori percepiscano che la galassia è viva".

L'autore di Wing Commander inoltre ha deciso di utilizzare un sistema simile al crowdfunding di Kickstarter. I giocatori potranno, infatti, pre-acquistare la loro copia di Star Citizen, in modo da avere vantaggi come la possibilità di iniziare a giocare nelle fasi beta. Spera di ottenere alcuni milioni di dollari grazie al crowdfunding.

"Credo che ci siano degli utenti di videogiochi per PC di alto livello che sono in grado di apprezzare un'esperienza di gioco come questa", conclude Roberts.

Roberts ha fondato nello scorso aprile Cloud Imperium Games, che ha sede a West Hollywood, e il cui direttore esecutivo è Ortwin Freyermuth, un veterano dell'industria cinematografica. Lo stesso Roberts, dopo Freelancer, si è concentrato sul mondo dei film producendo, tra gli altri, Lord of War e The Punisher. Se ha appreso una lezione con Freelancer, ammette, è quella di mantenere bassi i costi di sviluppo. Il cuore del gruppo è composto solamente da 50 persone, mentre alcuni lavori saranno assegnati esternamente.

Star Citizen richiederà ancora due anni per essere completato.

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dottorzero7711 Ottobre 2012, 08:51 #1

Peccato....

Speravo in un gioco single player ambientato nello spazio.... A quando l'erede di Freespace 2 e Freelancer???
II ARROWS11 Ottobre 2012, 09:05 #2
Beh, prova a guardare per X Rebirth. Non so se è uscito o deve ancora uscire, ma è un sinulatore spaziale in singolo...
savious11 Ottobre 2012, 09:24 #3

ma che siete matti

ma sta figata........madoooo.....spero facciano un grande gioco e non come quella porcata di dishonored(tanta attesa per un gioco graficamente orribile.....importante la giocabilità ma la grafica e fondamentale....EDDDAIIII!!!!!!!!
lo sono che tra le tipologie non centra nulla ma il quid in questi ultimi tempi è la grafica!
NighTGhosT11 Ottobre 2012, 09:28 #4
Bhe....un mmorpg su space combat di Chris.......che vedra' la luce fra due anni.........interessante sisi
sintopatataelettronica11 Ottobre 2012, 09:38 #5
Originariamente inviato da: savious
ma sta figata........madoooo.....spero facciano un grande gioco e non come quella porcata di dishonored(tanta attesa per un gioco graficamente orribile.....importante la giocabilità ma la grafica e fondamentale....EDDDAIIII!!!!!!!!
lo sono che tra le tipologie non centra nulla ma il quid in questi ultimi tempi è la grafica!


91 di voto della critica (poco rilevante) e 8.8 di gradimento utenti su metacritic per dishonored.. mi sa che magari non ti è piaciuto ma non è certo una porcata

http://www.metacritic.com/game/pc/dishonored


Questo coso spaziale qui MMqualcosa invece è l'apoteosi della tristezza.
Attila198811 Ottobre 2012, 09:41 #6
Originariamente inviato da: savious
ma sta figata........madoooo.....spero facciano un grande gioco e non come quella porcata di dishonored(tanta attesa per un gioco graficamente orribile.....importante la giocabilità ma la grafica e fondamentale....EDDDAIIII!!!!!!!!
lo sono che tra le tipologie non centra nulla ma il quid in questi ultimi tempi è la grafica!


In un gioco la grafica non è assolutamente nulla....e per questo che negli ultimi anni non escono giochi decenti, perchè si punta tutto sulla grafica e zero sulla storia
Crisa...11 Ottobre 2012, 09:44 #7
Originariamente inviato da: dottorzero77
Speravo in un gioco single player ambientato nello spazio.... A quando l'erede di Freespace 2 e Freelancer???


io sto ancora aspettando l'erede di Elite e Frontier

un universo reale con le stelle e pianeti reali e con fisica newtoniana
con migliaia di pianeti e basi...

finora nessuno si è mai più avvicinato a qualcosa di simile... e stiamo parlando del 1993 per "Frontier: Elite II"
savious11 Ottobre 2012, 09:47 #8

il latini avevano sempre ragione.....

....degustibus.....
dottorzero7711 Ottobre 2012, 09:48 #9
Originariamente inviato da: II ARROWS
Beh, prova a guardare per X Rebirth. Non so se è uscito o deve ancora uscire, ma è un sinulatore spaziale in singolo...


Grazie per la dritta!!! Faccio una googlata....
savious11 Ottobre 2012, 09:49 #10

elite frontier

un nuovo elite frontier giocato con un toshiba zl2 (autostereoscopico) in 4k 3d ver. con una bella ps4 potente potente.......penso che il lavoro potrebbe dimenticarsi di me..............

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^